New Amsterdam 2: il finale di stagione e le storie che anticipa

Chi lo ha detto che un finale di stagione deve per forza lasciare lo spettatore con un dilemma angosciante? New Amsterdam 2 ci ha lasciato, invece, con tante storie da approfondire.

NBC Il cast di New Amsterdam in una scena della serie

Come è ormai noto a tutti noi amanti del mondo a puntate, il Coronavirus ha stravolto programmazioni, messe in onda e finali di stagione del 2020 e anche del 2021.

Lo scorso anno ci sono state numerose serie che hanno concluso le stagioni con qualche episodio d'anticipo a causa delle restrizioni, altre hanno trovato soluzioni alternative come The Blacklist che ha implementato le scene mancanti con tecnologia e animazione.

Alcune hanno addirittura dovuto accontentarsi di un finale di serie sottotono come Empire, lasciando oltre a numerose questioni irrisolte anche delusi i telespettatori affezionati come me.

Ma il premio per la serie più sfortunata del 2020 va sicuramente a New Amsterdam. Il medical drama ideato da David Schulner, che vede protagonisti i medici di un ospedale pubblico newyorkese con a capo Max Goodwin - alias Ryan Eggold - ha affrontato più di un imprevisto sul finire della seconda stagione.

New Amsterdam 2 e i suoi intoppi

Andata in onda negli USA da Settembre 2019 ad Aprile 2020, la seconda stagione della serie targata NBC ha chiuso i battenti dopo 18 episodi invece dei soliti 20.

Nulla di grave, se non fosse che New Amsterdam non soltanto ha concluso con due episodi di anticipo la stagione senza alcun colpo di scena eclatante o cliffhanger strappa capelli, ma ha dovuto gestire un altro paio di situazioni spinose.

Il 14 Aprile 2020 è andato in onda l'episodio 2X18 di New Amsterdam intitolato Questione di Secondi, che ha sancito la conclusione della stagione. In realtà la programmazione originaria prevedeva la visione di un altro episodio, il premonitore Pandemic. In un altro articolo vi ho parlato dei contenuti di quel girato e soprattutto dell'importanza che aveva per l'intera narrazione. 

Quell'episodio avrebbe dovuto introdurre gradualmente un nuovo personaggio, interpretato da Daniel Dae Kim, ma la sua messa in stand-by ha costretto gli addetti ai lavori ad un collage di scene salienti che spiegassero l'impatto del nuovo medico sull'ospedale e sul resto del cast.

Il travagliato finale di stagione

Arriviamo adesso all'agognato finale di stagione. New Amsterdam 2 si conclude con alcune certezze e un paio di ipotesi.

Laurel, per un'emergenza medica, ha assaggiato la morfina e speriamo che questo non pregiudichi la sua riabilitazione. La madre cerca di recuperare il tempo perso e la Bloom sembra accettare questo tentativo, ma sarà una redenzione sincera?

Max tronca la sua relazione con Alice - vedovo genitore di una neonata come il protagonista - perché nata dalle motivazioni sbagliate. Questo potrebbe dare un barlume di speranza a chi come me immagina una storia d'amore tra Goodwin e la Sharp dal primo episodio, ma siamo ben lontani dal coronare quel sogno.

Contemporaneamente alla rottura di Max ed Alice, infatti, ci viene mostrata anche la probabile nascita di una storia tra Helen e Cassian Shin, il nuovo medico interpretato da Daniel Dae Kim.

Proprio perché l'episodio 2X18 (titolo originale Matter of Seconds) non era stato pensato come quello conclusivo, non abbiamo nulla da raccontare su Kapoor e Iggy che ci hanno rimandato alla terza stagione senza troppi scossoni.

Stesso ragionamento per l'assenza di Reynolds, che aveva lasciato l'ospedale nell'episodio precedente - 2X17 intitolato Il Decollo - per trasferirsi a San Francisco con la sua fidanzata. Ma la titubanza del cardiochirurgo, il suo passato con Laurel e la dimessa partenza lasciano intuire che il percorso di Floyd non è ancora concluso e che vedremo sicuramente un suo ritorno al New Amsterdam.

Il 2 marzo 2021 è andato in onda negli USA il primo episodio della terza stagione, mentre in Italia New Amsterdam 3 è ancora inedita.

Leggi anche

      Cerca