Brightburn: il finale alternativo e il possibile sequel del film horror sci-fi prodotto da James Gunn

Per L'angelo del male - Brightburn era stato pensato un finale alternativo, che creava un collegamento diretto per un sequel. Ma l'idea di un nuovo capitolo è ancora sul piatto e potrebbe esserci spazio anche per la storia "eliminata".

Sony Pictures Entertainment Italia Jackson A. Dunn è Brandon Breyer in Brightburn

Cosa sarebbe successo, se Kal-El fosse stato malvagio? L'angelo del male - Brightburn dà una risposta, riscrivendo la storia delle origini di Superman e immaginando per il sopravvissuto del pianeta Krypton un futuro da (super)villain.

Nel film diretto da David Yarovesky, scritto da Brian e Mark Gunn e prodotto da James Gunn (insomma, un affare di famiglia), una coppia che non può avere figli, Kyle e Tori Breyer, adotta un bambino caduto (letteralmente) dal cielo. I due si guardano bene dal rivelare le origini spaziali del piccolo, che chiamano Brandon. Ma quando il ragazzino raggiunge l'adolescenza, inizia a mostrare inquietanti segnali di aggressività e violenza. Brandon diventa sempre più forte e fuori controllo e la situazione precipita fino a un punto di non ritorno.

L'angelo del male - Brightburn si chiude in maniera coerente, ma David Yarovesky ha rivelato che esisteva un finale alternativo (anzi, più di uno). Non solo. La versione scartata creava un collegamento diretto con un possibile sequel. L'idea è stata accantonata, ma per come si conclude il film, non è detto che non possa essere utilizzata. Naturalmente, se Brightburn 2 si farà. Per adesso non c'è niente di ufficiale, ma la porta non è chiusa...

Come finisce L'angelo del male - Brightburn

Nel finale de L'angelo del male - Brightburn arrivato sullo schermo, Brandon perde completamente il controllo in seguito a un incidente a scuola che lo porta a rompere il braccio della compagna di classe di cui è innamorato, Caitlyn, a uccidere la madre della ragazzina e poi il proprio zio e il proprio padre, Kyle.

Dopo avere a lungo negato il coinvolgimento del figlio negli episodi di violenza e gli omicidi che hanno sconvolto la città di Brightburn, Tori è costretta a guardare in faccia la realtà e si ritrova assediata in casa da Brandon. Il ragazzino elimina brutalmente lo sceriffo e un agente intervenuti sul posto e la madre ne approffita per raggiungere la navicella con la quale il figlio adottivo è arrivato sulla Terra. Il metallo della nave spaziale sembra l'unica cosa che può ferire Brandon e Tori stacca un elemento appuntito per colpire a morte il ragazzino.

Tuttavia, la donna esita e Brandon se ne accorge e la uccide portandola in orbita e lasciandola cadere nel vuoto. Poi fa precipitare un aereo che ha la sfortuna di passargli accanto. L'episodio viene considerato un tragico incidente, che costa la vita ai passeggeri del volo e ai coniugi Bryer, uccisi nello schianto dell'aereo sulla loro proprietà, mentre il figlio della coppia, Brandon, si salva miracolosamente...

Ma la storia del malvagio ragazzino venuto dallo spazio non è finita. Una serie di immagini in stile "real footage" mostra una misteriosa figura che semina terrore e distruzione nella cittadina di Brightburn. A commentare i video è The Big T, un cospirazionista che sostiene che il governo tenga nascosta l'esistenza di creature dotate di superpoteri. Oltre che di Brandon, The Big T parla di un essere "mezzo uomo e mezzo creatura marina", che "rovescia i pescherecci nel mare a sud della Cina", e di una "specie di stregona che strangola la gente con cavi e funi"

Le due creature (malvagie, pure loro) ricordano molto da vicino Aquaman e Wonder Woman e non sono le sole. Tra le foto segnaletiche che l'infervorato cospirazionista mostra al pubblico ci sono anche Saetta Purpurea (il non-supereroe protagonista del film Super - Attento crimine!!! di James Gunn) e un essere simile agli alieni di Roswell, mentre un ultimo riquadro è nero e coperto da un punto interrogativo.

Il mondo è davvero sotto attacco da parte dei doppelgänger da incubo dei supereroi?

Il finale alternativo de L'angelo del male - Brightburn e come apriva a un sequel

Il finale de L'angelo del male - Brightburn sovverte praticamente tutti i tropi dei cinecomic, con Brandon che uccide i genitori e fa precipitare un aereo, anziché salvarlo. Di fatto, portando fino in fondo il ribaltamento del mito del supereroe e in particolare di Superman.

Ma come ha rivelato David Yarovesky, se la morte di Tori e l'abbattimento del volo di linea sono sempre stati nei piani, la scena mid-credit "è cambiata mille volte"

Quanto vogliamo mostrare di quello che accadrà? Attraverso quale lente vogliamo entrarne a conoscenza? C'erano molti modi per farlo, ma il migliore era mostrare il futuro e restare sul vago.

Sony Pictures Entertainment ItaliaL'angelo del male - Brightburn: Brandon
L'angelo del male - Brightburn avrà un seguito? Le ipotesi non mancano

Alla fine, Brian e Mark Gunn e il regista hanno optato per il cospirazionista The Big T (interpretato da un collaboratore di lunga data di James Gunn, Michael Rooker). Ma un'ipotesi che è stata tenuta in considerazione aveva per protagonista Caitlyn, la ragazzina di cui si invaghisce Brandon e alla quale spezza in maniera terribile una mano:

C'era lei in un laboratorio, che si applicava un braccio robotico su quello rotto ed era i******** nera.

David Yarovesky ha dichiarato che lui e il resto della produzione sono "saltati da un'idea all'altra per ore" e che alcune "erano ridicole", ma che hanno sempre pensato che quella di Caitlyn fosse "forte". E in effetti, è innegabile che lo sia. A maggior ragione perché l'ex compagna di scuola in cerca di vendetta (non solo per sé stessa, ma anche per la mamma) sarebbe stata una connessione perfetta per un eventuale sequel.

L'ipotesi di Caitlyn un po' Iron Man, un po' Soldato d'Inverno, un po' Ash della saga de La casa che diventa la nemesi di Brandon era senza dubbio accattivante, ma non è detto che non possa ancora accadere...

Cosa sappiamo di (un eventuale) Brightburn 2

L'angelo del male - Brightburn avrà un seguito? Per adesso, non c'è niente di ufficiale. Ma sia David Yarovesky che James Gunn non hanno chiuso la porta. Il regista del film ha preso la questione alla larga, focalizzandosi sulla segretezza che (nel caso) circonderebbe il secondo capitolo, in una replica di quanto è avvenuto per il primo (della cui realizzazione erano a conoscenza in pratica solo cast e crew):

Se dovessimo ampliare l'universo di Brightburn in altri film e per altre strade, probabilmente lo faremmo di nuovo in totale segretezza. Poi, a un certo punto, rilasceremmo un trailer che rivela qual è la nuova direzione.

Il modello di David Yarovesky è il franchise di Cloverfield, ma il filmmaker non si è sbilanciato oltre. E anche James Gunn è rimasto sul vago, pur rivelando che il progetto di un capitolo 2 esiste:

Sono legato a Suicide Squad e Guardiani della Galassia Vol. 3 per i prossimi anni, ma stiamo parlando del sequel [de L'angelo del male - Brightburn, n.d.r.].

In realtà, se la squadra dell'eventuale sequel dovesse restare lo stessa (come è ipotizzabile), il regista non sarebbe impegnato direttamente, in quanto avrebbe il ruolo di produttore. D'altra parte, è innegabile che sia coinvolto in due dei franchise più grandi e importanti del momento, il DC Extended Universe e il Marvel Cinematic Universe, ed è plausibile che non abbia modo di occuparsi di altro, neanche in modo parziale.

Sony Pictures Entertainment ItaliaL'angelo del male - Brightburn: Brandon
Brandon troverà degli alleati o dei rivali in un eventuale sequel di L'angelo del male - Brightburn?

La sensazione è che i piani per un seguito ci siano (anche se non immediati). E a ulteriore conferma di ciò ci sarebbe un incredibile Easter egg. Il ristorante dove avviene la resa dei conti tra Brandon e la madre di Caitlyn si chiama Darbo's Family Grill, un nome che rimanda direttamente a quello del protagonista della pellicola Super - Attento crimine!!!, Frank Darbo alias Saetta Purpurea.

L'autoproclamato supereroe (senza poteri) compare anche nei video di The Big T alla fine de L'angelo del male - Brightburn e questo, insieme al fatto che è un cuoco e a maggior ragione potrebbe essere diventato proprietario di un franchise dopo avere fatto carriera, porta a ipotizzare l'esistenza di un universo condiviso e a pensare che un eventuale sequel potrebbe essere incentrato sull'incontro/scontro tra Brandon e Saetta Purpurea.

Ma non solo. In un'intervista, Elizabeth Banks ha lasciato intendere che potrebbe anche esistere un collegamento tra Brandon e il parassita alieno del film Slither, di cui lei è protagonista e James Gunn regista:

Beh, non sappiamo da quale pianeta provenga Brandon o cos'altro potrebbe arrivare. Ci sono così tanti alieni... ci sono delle schifezze che fluttuano là fuori e ogni tanto atterrano qui...

Sony Pictures Entertainment Italia L'angelo del male - Brightburn: poster
L'angelo del male - Brightburn potrebbe fare parte di un universo condiviso

In che modo la storia potrebbe evolvere, è tutto da vedere. Ma di certo, di materiale per un sequel sembra essercene in quantità. A maggior ragione, tenendo presente sia il finale "ufficiale" del film che quello "alternativo". Tutto considerato, un eventuale Brightburn 2 potrebbe portare sullo schermo una "evil league" composta dai doppelgänger cattivi di Aquaman e Wonder Woman di The Big T, supereroi autoproclamati (Saetta Purpurea) e aspiranti tali (Caitlyn). E i vari personaggi potrebbero entrare in conflitto tra di loro per governare il mondo o unire le forze contro un "paladino del bene", in un ribaltamento di Justice League.

Naturalmente, vale la pena ripeterlo di nuovo, sono solo ipotesi e non c'è niente di ufficiale. Ma giocare con le teorie è sempre divertente... e a volte si finisce con l'azzeccarci.

Fonti: Collider, Entertainment Weekly, CinemaBlend, ScreenRant

Leggi anche

      Cerca