Thunder Force: il pollo (che in realtà sono pere) e altre curiosità sul film

Possono delle pere passare per pollo? E un uomo con le chele al posto delle braccia è in grado di amare? A 40 anni si può essere un supereroe? Questi sono alcuni degli interrogativi che il film ha instillato negli spettatori.

Marc Platt Productions Melissa McCarthy e Octavia Spencer in una scena di Thunder Force

La piattaforma streaming Netflix offre da sempre un vastissimo - forse troppo - catalogo di serie TV, film e documentari. Ma come spesso accade, la quantità non è sintomo di qualità, quindi alcune volte ci troviamo di fronte prodotti banali, noiosi o addirittura scadenti. Nulla di grave sia chiaro, ognuno ha i propri gusti, è piuttosto la perdita di tempo che fa alzare gli occhi al cielo. 

Di recente a me è successo con il film Thunder Force che vede come protagoniste la comica Melissa McCarthy e il premio Oscar Octavia Spencer. La pellicola, approdata sulla piattaforma lo scorso 9 aprile, si presenta come una fantacommedia irriverente su un improbabile duo di supereroine 40enni dalle forme generose. 

L'idea è interessante - proprio perché si discosta dallo stereotipo di eroina letale e bellissima dataci da Scarlett Johansson e Gal Gadot - e il trailer lascia intravedere lunghe scene di combattimenti degni di Universi alternativi e gag esilaranti. Ma in quel minutaggio risiede quasi tutto il potenziale della pellicola.

Purtroppo, per quanto mi riguarda, Ben Falcone - regista del film - non ha centrato l'obiettivo. Nonostante il notevole cast a disposizione - oltre alle due protagoniste troviamo Jason Bateman e Bobby Cannavale nel ruolo dei poco credibili villain - Thunder Force risulta un ibrido, impossibile da collocare nello scaffale dei cinecomic o in quello delle commedie spassose.

Nonostante questa delusione generale ci sono alcune cose che hanno funzionato, generando una certa curiosità e voglia di approfondimento. Ecco perché di seguito ho elencato alcune curiosità legate a Thunder Force.

Il pollo crudo

La prima curiosità che merita una menzione speciale è sicuramente la scena del pollo crudo. Lydia, la protagonista interpretata dalla McCarthy, dopo aver acquisito il potere della super forza ha perso il senso del gusto e l'unico alimento in grado di soddisfare la nostra eroina è il pollo crudo.

Ovviamente la nostra Sookie di Una Mamma per Amica non ha dovuto ingurgitare del vero pollo, ma delle semplici fette di pere. Avete capito bene delle sottilissime fette di pera trattate con acido citrico e colorante alimentare hanno contribuito a creare l'effetto di pollo crudo.

Pare che le pere fossero talmente realistiche da disgustare la stessa attrice, che avrebbe avuto qualche problema nel girare le scene in cui la super forzuta Lydia si ciba di prelibato pollo. 

Tutto in famiglia

Il regista e sceneggiatore di Thunder Force è Ben Falcone - nel film ricopre anche il ruolo di uno scagnozzo di The King, il cattivo che ha il volto di Bobby Cannavale - e fin qui nulla di strano. Per chi non lo sapesse però Falcone è il marito di Melissa McCarthy dal lontano 2005. Non è la prima collaborazione tra i coniugi Falcone-McCarthy, i due infatti hanno condiviso il set sia come attori (vedi Le Amiche della Sposa) sia come sceneggiatori e produttori (vedi le pellicole Tammy e The Boss con la McCarthy come protagonista ovviamente). 

A quanto pare i due amano mescolare famiglia e lavoro e la cosa funziona talmente bene da aver coinvolto anche la figlia maggiore, Vivian. In Thunder Force la Lydia 12enne viene interpretata proprio dalla figlia di Melissa e Ben.

Amiche inseparabili

Nel film le protagoniste Lydia ed Emily sono amiche d'infanzia che si ritrovano dopo tanti anni per lottare insieme contro il crimine. Le attrici che interpretano i ruoli delle due eroine - Melissa e Octavia - anche nella realtà sono amiche di vecchia data. Come dichiarato dallo stesso regista, nel copione ci sono alcuni particolari che rispecchiano proprio il reale rapporto d'amicizia tra la McCarthy e la Spencer.

Embed from Getty Images

Tra le due la più intelligente e rassicurante è l'attrice di The Help e infatti il suo personaggio è proprio così, mentre l'attrice di Copia Originale è meticolosa, ma allo stesso tempo imprevedibile ed istintiva ed è così che la sua eroina affronta i cattivi sul set di Thunder Force.

Lo scoppiettante duo

Con lo scorrere dei minuti Thunder Force mostra una carrellata di personaggi più o meno utili alla storia che interagiscono con le protagoniste a volte in modo funzionale altre meno. Sicuramente il duo che ha maggiormente strappato sorrisi e consensi è quello formato da Melissa McCarthy e Jason Bateman nel ruolo di Crab. 

Marc Platt ProductionsJason Bateman e Melissa McCarthy in una romantica scena di Thunder Force

Il protagonista di Ozark è un Miscredente dall'animo gentile, forse per via del suo anomalo "potere". Crab è infatti un uomo con le chele di granchio al posto delle braccia che ha una sorta di colpo di fulmine nel momento in cui incontra Lydia. Il sentimento è ricambiato e i due hanno una cosa in comune, l'amore per il pollo crudo.

La cena romantica tra i due e i numerosi riferimenti ai crostacei culmina con una focosa, quanto bizzarra, notte d'amore. Melissa McCarthy ha dichiarato che, nonostante per lei non sia affatto semplice girare una scena di sesso, con Bateman non è stato difficile. I due attori sono amici di lunga data e l'imprevedibile simpatia di Bateman ha permesso alla McCarthy di divertirsi durante le riprese.

Non è la prima volta che il duo Bateman-McCarthy buca lo schermo e convince il pubblico. Nel 2013 erano coprotagonisti nella divertente pellicola Io sono Tu, mostrando da subito una certa sintonia.

I costumi di scena

Un elemento molto da supereroe presente in Thunder Force è sicuramente la scelta dei costumi. Le protagoniste, nonostante le forme pronunciate, optano per dei costumi attillati dal materiale sintetico che, a detta delle stesse eroine, puzzano terribilmente perché è impossibile lavarli.

Melissa McCarthy e Octavia Spencer in una scena di Thunder Force

Non sappiamo se Captain America e Spiderman abbiano lo stesso problema e quindi lo stesso olezzo, ma sul set di Thunder Force il regista ha assicurato che le attrici avevano a disposizione due costumi più quelli per le acrobazie e che non avevano alcun odore. C'è da precisare però che per sterilizzare e rendere inodore gli abiti di scena, il reparto costumi doveva ogni sera spruzzare della vodka sugli stessi. Segreti da supereroe.

Soundtrack

Concludiamo con uno degli elementi più interessanti della pellicola, la musica. Ogni supereroe ha una colonna sonora per entrare in scena e il compositore Fil Eisler ne ha creata una perfetta per le nostre protagoniste. 

La nascita del pezzo è stata influenzata dalle t-shirt portate da Melissa McCarthy nel film. La sua Lydia è molto rock e amante del metal quindi, quando non indossa il costume da supereroe, sfoggia spesso t-shirt di band quali Anthrax, Slayer e Spliknot.

Eisler conosceva personalmente i membri di quelle band ed è così che è nata la collaborazione con Scott Ian degli Anthrax, Dave Lombardo degli Slayer e Corey Taylor degli Slipknot ed è stata creata la canzone del film presente nei titoli di cosa. Per dare un tocco di "girl power" anche alla musica di Thunder Force è stata inserita anche la voce della frontwoman degli Halestorm Lzzy Hale

Leggi anche

      Cerca