LOL - Pazza del mio migliore amico, 10 curiosità sul film con Miley Cyrus

Dal pianto liberatorio della regista Lisa Azuelos (che è stato lo spunto per la sceneggiatura) ai "problemi" con i paparazzi di Miley Cyrus e Douglas Booth a Parigi, ecco 10 cose che forse non sai sulla teen comedy con l'ormai ex stellina Disney.

Lionsgate / Moviemax Miley Cyrus in una scena del film LOL - Pazza del mio migliore amico

Lola è una ragazza irriverente che non vede l'ora di diventare grande e di catapultarsi nel mondo degli adulti. La madre Anne è divorziata dal padre Alan e ormai è single da tempo. Mentre intorno a loro la realtà corre veloce e i social rendono tutti perennemente interconnessi, Lola naviga i turbamenti sentimentali dell'età con Chad e l'amico Kyle e Anne si ritrova a tentare di stabilire un dialogo con la figlia. Le due fanno sempre più fatica a capirsi, ma si vogliono un bene dell'anima.

I primi amori e la riscoperta di se stessi sono il cuore di LOL - Pazza del mio migliore amico, la teen comedy che vede protagoniste Miley Cyrus e Demi Moore. Tante le questioni che regista, produttori e attrici hanno voluto affrontare in questo lavoro. A cominciare dalle traiettorie tipiche e atipiche dell'adolescenza: la scuola, le amicizie, la confusione dei sentimenti. Ad anni di distanza dall'ascesa della Cyrus con il personaggio di Hannah Montana e in piena "svolta adulta", scopriamo insieme 10 curiosità sul film con la star più inquieta del pop.

Un auto-remake

LOL - Pazza del mio migliore amico è il remake del francese LOL (Laughing Out Loud), diretto nel 2008 dalla stessa Lisa Azuelos. Nell'originale, campione d'incassi in patria con 35 milioni di euro, il personaggio di Lola è interpretato da Christa Theret, mentre la mamma Anne (Demi Moore nella versione americana) è Sophie Marceau. Azuelos, non a caso, cita il cult Il tempo delle mele come sua principale ispirazione, aggiornato ai tempi dei social e degli adolescenti "milléniaux".

L'idea di LOL? Un pianto liberatorio

Azuelos racconta nelle note di regia che l'idea di LOL nasce da un episodio personale molto toccante e doloroso. Durante la prima festa di compleanno di sua figlia organizzata nella loro casa, la regista ha sentito "un nodo alla gola" e per non farsi vedere, ha iniziato a piangere nascondendosi dietro una porta.

Ho pensato: 'O mio Dio, sta avvenendo qualcosa. Io sono una madre, lei è una figlia e le cose cambiano. Non è più una bambina. Che cosa sta succedendo?'.

È stata quella sera stessa che si è messa a scrivere e ha preso forma il soggetto di un film dedicato allo scontro (e all'incontro) generazionale e alle difficoltà e complessità dell'età inquieta per eccellenza.

Allo spunto si sono aggiunti i riferimenti autobiografici: il rapporto madre-figlia di Anne e Lola (ovvero il suo secondo nome e il secondo nome di sua figlia) è simile a quello che aveva vissuto in prima persona con sua mamma, l'attrice e cantante Marie Laforêt.

Da Parigi a Chicago

Lola di LOL - Il tempo dell'amore vive a Parigi, Lola di Pazza del mio migliore amico abita invece a Chicago. I produttori Stacey Sher e Michael Shamberg hanno scelto la "Windy City" dell'Illinois perché "è una città molto sofisticata e rappresentativa degli Stati Uniti".

Sher spiega che Chicago "è una città cosmopolita, senza essere elitaria", molto simile a ciò che Parigi rappresenta per la Francia. Senza dimenticare che teen movie come American Pie e Mean Girls hanno come sfondo Chicago. Riprese ulteriori del film sono poi avvenute a Detroit e a Parigi.

Lionsgate / MoviemaxMiley Cyrus e Douglas Booth in una scena del film LOL - Pazza del mio migliore amico
Lola e Kyle sul Pont des Arts

Gli iPhone distrutti

La troupe che ha lavorato a LOL rivela che, nonostante l'atmosfera distesa e positiva che è nata sul set, Lisa Azuelos reagiva in maniera scomposta ogni volta che qualcosa andava storto. Per sdrammatizzare, i tecnici tenevano il conto del numero di iPhone rotti, perché ogni volta che la regista si sentiva frustrata, ne lanciava uno per terra!

Miley Cyrus e il Big Bang

La canzone The Big Bang dei Rock Mafia (il duo Tim James e Antonina Armato) si ascolta due volte nella colonna sonora del film. La scelta non è casuale: Miley Cyrus appare con Kevin Zegers nel videoclip del brano. Da anni si parla addirittura di trasformare questo video in un film. Tuttavia il progetto, fortemente voluto da Tish Cyrus (la mamma di Miley) per la figlia con la produttrice Suzanne Todd, è ancora in stand-by.

Una colonna sonora pop e rock

Nel film, oltre ai Rock Mafia, sono presenti altre canzoni pop come Everybody di Ingrid Michaelson e Houdini dei Foster the People. La "quota" rock'n'roll è garantita dall'indie di Keane, Freelance Whales e The Submarines, rispettivamente con Somewhere Only We Know, Location e Birds.

Il classico dei Rolling Stones nello score è You Can't Always Get What You Want, mentre Cul & Chemise dei BB Brunes è una cover di Alright dei Supergrass, presente nel film originale francese.

Il fascino di Douglas Booth

Lola rompe con Chad (George Finn) e capisce di essere innamorata del migliore amico di lui, Kyle. Ad interpretare il ragazzo è Douglas Booth, poi apparso in film come Posh e Romeo & Juliet, Jupiter - Il destino dell'universo e The Dirt.

Classe 1992, Booth ha confessato al Guardian che, oltre ad aver imparato a suonare la chitarra appositamente per LOL, tra lui e Miley Cyrus è nata una splendida amicizia. Per lui, riservato londinese di Greenwich con una scarsa dimestichezza di Hollywood e del successo internazionale, lavorare con l'ex stellina Disney è stato fondamentale.

Quando abbiamo girato a Parigi, siamo stati inseguiti da 40 paparazzi in motorino. È stato un campanello d'allarme. Ho pensato: 'Questo non è un modo piacevole di vivere'.

Il "miscasting" di Ashley Greene

Ashley, la reginetta di bellezza sensuale e seducente che ha messo gli occhi su Kyle facendo infuriare la protagonista, dovrebbe avere la stessa età di Lola, Chad, Lloyd, Emily, Janice e tutti gli altri. Peccato che l'attrice che la interpreta, Ashley Greene, sia nata nel 1987 e all'epoca delle riprese aveva 25 anni, non certo 18. Ma, a ben vedere, la stessa Miley Cyrus fa la teenager con un bel po' di anni di ritardo…

Lionsgate / MoviemaxDouglas Booth e Ashley Greene in una scena del film LOL - Pazza del mio migliore amico
Kyle e la "18enne" Ashley

La nonna di Lola? Una leggenda

Gran, la madre di Anne e nonna di Lola, è interpretata da Marlo Thomas, un'autentica icona negli Stati Uniti. Sposata dal 1980 con Phil Donahue, l'inventore del talk show pomeridiano con il suo The Phil Donahue Show, l'attrice è stata per cinque stagioni, dal 1966 al 1971, la protagonista della popolarissima sitcom Quella strana ragazza.

Thomas e Donahue hanno raccontato i segreti della loro lunga relazione nel bestseller What Makes a Marriage Last.

What Makes a Marriage Last: 40 Celebrated Couples Share with Us the Secrets to a Happy Life L'edizione inglese dell'autobiografia di Marlo Thomas e Phil Donahue
What Makes a Marriage Last: 40 Celebrated Couples Share with Us the Secrets to a Happy Life

L'edizione inglese dell'autobiografia di Marlo Thomas e Phil Donahue

€13,40

Il "sequel" documentario

Dopo LOL Azuelos ha diretto la storia d'amore Due destini (2014) con Sophie Marceau e François Cluzet e il biopic Dalida (2016) con Sveva Alviti (e Alessandro Borghi nel ruolo di Luigi Tenco) prima di dedicarsi alla commedia familiare Selfie di famiglia e al musical Lost in the Disco. Nel mezzo, la regista è tornata a raccontare il mondo degli adolescenti con il documentario Yolove, realizzato con Laure Gomez-Montoya per Canal+.

"Le relazioni ragazzo-ragazza, che mi ossessionano in tutti i miei film, si formano nell'adolescenza, in questa precisa età in cui le identità esplodono come una bomba mescolando ormoni, paure e fantasie in un contesto non sempre amichevole, e facendo uscire un cocktail spesso imbevibile", racconta Azuelos. Yolove non è soltanto un doc che esplora il mondo dei giovani e i loro rapporti con la sessualità, fatti di incomprensioni, pregiudizi e persino violenza.

Dal film è nata una piattaforma per permettere a ragazze e ragazzi di esprimersi liberamente. Un sito "concepito come uno strumento, un luogo interattivo e in evoluzione continua la cui aspirazione è di essere costruito con voi, grazie ai vostri interventi".

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca