Quasi quasi cambio i miei: 10 curiosità sul reality di Discovery+ e i suoi partecipanti

Dal team di specialisti del factual messo insieme da Endemol Shine Italy al "fenomeno" social di Giorgia Carocci, ecco dieci cose da sapere sul programma in esclusiva su Discovery+.

Discovery Italia / Endemol Shine Italy Una scena del factual Quasi quasi cambio i miei

L'adolescenza è il momento di passaggio della vita in cui i ragazzi iniziano ad entrare nel mondo degli adulti e a mettere in discussione regole e comportamenti dei genitori. Cosa si rompe in questa fase delicata della crescita? Perché all'improvviso genitori e figli non riescono più a parlare tra loro?

Quasi quasi cambio i miei punta a raccontare uno spaccato degli adolescenti e dei genitori di oggi "giocando" con un paradosso: cosa succederebbe se avessi la possibilità di "cambiare" i tuoi? Il format è semplice: in ogni episodio due adolescenti, solitamente diversi tra loro, si scambiano famiglie. Passano cinque giorni nell'abitazione del coetaneo, sperimentando sulla propria pelle un modello di vita e d'educazione agli antipodi.

L'esperimento è appena iniziato e coinvolge il pubblico televisivo più di quanto immaginato. Ecco allora dieci cose da sapere prima di mettersi alla visione della prima edizione del programma, disponibile in esclusiva su Discovery+.

L'arte del factual targata Endemol

Quasi quasi cambio i miei è prodotto da Endemol Shine Italy per Discovery Italia, che lo trasmesse in chiaro su Nove e in streaming sulla piattaforma Discovery+.

Parte del gruppo Banijay, Endemol Shine Italy è la prima società di produzione televisiva in Italia. Il network sta rivoluzionando le regole dell'intrattenimento sfornando format di entertainment diversi e complementari tra loro.

Il factual – ovvero i programmi non fiction che, a differenza dello scripted, registrano la realtà – e il sottogenere del lifestyle entertainment (o factual entertainment) sono i generi-simbolo dell'attuale epoca televisiva. Banijay ne ha prodotti tantissimi, da La clinica per rinascere - Obesity Center Caserta a Cambio moglie, "l'esperimento sociale" in cui due famiglie si scambiano le mogli per vedere l'effetto che fa.

Un team di specialisti

Dietro Quasi quasi cambio i miei ci sono il curatore Roberto Briguglia e gli autori Elena Giorgini, Christian Mascheroni e Francesco Megalizzi. Mascheroni e Megalizzi vantano una lunga esperienza da autori televisivi: il primo (anche scrittore) per Mediaset, MTV e Sky, il secondo per Endemol Shine Italy.

La regia delle puntate è invece tutta al femminile: le registe sono Stefania Vialetto (filmmaker dal ricco curriculum televisivo, da L'Isola dei Famosi e X-Factor a Ginnaste - Road to Brazil e Uniche) e Giorgia Soi, freelancer per programmi, documentari, videoclip, corti e pubblicità.

Le reazioni esagerate

Quanto c'è di vero e quanto di costruito in Quasi quasi cambio i miei? È evidente che gli autori hanno senz'altro "spinto" sul lieto fine quando i giovani protagonisti e le famiglie escono migliorati dall'esperienza del factual.

I partecipanti, tuttavia, assicurano che non c'è un copione, che la loro esperienza è stata raccontata e filmata (più o meno) senza filtri e che quindi il programma è completamente reale.

L'autenticità del factual è raccontata nei dettagli da un "insider", il responsabile dei contenuti editoriali di Viacom Italia Sergio Del Prete (e Senior Programming Director per Discovery dal 2010 al 2015), in un articolo per Link dal titolo "Il fascino del (sembra) vero".

Il "fenomeno" Giorgia Carocci

Giorgia ha 17 anni, viene da Ciampino, è appassionata di sport ed è molto social. Con Quasi quasi cambio i miei ha colto un'inaspettata popolarità.

Rimasta in ottimi rapporti con Linda e la sua famiglia, i Fiumara, oggi vanta 145mila follower su TikTok ed è lanciatissima su Instagram.

Le passioni "nerd" di Giulia

Giulia Luppino, la protagonista della prima puntata con Aurora, ha colpito subito gli spettatori, soprattutto quelli più giovani. Non tanto perché ama leggere, va bene a scuola, ha un rapporto conflittuale con la mamma e sembra più grande dei suoi 17 anni.

La ragazza romana è stata salutata come "una di noi" perché è un'otaku con la passione per la Corea: adora i BTS, i Re Mida del K-Pop, e non può fare a meno di Killing Stalking, il violento manwha sulla love story tra il serial killer Sangwoo Oh e il suo stalker Yoon Bum, scritto dalla giovane autrice Koogi.

Su Instagram ha una fanpage dove posta citazioni da Ernest Hemingway e Chuck Palahniuk, Tahereh Mafi e Italo Calvino.

Il tormentone "Voglio il wi-fi"

Aurora De Lorenzi, a differenza di Giulia, è una tiktoker e aspirante modella, anche se non conta ancora tanti follower su Instagram. È diventato invece virale il tormentone "Voglio il wi-fi" lanciato dagli youtuber Matteo Italiano e Luca Accattino, in arte Hmatt, nella loro video-reaction.

Spulciando tra i commenti, spunta persino quello di Wanda Pasqualucci, la madre di Giulia. "Sono la 'rompipalle' che ha partecipato al programma Quasi quasi cambio i miei... Vi ringrazio per questo video, mi ha molto divertito", scrive la signora con profonda autoironia.

"Dove ho già visto Aurora?"

Aurora e il fratello Alessio non sono nuovi al mondo della televisione: hanno già partecipato ai provini del docu-reality Il collegio di Rai 2.

L'edizione era la quarta, quella ambientata nel 1982, ma i fratelli non sono stati scelti tra i 22 alunni concorrenti.

e il fratello Alessio?

Alessio De Lorenzi, il fratello di Aurora, è in realtà un giovane attore. Classe 2003, studia al Liceo scientifico Malpighi di Roma ed è rappresentato dall'agenzia Black & White Management.

È apparso in un paio di spot e spettacoli teatrali, e in piccoli ruoli nella serie 1993 (era il figlio dell'onorevole Onofri) e nella commedia Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno, dove era Sebastiano (il personaggio di Alessandro Gassmann) da piccolo.

Vivi, la star (discussa) dei social

Nella quarta puntata, insieme ai "gemelli diversi" Giuseppe e Giacomo, la protagonista è Vivi Marcucci. Chi bazzica i social la conosce bene: Vivi è una influencer da oltre un milioni di like su TikTok e 100mila follower su Instagram.

Oltre che tiktoker, Vivi è anche youtuber (postava tutorial, racconti personali e challenge: ormai il suo canale è fermo da un anno) e ha fatto discutere per un video "irresponsabile", ancora online, nel quale spiega (con eccessiva leggerezza) come ha perso 15 chili in pochi mesi smettendo "di seguire la dieta della nutrizionista, per seguire la mia".

Vittoria la modella

Pure Vittoria Dello Iacono, protagonista del quinto episodio con Angelica, non è nuova al mondo dello spettacolo. La 17enne tomboy fiorentina, corpo ricoperto da 24 tatuaggi, è un'aspirante modella professionista.

Se un format come Cambio moglie è diventato il secondo programma più visto di Nove dopo Fratelli di Crozza, il debutto di Quasi quasi cambio i miei su Discovery+ appare incoraggiante. Non rivoluzionerà la storia della televisione, ma almeno aiuta a far capire qualcosa in più su errori, disagi e sofferenze dei teenager della Generazione Zero.

Leggi anche

      Cerca