Doctor Strange 2 potrebbe portarci anche nell'universo dei fumetti

Nuovi dettagli sui casting di Doctor Strange nel Multiverso della Pazzia suggeriscono che il film esplorerà Terra-616, l'universo nel quale si svolgono gli eventi principali dei fumetti.

Marvel Studios/Disney Benedict Cumberbatch è Stephen Strange nel MCU

Doctor Strange nel Multiverso della Pazzia è uno dei titoli Marvel più attesi al cinema. Già il titolo suggerisce che il cardine attorno al quale ruoterà il film con Benedict Cumberbatch sarà il multiverso e ora la notizia di un casting sembrerebbe dare ulteriore conferma di ciò che i fan si aspettano di vedere sullo schermo.

Secondo Spotlight, noto portale che mette in contatto agenti e attori in Europa, America e Australia, Jon Prophet apparirà in Doctor Strange 2 nei panni di un personaggio per ora noto semplicemente come “New Yorker 616”.

Il numero 616 non è estraneo ai lettori dei fumetti. Terra-616 è infatti la realtà che fa da sfondo alla maggior parte degli eventi che hanno per protagonisti Iron Man, Captain America, Thor e tutti gli altri.

Nel Marvel Cinematic Universe le cose non stanno così. L'universo nel quale si svolgono le vicende dei coraggiosi eroi è infatti Terra-199999.

Ai più attenti non sarà però sfuggito che Terra-616 è stata già menzionata nel MCU svariate volte, in Thor: The Dark World e in Spider-Man: Far From Home per esempio.

Erik Selvig scrive le parole universo 616 sulla lavagna mentre tenta di spiegare la sua teoria riguardo la convergenza tra la Terra e gli altri Nove Regni.

Marvel Studios/DisneyStellan Skarsgård è il dottor Erik Selvig in Thor: The Dark World
Possiamo leggere le parole 616 universe appena sopra la testa di Erik

In Spider-Man: Far From Home Mysterio si presenta a Peter con queste parole: “Questa è la Terra, dimensione 616. Io vengo da Terra-833”. Anche se sappiamo che le storie del Marvel Cinematic Universe sono ambientate su Terra-199999, le parole di Mysterio non rappresentano solo una strizzatina d'occhio ai lettori dei comics, ma potrebbero anche essere un indizio su ciò che vedremo in futuro.

La presenza di un personaggio chiamato “New Yorker 616” in Doctor Strange 2 apre la porta a nuove ipotesi: il film potrebbe esplorare l'universo dei fumetti, introdurre nuovi volti e persino far sì che i nostri eroi incontrino le loro controparti provenienti da un mondo parallelo.

Per scoprire cosa accadrà dovremmo attendere la distribuzione della pellicola di Sam Raimi al cinema il prossimo 25 marzo 2022.

Leggi anche

      Cerca