Una semplice domanda: Netflix Italia annuncia l'arrivo di Alessandro Cattelan

Un docu-show in 8 puntate, attualmente in produzione, che dovrebbe sbarcare entro l'anno. Filosofia in salsa pop presentata in modo virale.

Dopo l’addio a X Factor in molti si sono chiesti su quali lidi sarebbe sbarcato Alessandro Cattelan e quali progetti avrebbe scelto per dare seguito alla sua “crescita” da conduttore pop. Cattelan continua ad essere per molti un’eterna promessa: troppo pop per la generalista, troppo bravo per il satellite. Ecco, la promessa, adesso, prova a mantenerla Netflix.

Una semplice domanda

Si chiama Una semplice domanda il nuovo docu-show in 8 puntate che Alessandro Cattelan sta attualmente girando e che dovrebbe raggiungere la messa in onda, anzi, lo streaming, entro quest’anno. Tutto nasce da una domanda di Nina, la figlia di Cattelan, al papà: “Come si fa ad essere felici?”. Una frase che può essere riflessione, creatività, passione. Una frase scomoda e furba insieme perché permette di essere contenitore per qualunque cosa. E il progetto, di fatto, sembra poter avere ogni tipo di cartuccia. Cattelan infatti proverà a rispondere a questa domanda e, per farlo, viaggerà in Italia e all’estero, intervistando persone e personaggi e condividendo con loro esperienze che lo aiuteranno a trovare una risposta. Si parlerà di sesso, di morte, di fama, di soldi. A rivelarlo è il trailer rilasciato oggi, 10 maggio, dalla piattaforma e che potete vedere in apertura.

NetflixUna semplice domanda: il trailer svela i temi del docu-show
Uno screenshot del trailer con i temi di Una semplice domanda

Un lancio virale

Quando si tratta di investire su una novità, Netflix fa le cose in grande. Oggi è partita una bella operazione di unconventional marketing a Roma e a Milano. Sono stati installati due megaschermi a Campo De’ Fiori e Piazza San Babila, su entrambi, una grande scritta rossa: SPOILER ALERT. Poi su Instagram, durante una diretta, Netflix ha svelato il meccanismo del suo esperimento: per ogni tweet con hashtag #unasemplicedomanda, sarebbe stato eliminato un pixel nero del pannello rivelando quindi il contenuto. L’hashtag è trend topic da ore anche se, in molti, tra i vari entusiasmi, sono rimasti delusi perché avevano ipotizzato nuove rivelazioni su Stranger Things o nuove serie Netflix.

NetflixNetflix rivela Una semplice domanda, lo show di Cattelan, con un'operazione di marketing
Le storie Instagram di Netflix sul lancio virale

Un taglio amato da Netflix

Netflix, ormai, lo fa da un po’. Prende dei personaggi forti, che hanno qualcosa da dire, e li mette in viaggio alla scoperta del senso della vita. Lo ha già fatto con Zac Efron, Michelle Obama, Phil Rosenthal (creatore di Tutti amano Raymond). Tutti in giro tra natura e cibo, paesaggi e incontri. E Cattelan, che da anni tenta l’approccio alla filosofia applicata alla vita, ci sta come un limone tra le cozze. Ricordiamo il monologo sui figli fatto con Mastrandrea nel suo defunto show EPCC  - E poi c’è Cattelan. Ecco, forse nasce proprio lì, la nuova narrazione di Alessandro Cattelan. E in risposta alla figlia, e alla sua “semplice domanda”, il conduttore dice: “Ero convinto di sapere qualcosa sulla felicità. Ho una bella famiglia, sono in salute, ho un bel lavoro, dovrei sapere cosa sia la felicità. E allora perché mi ha messo in crisi quella che in fin dei conti è solo Una Semplice Domanda?”.

Una semplice domanda il trailer di Netflix
Il trailer di Una semplice domanda fa ironia sugli spoiler su Netflix

Tappa su Rai 1

Prima di sbarcare su Netflix entro fine anno, Cattelan farà tappa su Rai 1 con uno show in due prime serate che, al momento, è calendarizzato per settembre al mercoledì sera. Si chiama Da grande e racconterà la generazione dei quarantenni del 2021 che si trovano a fare i conti con l’età adulta. L’approccio pop alle domande esistenziali della vita, continua. Entrambi gli show, sia quello in Rai che quello su Netflix, sono prodotti da Fremantle, un team che Cattelan conosce bene e che lo seguiva già ad X Factor.

Leggi anche

      Cerca