Che ne sarà dell'uscita di Assassinio sul Nilo? Le novità e le ipotesi sul destino del film

Assassinio sul Nilo doveva arrivare al cinema alla fine del 2019, invece è ancora in un cassetto di 20th Century Studios. Vari problemi e la pandemia hanno ritardato il lancio. E ora il film deve fare i conti con lo scandalo che ha travolto Armie Hammer.

20th Century Studios Kenneth Branagh è Hercule Poirot in Assassinio sul Nilo

Dopo il successo di Assassinio sull'Orient Express (che ha incassato più di 350 milioni di dollari), Assassinio sul Nilo sembrava una vittoria facile. Invece, il film è fermo ai box dal 2019 e sul suo futuro pende un grande punto interrogativo. La seconda incursione di Kenneth Branagh nel mondo di Agatha Christie ha affrontato numerose vicissitudini. Prima, i ritardi nelle riprese. Poi, l'acquisizione di Fox da parte di Disney e la pandemia. E adesso, lo scandalo dei presunti abusi sessuali che ha travolto Armie Hammer, uno dei protagonisti principali della pellicola.

L'uscita di Assassinio sul Nilo al cinema ha subito continui rinvii. E anche se ora c'è una (nuova) data, tra gli addetti ai lavori c'è chi nutre più di una perplessità sul fatto che il film arrivi davvero in sala. Quale sarà il destino della pellicola?

La lunga sequenza di rinvii e la nuova data di uscita

Assassinio sul Nilo avrebbe dovuto arrivare al cinema il 20 dicembre 2019, invece è ancora chiuso in un cassetto di 20th Century Studios (come si chiama adesso 20th Century Fox, dopo l'acquisizione da parte di Disney). Il film di Kenneth Branagh basato sull'omonimo, celebre romanzo di Agatha Christie è stato rimandato una prima volta al 9 ottobre 2020 e da allora ha subito una lunga sequenza di rinvii.

Come per decine di altre pellicole, anche per Assassinio sul Nilo la causa è stata la pandemia di Covid-19, che ha spinto la compagnia della Casa del Topo a rimandare l'uscita del film prima al 23 ottobre, poi al 18 dicembre e infine a ritirarlo dal calendario. In seguito, 20th Century Studios ha riprogrammato la pellicola al 17 settembre 2021. Ma la nuova slot non è durata a lungo. Pochi mesi prima della (presunta) uscita, la major ha annunciato di avere posticipato il lancio all'11 febbraio 2022 (negli USA).

Il rinvio è uno dei più lunghi tra i film che fanno parte del paniere di Disney. E anche se la Casa del Topo nega che sia così, è inevitabile vedere nella valanga di accuse di abusi contro Armie Hammer una connessione con l'ultimo e significativo spostamento in avanti della data di uscita della pellicola.

Lo scandalo di Armie Hammer e le conseguenze su Assassinio sul Nilo

All'inizio del 2021, Armie Hammer è finito nell'occhio del ciclone per una serie di chat private che rivelavano disturbanti fantasie sessuali dell'attore. Lo scandalo si è allargato rapidamente e sulla star di Chiamami col tuo nome si è riversata una valanga di accuse di comportamenti inappropriati, abusi e violenza, che ha raggiunto il culmine con la denuncia di un presunto stupro avvenuto nel 2017 a Los Angeles.

Hammer ha negato tutto, ma l'immagine dell'attore ha subito un durissimo colpo e altrettanto la sua carriera. Dopo avere "rinunciato" alla parte principale nel film Shotgun Wedding al fianco di Jennifer Lopez, il protagonista di Mine e Rebecca ha perso i ruoli nelle serie TV The Offer e Gaslit e nella pellicola Billion Dollar Spy. Inoltre, l'agenzia che lo rappresentava ha chiuso la collaborazione a inizio febbraio.

The Estate of Agatha Christie, 20th Century Studios, Scott Free ProductionsAssassinio sul Nilo: Armie Hammer e Gal Gadot
La presenza di Armie Hammer è un problema per Assassinio sul Nilo

Di fatto, la stella di Armie Hammer è in caduta libera. Ma non solo. La presenza dell'attore in un film è un problema. E secondo diversi commentatori, la decisione di 20th Century Studios e in ultima istanza di Disney di posticipare di 5 mesi la data di uscita di Assassinio sul Nilo sarebbe proprio un modo per prendere tempo, capire come evolverà la posizione di Hammer ed elaborare una strategia.

Al momento, l'ipotesi di effettuare dei reshooting e sostituire l'attore come accaduto con Kevin Spacey per Tutti i soldi del mondo non sembra sul piatto. Un insider ha spiegato che Armie Hammer è di fatto il protagonista maschile di Assassinio sul Nilo e un altro ha confermato che 20th Century Studios non sta pensando di fare nuove riprese o "rivedere" il ruolo dell'attore. Il problema per questa soluzione non sarebbe "solo" il costo (proibitivo) dell'operazione, ma anche la difficoltà di riportare sul set il cast stellare del film, che annovera tra gli altri Tom Bateman, Annette Bening, Gal Gadot, Sophie Okonedo, Rose Leslie e lo stesso Kenneth Branagh. 

Secondo un anonimo dirigente di uno "studio rivale", l'unico modo per affrontate la situazione è probabilmente quello di prendere di petto la vicenda e dichiarare la volontà di non vanificare il lavoro di centinaia di persone a causa di una sola. Ma di sicuro, per 20th Century Studios non sarà facile gestire la promozione di Assassinio sul Nilo. Ed è praticamente certo che Armie Hammer non farà parte del tour di lancio. Sempre se ci sarà. Anche se lo studio del gruppo Disney ha fissato una (nuova) data di uscita, l'anonimo dirigente rivale ha detto di non escludere che alla fine il film possa saltare la distribuzione al cinema e arrivare direttamente in streaming su Hulu

The Estate of Agatha Christie, 20th Century Studios, Scott Free ProductionsAssassinio sul Nilo: i protagonisti
Gal Gadot ha detto di non conoscere il destino di Assassinio sul Nilo

Vale la pena sottolineare che si tratta solo di un'ipotesi e che la Casa del Topo non ha rilasciato alcun commento in proposito. Tuttavia, è effettivamente una possibilità realistica. E potrebbe diventarlo ancora di più, se la posizione di Armie Hammer si aggravasse. Al momento, l'attore non è stato formalmente accusato di nulla. Tuttavia, il 3 febbraio 2021 la polizia di Los Angeles ha aperto un'indagine su di lui, in quanto "il principale sospettato" nel caso di una "presunta violenza sessuale". 

La situazione è in continuo divenire e gli stessi protagonisti della pellicola hanno rivelato di non sapere con esattezza cosa accadrà. In un'intervista con un magazine israeliano, Gal Gadot ha detto di non avere idea del destino del film:

È molto complicato. Se davvero [Armie Hammer, n.d.r.] ha fatto ciò di cui lo accusano, allora il resto non importa. Deve pagare il prezzo delle sue azioni e assumersi le sue responsabilità. Non so cosa succederà.

Dunque, in definitiva, al momento Assassinio sul Nilo ha una data di uscita al cinema. Ma non è detto che la pellicola di Kenneth Branagh arriverà in sala. Se lo scandalo di Armie Hammer assumerà proporzioni ingestibili, l'ipotesi della distribuzione in streaming sembra la più probabile. Negli USA, la piattaforma di riferimento per i contenuti Disney non specificatamente per famiglie è Hulu. Invece, in Italia, il film potrebbe arrivare su Star (come è accaduto con Nomadland). 

Per saperlo, non si può fare altro che aspettare. Rimanete sintonizzati, per conoscere tutte le novità.

  • Al momento, 20th Century Studios ha fissato l'11 febbraio 2022 come data di uscita negli USA per Assassinio sul Nilo.

  • Secondo le ultime notizie, Assassinio sul Nilo sarà distribuito al cinema. La pellicola dovrebbe arrivare nelle sale USA l'11 febbraio 2022. Tuttavia, lo scandalo che ha travolto Armie Hammer, uno dei principali protagonisti del film, potrebbe fare cambiare i piani di 20th Century Studios e portare all'uscita di Assassinio sul Nilo direttamente in streaming. La piattaforma probabile all'estero è Hulu, mentre in Italia potrebbe essere Star di Disney+.

Fonti: Deadline, Variety, Variety, Mako (via Comic Book)

Leggi anche

      Cerca