Elena o Lila: chi è L'amica geniale a cui fa riferimento il titolo?

A chi fa riferimento il titolo della serie L'amica geniale? Alla timida voce narrante di Elena o al volitivo carattere di Lila?

RAI Lenù e Lila leggono un libro

Elena Greco e Raffaella Cerullo, meglio note come Lenù e Lila, sono le protagoniste dei romanzi di Elena Ferrante e della serie Rai/HBO tratta dalla popolarissima serie di libri della Quadrilogia Napoletana. Chi delle due è L'amica geniale? La risposta arriva alla fine della prima serie e c'è completamente: entrambe sono l'amica geniale. Ognuna di loro è un modello da ammirare, invidiare e con cui competere per l'altra. 

Lila è geniale agli occhi di Lenù

La risposta più ovvia sembrerebbe essere Lila. La giovane abitante del Rione dimostra infatti sin da piccolissima di essere incredilbimente intelligente e portata per ogni materia scolastica, almeno finché riesce ad andare a scuola. Abilissima in matematica, scrittrice prodigiosa in La fata blu, si dimostrerà più avanti un'abile designer di scarpe e una dotata commerciante. Pur avendo dovuto interrompere gli studi contro la sua volontà, riuscirà senza difficoltà a leggere i libri scolastici delle superiori di Elena e a darle una mano con le lingue antiche e le scienze. 

Non solo: entrando in contatto con le idee politiche della sinistra, si dimostrerà una pensatrice acuta e senza pregiudizi, radicale e incisiva nei suoi ragionamenti. 

RAILila e Lenù sfogliano un album di fotografie
Lila agli occhi di Lenù è geniale, ma quest'ultima è spesso inconsapevole che il sentimento è reciproco

Non bisogna però dimenticare che i quattro romanzi sono narrati dalla prospettiva di Elena e anche la serie segue il suo sguardo. Questo fatto è spesso sottolineato da Elena Ferrante: nei fatti né Lenù nè nessun altro conoscono i pensieri di Lila o la vastità della sua intelligenza e il suo dolore. 

Elena è l'amica geniale di Lila

Di Elena invece siano testimoni di tutte le difficoltà e le meschinità in prima persona. Di carattere è schiva e osservatrice, timida e spesso impacciata nel proprio corpo. Quando però gli altri parlano di lei in sua presenza, spesso nelle loro parole ricorre l'ammirazione per la sua intelligenza e anche per la sua bellezza, anche se meno abbagliante di quella di Lila. 

Lenù si descrive come mediocre, ma sul lungo periodo si dimostra in grado di perseguire i suoi obiettivi. È tra i pochissimi ragazzi del Rione a diplomarsi e a proseguire la sua carriera scolastica, anche se non è certo la persona con la via spianata e le risorse finanziare necessarie e studiare senza dover pensare ad altro. Lenù si dimostra una grande osservatrice e i suoi giudizi sulle persone "a pelle" si dimostrano spesso corretti. 

Lenù tende a sottolineare i propri difetti morali, le sue reticenze e le sue invidie, soprattutto verso Lila, con cui è in costante competizione. La sua scrittura di brutale onestà tende a ritrarsi in luce negativa, mentre Lila rimane un mistero. Il lettore e lo spettatore noteranno che entrambe danno prova di lealtà verso l'amica, anche se con episodi di cattiveria e rivalsa sull'altra da ambo le parti. La loro amicizia complessa, mutevole, tenace, in cui entrambe dimostrano di essere eccezionali (nel bene e nel male) è alla base della storia e del suo successo.

Alla fine della prima stagione sarà Lila a dire a Lenù che lei è "la sua amica geniale", facendo capire alla ragazza quanto la stima e l'affetto che prova per l'amica siano reciproci.

  • Alla fine della prima stagione Lila dice a Lenù che lei è "la sua amica geniale", facendo capire alla ragazza quanto la stima e l'affetto che prova per l'amica siano reciproci.

    L'amica geniale è una storia di amicizia tra due donne che si ammirano e s'invidiano, che riescono a vedere la genialità dell'altra più chiaramente della propria.

  • Sia Lila sia Lenù sono l'amica geniale. Ognuna di loro è un modello da ammirare, individiare e con cui competere per l'altra. 

    Alla fine della prima stagione sarà Lila a dire a Lenù che lei è "la sua amica geniale", facendo capire alla ragazza quanto la stima e l'affetto che prova per l'amica siano reciproci.

  • No, non solo. 

    Sia Lila sia Lenù sono l'amica geniale. Ognuna di loro è un modello da ammirare, individiare e con cui competere per l'altra. 

    Alla fine della prima stagione sarà Lila a dire a Lenù che lei è "la sua amica geniale", facendo capire alla ragazza quanto la stima e l'affetto che prova per l'amica siano reciproci.

Leggi anche

      Cerca