Prodigal Son è stata cancellata: la serie finisce con la stagione 2

Niente da fare per Prodigal Son. Dopo il rinnovo sul filo di lana al termine della prima stagione, la serie non ripete l'exploit. Fox ha deciso di cancellare la storia di Malcolm Bright e di suo padre, il serial killer Martin Whitly.

Warner Bros./ FOX Entertainment I protagonisti di Prodigal Son

A pochi giorni dalla messa in onda dell'ultimo episodio della stagione 2 (il 18 maggio in USA e il 30 in Italia), arriva una notizia che i fan di Prodigal Son avrebbero preferito non ricevere. Come scrivono Deadline e Variety, Fox ha deciso di non rinnovare la serie. A quanto pare, la decisione è stata "sofferta", ma inevitabile per gli ascolti "piuttosto modesti". Tuttavia, la storia dell'ex profiler dell'FBI Malcolm Bright e di suo padre Martin Whitly, il serial killer conosciuto come "il chirurgo", potrebbe avere ancora una speranza.

Prodigal Son è una co-produzione che vede coinvolta anche Warner Bros. TV. La serie è disponibile in streaming su HBO Max e sulla piattaforma ha avuto delle performance decisamente migliori in termini di visualizzazioni, che potrebbero spingere lo studio a valutarne l'acquisizione. Ma è bene dirlo, al momento è solo una pura ipotesi e non ci sono indicazioni ufficiali in tal senso.

Di sicuro, la cancellazione di Prodigal Son non arriva del tutto inaspettata. Come osserva Deadline, la serie era un "bubble show", ovvero una produzione il cui futuro è in bilico a ogni stagione. Ma se l'anno passato è stata l'ultima a essere rinnovata da Fox, dopo gli Upfront e sul filo di lana, questa volta lo studio ha agito d'anticipo, annunciando la chiusura prima del tradizionale appuntamento di primavera tra network, stampa e inserzionisti in cui vengono presentati i palinsesti.

Dunque, l'ultimo episodio della stagione 2 sarà di fatto quello conclusivo di Prodigal Son. Poi, i fan dovranno dire addio (forse per sempre, forse no) ai loro beniamini. Dopo avere aiutato le forze dell'ordine ad arrestare il padre, Malcolm Whitly/Bright ha trascorso 10 anni senza vederlo ed è diventato un profiler dell'FBI e poi un consulente della polizia di New York. Ma il caso di un killer copycat ha costretto il giovane a riallacciare i rapporti con l'uomo e da quel momento i due hanno iniziato una bizzarra, disfunzionale relazione. Come andrà a finire il loro rapporto? E cosa accadrà ai vari personaggi che gravitano intorno a loro?

Per i fan italiani, la risposta arriverà il 30 maggio. Ma intanto, il cast ha dato il suo saluto ai personaggi e agli spettatori, a partire dall'interprete di Malcolm Whitly/Bright, Tom Payne:

Che viaggio incredibile. Interpretare Malcolm è stata una gioia e un privilegio. Il miglior cast della TV e la serie più unica in circolazione. Lo abbiamo fatto con stile. Il mio affetto va a tutti voi che ci avete sempre seguiti. Non perdete gli ultimi due episodi. Sono incredibili!

Parole simili sono arrivate da Bellamy Young, che nella serie è Jessica Whitly, la madre di Malcolm:

Voglio solo dire grazie a tutti i meravigliosi fan di Prodigal Son per avere condiviso con noi questa avventura. Come potete immaginare, ho il cuore spezzato all'idea di non poter continuare a raccontare questa storia. Faremo un'uscita in grande stile, proprio come in grande stile sono gli ultimi 2 episodi. Grazie di cuore a tutti.

Della lunga lista dei saluti fanno parte anche Keiko Agena (Edrisa Tanaka):

E Aurora Perrineau (il detective Dani Powell), che ha ringraziato il suo personaggio, i colleghi, tutta la crew e i fan per la fantastica esperienza vissuta:

Nel cast di Prodigal Son ci sono (c'erano) anche Michael Sheen, Lou Diamond Phillips, Halston Sage e Catherine Zeta Jones (dalla stagione 2). Un ensemble di tutto rispetto, che insieme alla storia non convenzionale e alle varie vicissitudini dei protagonisti ha fatto entrare la serie nel cuore dei fan. Ma non ha funzionato abbastanza per garantire a Prodigal Son una corsa più lunga.

Leggi anche

      Cerca