Perché Sophia Bush lasciò Chicago P.D.? L'addio dell'attrice e il destino di Erin

Il finale della quarta stagione di Chicago P.D. coincide con l'ultima apparizione del personaggio di Erin Lindsay, interpretato da Sophia Bush. Scopriamo le ragioni dietro la scelta dell'attrice di abbandonare la serie per sempre.

Collision Conf Sophia Bush alla Collision Conference

Per quattro anni Sophia Bush è stata una delle protagoniste principali di Chicago P.D., la serie poliziesca di Dick Wolf nata da una costola di Chicago Fire.

L'attrice ha prestato il volto alla detective Erin Lindsay inizialmente nella serie madre del franchise, e successivamente nello spin off Chicago P.D. assumendo un ruolo di primo piano.

Nel finale della quarta stagione della serie di NBC, il personaggio interpretato da Sophia Bush esce di scena definitivamente, senza più fare ritorno, neanche negli altri progetti dello stesso universo (Chicago Med e Chicago Justice).

Il finale riservato a Erin in Chicago P.D.

Ma come si conclude la storia di Erin? Nell'ultima manciata di episodi di Chicago P.D. la detective minaccia un pedofilo durante un interrogatorio, un comportamento che le costa l'allontanamento dall'Unità Intelligence del Dipartimento di Polizia di Chicago

Nonostante ciò, grazie all'intervento del suo ex capo Voight, a Erin verrà proposto di entrare in una squadra dell'FBI in un'operazione anti-terrorismo.

Erin lascia così Chicago in Bivio, il ventitreesimo e ultimo episodio della quarta stagione della serie.

Nelle settimane successive all'ultima apparizione del personaggio, sono state molte le speculazioni riguardo a un possibile ritorno di Sophia Bush nella stagione successiva, ma l'attrice non ha più fatto alcuna apparizione.

Embed from Getty Images

Le ragioni di Sophia Bush

Più di un anno dopo la sua dipartita, Sophia Bush ha rivelato i motivi che l'hanno spinta ad abbandonare il ruolo di Erin Lindsay.

Opite in un episodio del podcast di Dax Shepard, Armchair Expert, Sophia Bush ha raccontato la propria esperienza sul set di Chicago P.D., descrivendo l'ambiente di lavoro come invivibile.

L'attrice ha affermato di aver sentito il desiderio di allontanarsi da una situazione che non la faceva stare bene. In un primo momento Sophia ha sopportato alcuni comportamenti scorretti sul set per il bene dello show, ma così facendo ha messo a rischio la propria salute. Era il suo stesso corpo a darle dei segnali sul suo malessere mentale.

L'attrice si sentiva a pezzi, ma è stata convinta a rimanere in silenzio, perché le sue lamentele avrebbero causato difficoltà a tutto il cast della serie.

Inizialmente Sophia ha chinato il capo, ma quando ha compreso quali fossero le sue priorità, ha deciso di dire addio per sempre al personaggio di Erin Lindsay.

Quando le è stato chiesto di comparare l'esperienza sul set di Chicago P.D. con quella di One Tree Hill (solo qualche mese prima il creatore della serie, Mark Schwahn, era stato accusato dalla stessa Sophia e dalle altre attrici protagoniste di cattiva condotta sessuale), ha parlato di una sostanziale differenza.

Embed from Getty Images

Schwahn era come un ragazzino, mentre avere a che fare col boss di Chicago P.D. era un incubo costante:

È stato un continuo perpetrare comportamenti scorretti. E quando qualcuno ti aggredisce in una stanza piena di gente, e tutti distolgono lo sguardo o guardano il pavimento o il soffitto, e tu sei l'unica donna nella stanza, e ogni uomo è il doppio della tua taglia ma fa finta di nulla, inizi a chiederti se tu sia degna di essere difesa.

È stato dopo il primo table read della quarta stagione che Sophia ha parlato chiaramente ai produttori, dicendo loro che se le cose non fossero cambiate, lei avrebbe lasciato lo show nonostante fosse sotto contratto. E se ciò non le fosse stato permesso, avrebbe citato in giudizio la rete per tirarsi fuori dai giochi.

Le sue lamentele sono arrivate all'allora presidente di NBC Entertainment, Jen Salke, che l'ha immediatamente rassicurata dicendole che non avrebbero mai provato a convincerla a restare contro la sua volontà. Parole che Sophia Bush ha realmente apprezzato.

Infine l'attrice e attivista ha tenuto a sottolineare durante il podcast di non essere una persona difficile con cui lavorare, ma di esserlo stata probabilmente negli ultimi giorni sul set di Chicago P.D. perché si sentiva incredibilmente sola e ignorata.

Le forti dichiarazioni di Sophia non lasciano molti dubbi sul fatto che difficilmente riprenderà in futuro il ruolo di Erin.

  • Il ventitreesimo e ultimo episodio della quarta stagione, intitolato Bivio.

  • Il personaggio di Erin non ha più fatto alcuna apparizione in Chicago P.D. e non è previsto un suo ritorno. 

  • No, il personaggio non muore. Semplicemente viene allontanato.

"File:Collision 2017 - Sophia Bush 07.jpg" di "Collision Conf" usata con licenza CC BY 2.0

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca