Russian Doll: il finale e la spiegazione della prima stagione

Alcune stagioni terminano con colpi di scena o cliffhanger al cardiopalma. Non è il caso di Russian Doll, ma il finale della prima stagione è comunque molto intenso.

Ci sono alcune serie che continuiamo ad aspettare con l'entusiasmo del primo episodio nonostante la pandemia le abbia messe in panchina. Un esempio è sicuramente la serie a marchio Netflix Russian Doll.

La serie "total woman" è approdata sulla piattaforma streaming il primo febbraio 2019 e già pochi giorni dopo è stata confermata una seconda stagione. Ovviamente sappiamo tutti cos'è successo appena un mese dopo (soltanto una pandemia globale), Russian Doll quindi è stata messa su una mensola in attesa di tempi migliori.

Ma finalmente questi tempi sono arrivati, infatti TVLine ha confermato che il primo marzo 2021 sono iniziate le riprese della seconda stagione. E a togliere ogni dubbio ci ha pensato twitter e la stessa Lyonne.

Ovviamente trama, data di uscita e novità riguardo il cast sono avvolte nel mistero, perciò armiamoci di altra pazienza e attendiamo notizie certe.

Russian Doll 2 è quindi in cantiere e noi potremmo approfittare di questi ultimi mesi d'attesa per rivedere la prima stagione e magari dare un significato nuovo al finale.

La trama della prima stagione

Russian Doll è una serie prodotta da Netflix e ideata da Amy Poehler, Leslye Headland e Natasha Lyonne (la Nicky di Orange is the New Black). La black comedy, composta da 8 episodi di circa 30 minuti ciascuno, segue le vicissitudini di Nadia e del loop temporale nel quale si ritrova il giorno del suo 36esimo compleanno.

Embed from Getty Images

Come nel più famoso Ricomincio da Capo, in Russian Doll Nadia (interpretata dalla stessa Natasha Lyonne) rivive numerose volte il giorno del suo compleanno che si conclude sempre con la sua morte. La cosa si ripete all'infinito e ogni volta che Nadia tenta di evitare la situazione che l'ha portata a morire il "giorno prima", puntualmente muore in un altro bizzarro modo e si ritrova davanti allo specchio di casa nel bel mezzo della festa.

Nadia, egoista e disfattista programmatrice informatica, a metà della stagione incontra l'ossessivo compulsivo Alan - interpretato da Charlie Barnett - incastrato nello stesso loop temporale della protagonista. Dall'episodio 01X04 intitolato La Routine di Alan, i due cercano di capire perché gli stia accadendo questo e in che modo sono collegati l'uno all'altro.

Embed from Getty Images

Con il passare degli episodi e delle morti di entrambi, il presente si sgretola e le persone che appartengono alla vita di Nadia e Alan iniziano a scomparire, segno che l'epilogo è dietro l'angolo.

L'ultimo episodio e la spiegazione del finale

L'episodio finale 01X08 intitolato Arianna, mette quasi tutti i tasselli del puzzle a posto (se date per buona la spiegazione propinata dalle sceneggiatrici). L'emblematico titolo dell'episodio richiama al mito di Arianna e Teseo. La leggenda narra che la donna diede al suo amato un filo per permettergli di inoltrarsi nel labirinto per uccidere il minotauro e uscirne vivo.

In questo episodio assistiamo ad uno sdoppiamento della realtà in due universi paralleli. Il presente si materializza nuovamente e ciò fa illudere Nadia e Alan circa l'interruzione del loop temporale in cui erano incastrati. In realtà ognuno è in un universo diverso in cui l'uno non conosce l'altro.

Alan ha ritrovato la fiducia in se stesso, comprendendo che il voler controllare tutto e tutti alla lunga soffoca chi gli sta intorno ed è pronto a vivere in modo propositivo la sua vita. Nadia ha imparato a prendersi cura di sé e degli altri, perdonando la Nadia bambina che aveva abbandonato la madre.

L'unico problema è che la versione migliore di entrambi si trova in due universi opposti in cui l'altro è ancora disfattista, non ha vissuto tutta la storia dei loop temporali e quindi è in pericolo di vita. Ed è qui che ci rimanda il titolo dell'episodio.

NetflixUno dei tanti risvegli di Alan e Nadia dopo essere morti per l'ennesima volta

Il nuovo Alan deve convincere Nadia a fidarsi di lui e a seguirlo in modo da spezzare la catena degli eventi, la nuova Nadia - più sensibile e premurosa - dovrà convincere un ubriaco e disperato Alan a non suicidarsi per la fine della sua storia. 

Dopo qualche tentativo (neanche troppi) i due riescono nell'intento e la stagione si conclude con i due universi che si fondono durante una bizzarra quanto inquietante parata in maschera, con i protagonisti che si mescolano per lasciare il posto alle nuove versioni di Alan e Nadia.

Finisce così la prima stagione di Russian Doll, ossia con la soluzione del rebus che aveva incastrato i due nel giorno peggiore della loro vita. Una soluzione forse troppo banale e semplicistica - in tutti i film in cui c'è qualcosa di strano l'enigma si risolve facendo buone azioni o diventando persone migliori - e basandoci sui primi episodi forse ci saremmo aspettati qualcosa di più complesso.

C'è da dire però che il finale che abbiamo visto ormai due anni fa sarebbe andato bene anche come finale di serie. Visto che ci sarà sicuramente una seconda stagione è probabile che la soluzione sia un'altra o comunque che ci sia ancora qualcosa da risolvere.

  • L'ultimo episodio della prima stagione è 01X08 intitolato Arianna

  • Apparentemente sì. Entrambi salvano l'altro dal baratro che li avrebbe portati alla morte.

  • No, le versioni migliorate e consapevoli di Nadia e Alan sopravvivono, prendendo il proprio posto nell'universo presente.

Leggi anche

      Cerca