Come finisce Un passo dal cielo 6: l'ultima puntata della serie con Daniele Liotti

Si è conclusa Un passo dal cielo 6 - I Guardiani, con un finale ricco di colpi di scena che ha finalmente svelato chi ha ucciso Emma, moglie di Francesco, e fatto chiarezza sui misteri di Dafne. Ecco come finisce la serie.

Lux Vide/Rai Fiction I protagonisti di Un passo dal cielo 6

Un passo dal cielo 6 - I Guardiani ha congedato il pubblico di Rai 1 con un finale seguitissimo che ha, finalmente, portato molti nodi al pettine. Abbiamo scoperto chi ha ucciso Emma (Pilar Fogliati) e perché e, inoltre, conosciuto la verità su Dafne (Aurora Ruffino), uno dei nuovi personaggi del cast e per buona parte della serie interesse amoroso di Francesco (Daniele Liotti).

Il protagonista, che in questa stagione ha lasciato il corpo della Guardia Forestale seppure continuando a supportare l'amico Vincenzo (Enrico Ianniello) e gli altri del commissariato, si è confrontato con i suoi fantasmi e, grazie alla verità sulla scomparsa della compianta moglie, ha finalmente ritrovato lo spirito giusto per andare avanti con la sua vita.

Ad aiutarlo c'è Manuela (Giusy Buscemi), che molti fan hanno sempre reputato la "donna giusta" per lui.

Per ora, non ci sono informazioni ufficiali circa la realizzazione di nuovi episodi: il finale di Un passo dal cielo 6, però, ha tutta l'aria di essere un finale aperto, che promette di dischiudere nuovi scenari, sentimentali e non.

Il finale di Un passo dal cielo 6

Continuano le indagini sulla morte di Emma, Francesco non riesce a darsi pace. Dafne, visibilmente spaventata, riceve intanto una telefonata misteriosa. Qual è il suo segreto? Conosceva davvero Emma come sembra? Francesco, scosso dai dubbi sulla morte della compianta Emma, ha un confronto accorato con Manuela, che si scusa con lui per non averlo messo subito al corrente dei dubbi della polizia circa la scomparsa della donna. Francesco sostiene che la morte di Emma è per lui inaccettabile, perché è perfettamente consapevole che non sia avvenuta per malattia, ma per mano di qualcuno: il giorno del decesso sentiva che qualcosa non andava e non si perdonerà mai per questo, in quanto è ormai convinto come gli amici che sia stata uccisa.

Manuela, a quel punto, gli richiede il consenso per l’autopsia di Emma, ma Francesco non è intenzionato a far riesumare il corpo: vuole solo trovare chi l'ha uccisa e farsi giustizia. Vincenzo, intanto, si ritrova di nuovo tra l’amore appena sbocciato per Carolina e i (vani) tentativi di Elda di riconquistarlo. Huber cerca di spingere il commissario a dichiararsi a Carolina, ma Vincenzo crede che non sia il momento e per questo ha deciso di sacrificare il suo amore.

Lux Vide/Rai FictionPilar Fogliati in Un passo dal cielo
Chi ha ucciso Emma?

Francesco riprende a indagare sulla miniera e sulla truffa di Corrado Zeni: crede che sia quella la pista giusta per scovare l'assassino di Emma. Interroga un ex minatore, Ormond, e gli chiede se abbia mai visto la donna, dicendogli che qualcuno l’ha ammazzata. Lui nega di averla vista, ma Francesco non è intenzionato a demordere.

Dafne, intanto, si rende conto di essere seguita da un uomo proveniente dal passato, Dario Bericht, lo stesso della telefonata di qualche ora prima, ma non dice nulla a Francesco. I due trascorrono alcuni momenti insieme: entrambi sono molto silenziosi, lui si apre con la ragazza e le svela di sapere che la moglie è stata uccisa nel bosco della Strega perché aveva iniziato a indagare sulla truffa della miniera. Dafne propone all'uomo di partire con lei e Lara, lasciare quel posto per sempre e buttarsi tutto alle spalle, ma Francesco vuole conoscere la verità su Emma. L'indomani, Francesco trova morto l'uomo che qualche giorno prima seguiva Dafne: si tratta proprio di Dario Bericht, ucciso da un colpo di pistola e con al suo fianco, sul sedile dell'auto, 30mila euro in contanti. Francesco va subito da Dafne e trova la donna con suo padre: le dice che Bericht è morto, assassinato, e inizia a sospettare di loro.

Carolina e Vincenzo si avvicinano e sembrano essere finalmente pronti a iniziare la loro relazione, ma vengono interrotti da una telefonata dell'ex marito della donna: loro figlio, Paolo, è sparito da scuola. Vincenzo invia due volanti della polizia a cercare Paolo e Anna, un’altra ragazzina scomparsa. I due, in realtà, sono innamorati e si sono rifugiati su una panchina nel verde, proprio come Carolina aveva suggerito di fare al figlio. Il suo ex marito si arrabbia con lei e le inveisce contro, reputandola una madre sconsiderata e rinfacciandole di averli abbandonati 13 anni prima.

Lux Vide/Rai FictionAurora Ruffino è Dafne
Dafne nasconde un segreto che riguarda Lara

Francesco cerca di capire chi possa aver ucciso Bericht e trova una banconota insanguinata: inizia ad avere dei sospetti su come sono andate le cose e crede che Dafne sia coinvolta nell'omicidio, anche se la ragazza nega di aver visto Dario recentemente. Manuela, però, ha scoperto grazie alle telecamere che quest'ultimo seguiva Dafne da giorni e che lei lo aveva riconosciuto poco prima dell'omicidio. A quel punto, Dafne viene messa alle strette ma è suo padre a confessare l'omicidio, nonostante Francesco e Vincenzo non siano affatto convinti della sua versione.

Manuela, nel mentre, presenta la sua richiesta di trasferimento: vuole lasciare il commissariato e cambiare aria dopo il matrimonio andato a monte e camminare con le sue gambe in polizia. Il fratello non si dimostra d’accordo e cerca di distoglierla dall'idea, ma la supporterà a prescindere. La poliziotta ha un ruolo sempre più focale nelle indagini sulla morte di Emma: la scientifica ha sbloccato il cellulare della donna e Manuela lo restituisce a Francesco che, però, inizia a guardare una breve clip video registrata dalla moglie senza riuscire a terminarla.

In commissariato, Huber spiega a Vincenzo che l'ultima telefonata di Dario Bericht prima di morire è stata fatta a Samir Oblak, titolare di una ditta di import-export slovena. Quest'ultimo viene convocato in commissariato e interrogato da Vincenzo, che gli comunica che Dario è morto. Oblak sostiene di averlo sentito perché Bericht sapeva dove fosse sua figlia: 5 anni prima, infatti, due persone incappucciate hanno rapinato la sua casa, ucciso sua moglie e rapito la loro bambina, che si chiama Lara e ora dovrebbe avere circa 6 anni. Vincenzo e Francesco capiscono che Lara, la bambina che Dafne ha sempre spacciato per sua figlia, è in realtà la figlia di Oblak. Dafne, sentendosi ormai scoperta, fugge con Lara.

Lux Vide/Rai FictionLara in Un passo dal cielo 6
Lara non è figlia di Dafne

Continuano le indagini: il test del DNA conferma che Lara è figlia di Oblak e alcune impronte digitali trovate dalla polizia slovena nella villa accertano che Dafne ha preso parte alla rapina e che non è la madre di Lara, ma l'ha rapita. Francesco, alla ricerca di Dafne, trova un oggetto di Emma a casa della ragazza e inizia a sospettare che sia stata proprio lei a ucciderla, per metterla a tacere sul suo segreto legato a Lara. Il padre di Dafne consiglia a Francesco di andare a cercare lei e la bambina in una grotta e la ragazza viene finalmente trovata e portata al commissariato: confessa la verità sul rapimento di Lara, ma nega di aver ucciso Bericht. Accetta di spiegare tutto, purché Lara venga tenuta lontana dal padre naturale, un uomo violento che voleva divorziare dalla moglie e che, proprio per questo, organizzò la finta rapina. In un impeto di ira è stato proprio Oblak a uccidere la donna e minacciava di fare del male anche alla piccola, ragione per cui Lara l'ha rapita. Dafne svela un ulteriore tassello: non è stato Bericht a partecipare con lei alla rapina, lui era un uomo di Oblak mandato a cercarla e a recuperare la piccola Lara. Dafne fece quella rapina con Ormond, uno degli uomini della miniera che però non vuole ammettere la verità.

Vincenzo, Manuela, Francesco e Huber cercano prove per scagionare Dafne: vogliono dimostrare che sia stato Ormond a sparare a Bericht. Francesco si confronta con Dafne su Lara e nondimeno su Emma. Lui crede che sia stata lei a ucciderla perché Emma sapeva del suo segreto. Dafne ammette che effettivamente Emma sapeva tutto, ma sostiene fermamente di non averla uccisa. Scopriamo da una telefonata che Ormond ha ucciso davvero Bericht e che Oblak ne è a conoscenza: lo invita, pertanto, a non parlare.

A casa con i lupi di Emma, Francesco e Vincenzo si confidano e il commissario gli racconta la verità su Carolina e suo figlio, abbandonato 13 anni prima: teme di non potersi fidare di lei, ma Francesco cerca di farlo riflettere. Il commissario, spinto dall'amico, si dichiara a Carolina e i due, finalmente, iniziano la loro storia d'amore con l'approvazione di Paolo, che si è frattanto riconciliato con la madre.

Manuela trova un messaggio di Ormond sul cellulare di Emma: l'uomo le aveva dato appuntamento proprio dove è stata uccisa. Francesco trova una chiavetta USB nell'auto dell'uomo che lo collega a Oblak e, per puro caso, legge il messaggio di Ormond sul telefono di Emma: si dirige alla miniera e lo cerca, affrontandolo in cerca di verità e giustizia. I due, entrambi armati, si minacciano a vicenda ma fortunatamente arrivano Vincenzo, Manuela e Huber. L'uomo confessa tutto e si sente un colpo di pistola: Francesco ha sparato e potrebbe uccidere Ormond, se solo volesse, ma Manuela lo interrompe. L'uomo, prendendoli in contropiede, fa esplodere la miniera con della dinamite, pur di non andare in galera. Francesco esce dalla miniera con Manuela tra le braccia, ma fortunatamente stanno bene entrambi.

Oblak viene arrestato, Dafne in parte scagionata e si scusa con Francesco per le bugie raccontate. I due si congedano - sarà un addio definitivo? - e Dafne saluta la bambina, che starà con il nonno.

L'episodio si conclude con Manuela che raggiunge Francesco sulle sue montagne. La ragazza lo saluta, ormai i tempi per il trasferimento sono maturi. Francesco ha di nuovo con sé il cellulare di Emma e riesce finalmente a ultimare la visione del video della moglie. Invogliato dalle parole di Emma, che lo esorta a godersi ogni singolo attimo, Francesco sale a cavallo e corre sotto la pioggia sorridendo e apprezzando di nuovo la vita.
Manuela è pronta per partire e tutti sono accorsi a salutarla, la macchina di Vincenzo però non parte. Arriva Francesco, sul suo cavallo, che la ringrazia per tutto quello che ha fatto per lui. Manuela gli chiede, in cambio, di portarla in stazione e i due si allontanano sorridenti nel verde delle Dolomiti. C'è speranza per un avvicinamento tra i due? Sembrerebbe di sì, stando alle parole di Huber e Carolina che li definiscono "una gran bella coppia", con disappunto del gelosissimo Vincenzo.

Lux Vide/Rai FictionDaniele Liotti e Giusy Buscemi in Un passo dal cielo 6
Ci sarà un futuro per Francesco e Manuela?

Per il momento, non si hanno informazioni circa la realizzazione di Un passo dal cielo 7. Vi ricordiamo che tutti gli episodi della serie Un passo dal cielo sono disponbili in streaming su RaiPlay.

  • Non è stata Dafne, come inizialmente sospettato, a uccidere Emma. La donna è stata uccisa da Ormond, perché aveva scoperto la verità sulla rapina fatta da lui e Dafne anni prima e aveva quasi convinto la ragazza a confessare tutto alla polizia.

  • Apparentemente, non c'è un epilogo romantico per Manuela e Francesco nel finale di Un passo dal cielo 6. Sappiamo, però, che Dafne viene arrestata e sembra quasi dire addio a Francesco e che quest'ultimo si avvicina molto a Manuela.

  • Per il momento non si hanno notizie ufficiali circa la realizzazione di una settima stagione di Un passo dal cielo.

Leggi anche

      Cerca