The Blacklist: chi è davvero Reddington? La verità svelata e i misteri ancora da risolvere

Avete presente quei misteri nelle serie TV che tengono banco per intere stagioni e poi vengono risolti con un finale ad effetto? Il mistero sull'identità di Raymond Reddington è ben lontano da essere svelato.

NBC James Spader nei panni di Raymond Reddington

Venerdì 28 maggio ha fatto ritorno The Blacklist 8 su FoxCrime con i nuovi episodi. Dopo una pausa di due mesi Raymond Reddington è tornato sul piccolo schermo con l'episodio 08X08 intitolato Odgen Greeley (nº 40). Elizabeth, pur di scoprire la verità sul Concierge del Crimine e di vendicare la morte della madre, ha stretto una pericolosa alleanza con un criminale senza scrupoli per arrivare a Red e ucciderlo. 

Vedremo come andrà a finire questo inseguimento senza esclusione di colpi tra Liz e Red e le conseguenze che questa lotta porterà nella vita di tutti. Reddington è davvero una spia russa? Il Criminale col Cappello ha davvero dato in pasto ai nemici Katarina Rostova per 30 anni, pur di salvare la sua identità? La Task Force darà la caccia all'ex agente Keen o la aiuterà a scoprire la verità?

Sono tante le domande che non hanno ancora una risposta e siamo sicuri che altri interrogativi salteranno fuori. Fino ad allora possiamo solo fare ipotesi e supposizioni basandoci su ciò che sappiamo e che abbiamo scoperto in questi anni. Ma la domanda che tutti i fan si pongono da 8 anni a questa parte è sicuramente una: chi è Raymond Reddington?

L'identità di Red

Attorno al personaggio interpretato da James Spader vi è un alone di mistero che probabilmente ha contribuito all'enorme successo della serie targata NBC. La vera identità di Red e il suo reale legame con Liz - che ha il volto di Megan Boone - sono gli interrogativi al centro della narrazione di The Blacklist.

Embed from Getty Images

Gli sceneggiatori hanno avuto il merito di non cadere mai nella banalità e nella prevedibilità di cui spesso le serie si macchiano, presentando rivelazioni e colpi di scena - reali o fasulli - con maestria e una certa credibilità. 

Rispondere alla domanda sull'identità di Reddington non è affatto semplice. Proverò però a fare un po' d'ordine e riepilogare cosa abbiamo scoperto su Raymond in queste 8 stagioni, in attesa di scoprire la verità.

L'arrivo di Reddington

Come tutti i fan della serie ricorderanno, nell'episodio pilota il criminale più ricercato degli Stati Uniti si consegna all'FBI ad una condizione, parlare esclusivamente con l'agente Elizabeth Keen. 

Durante le prime stagioni abbiamo notato un forte attacamento del noto criminale verso Elizabeth, e questo ha alimentato in noi l'ipotesi che Red fosse il vero padre della Keen.

L'ascendente che l'agente aveva e ha tutt'ora su Red ha sempre lasciato intendere un legame di sangue tra i due - e molti come me sperano ancora sia così -, ma pare non vi sia alcuna parentela tra i due protagonisti della serie. Passiamo dunque ad un'altra ipotesi.

Il legame tra Red e la Russia

Dopo la delusione per la mancata paternità di Red ecco un nuovo barlume di speranza. Abbiamo infatti scoperto che Red era l'amante di Katarina Rostova (madre naturale della Keen). L'agente segreto russo aveva sedotto Reddington per carpire i segreti statunitensi, ma aveva poi finito per innamorarsene e farci un bambino. Raymond Reddington era dunque il vero padre della Keen.

Ma quest'altra versione della verità è stata messa in discussione e poi smontata completamente nella quinta stagione da Mr. Kaplan.

NBCMr Kaplan in una scena di The Blacklist

La fedele assistente di Reddington aveva riesumato un cadavere e consegnato le ossa alla Keen per scoprire la verità. Dopo una stagione intera passata a inseguire quella valigia, si scopre che le ossa appartengono al vero Raymond Reddington. Il Concierge del Crimine che abbiamo sempre avuto davanti era dunque un impostore che aveva assunto l'identità del defunto criminale.

Ilya Koslov 

Se il vero Raymond Reddington - padre della Keen - si trovava in quella valigia, chi era il nostro protagonista? Grazie ad alcune rivelazioni della sesta stagione spunta fuori il nome di Ilya Koslov, spia russa e amico fidato di Katarina Rostova.

Secondo il racconto del nonno di Liz, Ilya si sottopose ad una complessa operazione di chirurgia estetica per cambiare il proprio volto e assumere i connotati del defunto Reddington e permettere così a Katarina di fuggire e proteggere Masha (alias Ellizabeth Keen).

Se c'è una cosa che abbiamo imparato in 8 anni di The Blacklist è che la verità non è mai quella che viene fuori, c'è sempre un lato nascosto che impedisce di capire fino in fondo come stanno le cose.

Infatti nella settima stagione conosciamo il vero Ilya Koslov (interpretato da Brett Cullen), torturato dalla Rostova per scoprire la verità. Ritorna dunque la domanda da un milione di dollari: chi è Raymond Reddington?

N-13

Giungiamo all'ottava stagione attualmente in onda su FoxCrime. Katarina Rostova, creduta morta da tutti, è in fuga da una vita perché accusata di essere la famosa spia russa N-13, traditrice e doppiogiochista.

Red, dopo averla sempre protetta si trova costretto ad ucciderla pur di mantenere un segreto: è lui N-13. Proprio così, l'ultima identità attribuita al Criminale col Cappello è quella di una spia russa ricercata dalle agenzie governative di mezzo mondo per aver rubato e ceduto informazioni segrete per denaro.

NBCRed e Katarina in una scena di The Blacklist 8

Raymond è dunque una spia che ha mentito a tutti, distrutto la famiglia di Elizabeth, venduto informazioni e ingannato la Task Force solo per arricchirsi? Non possiamo avere la certezza di essere giunti alla verità, ma se invece così fosse sono sicura che ci sono motivazioni ben più nobili dietro.

Perché in tutti questi anni ci siamo affezionati a Red e ai suoi modi contorti ma gentili e non possiamo credere che il mito creato attorno al suo personaggio possa sfaldarsi così. 

Continuiamo a tenere gli occhi puntati su The Blacklist perché Liz sembra intenzionata a raggiungere la verità (e la vendetta, ma speriamo ci ripensi) e anche noi non aspettiamo altro.

  • Raymond Reddington è il vero padre di Elizabeth Keen (alias Masha Rostova).

  • Dalle ossa riesumate da Mr. Kaplan pare che il vero Reddington sia morto e quindi il nostro protagonista è un impostore.

  • Nella stagione attualmente in onda abbiamo appreso che Red è la famosa spia russa ricercata da molti governi con l'accusa di tradimento. Ma staremo a vedere.

Leggi anche

      Cerca