6 cose da ricordare prima di vedere la serie TV di Loki

In attesa di vedere la serie TV Marvel Studios dedicata a Loki ripercorriamo insieme i momenti salienti della "carriera" di uno dei cattivi più amati del Marvel Cinematic Universe!

Marvel Studios Loki in tre delle sue versioni

Dio dell'Inganno, Dio delle Malefatte, Figlio di Laufey, Principe di Jotunheim... in una sola parola Loki!

Il cattivo più amato dai fan del Marvel Cinematic Universe ha debuttato nel 2011 come principale antagonista nel film Thor diretto da Kenneth Branagh. Il carattere machiavellico del personaggio e il carisma dell'interpretazione di Tom Hiddleston hanno fatto breccia nel cuore degli appassionati fino a convincere Marvel Studios a dare più spessore narrativo a Loki. Tanto è vero che da villain (nei film Thor e The Avengers) Loki si è incamminato pian piano in un percorso di redenzione, che lo ha portato a diventare una sorta di eroe buono.

Dall'11 giugno 2021 su Disney+ debutterà la serie TV dedicata a Loki, che sarà ambientata dopo i fatti di Avengers: Endgame. In vista di ciò questo articolo ripercorrerà, film dopo film, la strada di Loki nel Marvel Cinematic Universe sottolineando i 6 momenti più significativi del suo cammino, che potrebbero essere degli utili riferimenti in vista della nuova avventura.

Le origini di Loki e la rivalità con il fratello

Thor è il primo film del Marvel Cinematic Universe che non è ambientato sulla Terra. Nel 2011 il pubblico di tutto il mondo ha fatto la conoscenza di Asgard, dei suoi nobili abitanti, del suo re Odino e dei suoi due figli: l'erede al trono Thor e l'adottato Loki.

Nella sua prima avventura cinematografica Loki mette in mostra alcune delle abilità magiche che ha imparato dalla madre Frigga. Oltre a ciò Loki si mostra desideroso di potere e invidioso del fratello Thor, che è destinato a ereditare il trono di Asgard. Per questo motivo nasce una lotta fratricida voluta e condotta da Loki con sotterfugi e inganni.

Alla fine del film, a seguito di una battaglia, Thor ha la meglio mentre Loki cade nello spazio aperto lasciando al pubblico un bel punto interrogativo sul suo futuro: che fine ha fatto il Dio dell'Inganno?

Del film diretto da Kenneth Branagh è importante ricordare anche le origini di Loki: è figlio naturale del re dei Giganti di ghiaccio di Jotunheim, Laufey.

Il patto con Thanos

The Avengers ha mostrato al mondo le potenzialità di Loki mettendolo contro i potenti Vendicatori. In questa avventura il villain di Marvel Studios ha con sé uno speciale scettro capace di sfruttare il potere della Gemma della Mente.

Marvel StudiosLoki
Loki con lo scettro magico in The Avengers

È importante ricordare che la Gemma della Mente è stata donata a Loki da Thanos. Il villain del pianeta Titano è venuto a contatto con il Dio dell'Inganno quando quest'ultimo aveva perso la sua battaglia contro Thor su Asgard. Thanos ha allora proposto a Loki di dargli un esercito al fine di conquistare e governare la Terra. In cambio però Thanos voleva il Tesseract, ovvero un antico artefatto contenente la Gemma dello Spazio che era custodito sulla Terra dallo S.H.I.E.L.D..

Sulla Terra Loki si è dimostrato capace di tenere testa ai potenti Vendicatori grazie alla sua astuzia e ai suoi trucchi manipolatori. Nonostante ciò, gli Avengers sono comunque riusciti a neutralizzarlo. Alla fine del film Loki viene portato da Thor nelle prigioni di Asgard.

Loki re di Asgard

Dopo la battaglia di New York vista in The Avengers, in Thor: The Dark World Loki è inizialmente prigioniero. Quando però una grossa minaccia incombe sul destino di Asgard, il Dio del Tuono libera il fratellastro per farsi aiutare.
Al contrario di ciò che ci si poteva aspettare, Loki collabora realmente con il fratello al fine di sconfiggere gli Elfi Oscuri ma alla fine mette in atto un astuto piano per "sparire dai radar": inscena la sua stessa morte.

Infine, con un twist degno del Dio dell'Inganno, Loki assume le sembianze del padre e lo sostituisce sul trono di Asgard. Questa condizione resta invariata per diversi anni fino ai fatti del film Thor: Ragnarok.

Thor e Loki fratelli per la pelle

Thor: Ragnarok rappresenta il film di svolta per la storia di Loki. Nella pellicola di Taika Waititi, il Dio dell'Inganno è inizialmente seduto sul trono di Asgard con le sembianze del padre Odino. L'arrivo di Thor però mette fine alla messa in scena e catapulta Loki nell'avventura del film: la ricerca di Odino, la guerra con Hela, la "gita" su Sakaar e la distruzione di Asgard.

In questo turbinio di emozioni Loki e Thor hanno trovato una forte intesa che li ha portati a collaborare per un fine comune (la salvezza di Asgard). I due figli di Odino hanno messo in luce i loro sentimenti confrontandosi più volte sul tema del loro rapporto, come accade all'inizio di questa scena:

Alla fine di Thor: Ragnarok Loki si mette in gioco, rinuncia alla libertà che gli aveva concesso Thor e combatte contro l'esercito di Hela. A questo punto i due fratelli sono insieme come forse non lo sono mai stati.

La morte di Loki

Nel 2018 al cinema il pubblico assiste alla vera morte di Loki. Nella prima scena del film dei fratelli Russo la nave asgardiana di Thor viene abbordata da quella di Thanos. Il Titano ha intenzione di recuperare la Gemma dello Spazio, che è tenuta nascosta da Loki.

In questa significativa scena Loki dimostra l'amore che ha verso il fratello quando quest'ultimo viene attaccato e quasi ucciso da Thanos.

In questa sequenza Loki cede al ricatto di Thanos per salvare il fratello e rinuncia al Tesseract. Successivamente, però, Loki prova a risolvere la situazione colpendo Thanos con un'arma da taglio. Purtroppo il suo piano non ha un buon esito e Thanos lo strangola a morte.

Loki fugge dalla sua linea temporale

In Avengers: Endgame Loki appare nuovamente con le sembianze che aveva nel 2012, ossia nel film The Avengers. Ciò accade perché uno dei viaggi temporali degli Avengers prevedeva il ritorno alla battaglia di New York.
In questo contesto le cose non vanno come previsto da Tony Stark e in un momento di agitazione generale il Loki di quella linea temporale - che si potrebbe definire come il Loki del passato - afferra il Tesseract e scompare.

Questa scena è la chiave di apertura della serie TV Loki. Da qui Loki vivrà le avventure che verranno narrate nella serie live-action in cui sarà protagonista e che lo vedrà confrontarsi con la Time Variance Authority, ovvero l'organizzazione che difende e gestisce le linee temporali.

Ciò che è importante ricordare in questo caso è che il Loki protagonista della serie TV è quello di The Avengers e non è per nulla a conoscenza di ciò che gli capiterà in futuro. Quindi il Loki del passato non sa della dipartita del padre, della distruzione di Asgard e nemmeno della sua stessa morte.

Le cose da ricordare secondo Tom Hiddleston

L'attore Tom Hiddleston ha realizzato un video di un minuto in cui prova in soli 30 secondi a elencare tutto ciò che i fan devono ricordare prima di vedere la serie Loki.

L'aspetto simpatico del video è che Hiddleston, impersonando il Dio delle Malefatte, "inganna" il pubblico fermando il tempo a due secondi dalla fine, perché non riesce a completare il suo discorso:

Alla fine del video l'attore di origini britanniche ricorda che Loki sarà disponibile esclusivamente su Disney+ a partire dal 9 giugno 2021.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca