MIB: International non tornerà per un nuovo capitolo

I Men in Black continueranno a dare la caccia agli alieni fuorilegge?

Sony Pictures Tessa Thompson e un alieno di MIB: International

Dopo 7 anni da Men in Black 3 (2012) l'agenzia segreta che controlla e regolamenta gli spostamenti alieni nell'universo è ancora in attività. La nuova avventura cinematografica però si sposta dagli Stati Uniti d'America all'Europa, e più precisamente a Londra, con MIB: Intenational.

In questa nuova pellicola, il famoso e talentuoso Agente H (interpretato da Chris Hemsworth) viene affiancato dalla giovane e tenace Agente M (interpretata da Tessa Thompson) per affrontare una minaccia aliena che viene dall'interno dell'agenzia stessa.

Dopo una elettrizzante avventura in giro per l'Europa (compresa l'Italia), gli agenti H ed M hanno la meglio sul cattivo di turno. Così l'Agente M viene promossa ad agente operativo per la sede di New York, mentre all'Agente H viene affidata la direzione della sede di Londra. Pare però che le nuove carriere dei due personaggi interpretati da Hemsworth e Thompson non avranno un futuro.

Sony PicturesI due agenti MIB su un motociclo
L'Agente H e l'Agente M

Quando a Hollywood si realizza un sequel nel 99% dei casi vuol dire che il primo film è stato un successo al botteghino. Purtroppo MIB: International - uscito nei cinema nel 2019 - ha incassato nel mondo quasi 254 milioni di dollari a fronte di un budget di 110 milioni di dollari. Il progetto non ha quindi soddisfatto le aspettative della casa di produzione, come è stato dichiarato da presidente di Sony Pictures Tom Rothman in una intervista a Business Insider:

Al box-office Men in Black: International non è stato il successo che Sony sperava.

Per quanto riguarda i motivi che hanno portato all'insuccesso del film, Rothman ha puntato il dito sull'inefficacia della storia:

Penso che al pubblico siano piaciuti sia il film che il cast: Tessa e Chris hanno fatto un lavoro straordinario. Penso che probabilmente l'errore sia stato fatto nell'ideare la storia, che non è abbastanza efficace. Se paragonate questo reboot a Jumanji, quest'ultimo ha una idea veramente forte dietro.

Dati alla mano, secondo l'aggregatore di voti Rotten Tomatoes il pubblico non ha del tutto bocciato il film dandogli il 66% di recensioni positive.

Un quinto capitolo del franchise quindi al momento sembra fuori dai piani di Sony Pictures. Qualora i MIB dovessero tornare all'opera non è da escludere la realizzazione di un reboot che riparta da zero, senza considerare i capitoli precedenti e la pesante eredità lasciata dalla coppia Will Smith e Tom Lee Jones.

Inoltre, a mio avviso, la strada meno rischiosa in termini economici potrebbe portare alla realizzazione di uno show live-action (la serie animata esiste già) nella quale due nuovi agenti vivono diverse avventure.

Leggi anche

      Cerca