Sì, ci sarà una terza parte di Lupin: cosa succede nel (secondo) finale della serie Netflix

Nella seconda parte di Lupin si consuma lo scontro diretto tra il ricchissimo Pellegrini e il protagonista Assane. Nel finale arriva anche la conferma del ritorno di Omar Sy nel ruolo per una terza parte.

Netfllix Lupin hackera un lucchetto digitale

Nella seconda parte della serie Lupin il ladro Assane e il ricco magnate Pellegrini si affrontano direttamente, in un crescendo cadenzato da un elaborato piano del protagonista. Inoltre Netflix ha deciso inoltre di adottare un approccio alla James Bond, facendo comparire subito dopo l'ultima scena del quinto episodio una scritta che recita "Lupin tornerà nella terza parte". Netflix quindi produrrà nuovi episodi della serie, che vedremo prossimamente.

Ritroveremo dunque Omar Sy nei panni di Assane Diop, ragazza di umili origini cresciuto nel mito del ladro gentiluomo Arsenio Lupin e spinto dall'ingiustizia subita dal padre Babakar ad emularne le gesta per ottenere giustizia. Alla fine della prima stagione Assane e la sua famiglia si sono dovuti confrontare con i killer mandati da Pellegrini, ora è giunto il momento dello scontro finale

Prevedibilmente il finale ruota tutto attorno un complesso piano di Assane e dell'amico Benjamin per smarscherare pubblicamente i crimini passati e presenti commessi da Pellegrini.

Come finisce la seconda parte della serie Netflix

Approfittando di un importante concerto di beneficienza organizzato dalla fondazione Pellegrini, Assane pianifica accuratamente la sua vendetta. Con l'aiuto di Benjamin e di un drone scopre il nome del consulente finanziario di Pellegrini e, inscenando un finto borseggio, carpisce i preziosi dati bancari dell'avversario dalla valigetta dello stesso. 

Per mettere in atto il piano Assane e Benjamin - rispettivamente l'uomo più ricercato di Francia e il suo complice - hanno bisogno di un complice. Entrare a teatro non sarà semplice, perché sia il commissario Dumont sia Pellegrini si aspettano l'arrivo di Assane e hanno messo in piedi ingenti misure di sicurezza. Assane e Benjamin tengono i loro "colloqui" nel reparto di una biblioteca dove ci sono gli scaffali che ospitano i romanzi dedicati a Lupin. Quando incontrano un giovane lettore dal look goth abbastanza sveglio da intuire le loro attenzioni, decidono di coinvolgerlo nel piano. 

Con un drastico cambio di look, il ragazzo si fa passare per un broker molto efficiente ma dai metodi assai discutibili, dettaglio che spinge Pellegrini a contattarlo subito. I due si accordano per dirottare il 90% delle donazioni alla fondazione che arriveranno nella serata del concerto su un conto privato del magnate. Sarà sempre il ragazzo, nel ruolo di consulente finanziario e tecnologico, a permettere a Benjamin e Assane di entrare nel sorvegliatissimo teatro. Il falsario si finge un tecnico al servizio del broker che trasporta una grande cassa che non contiene materiale informatico, bensì Assane stesso. 

NetflixLupin si prepara a sabotare il sistema di sicurezza
il piano di Lupin per accusare Pellegrini pubblicamente viene elaborato con settimane di anticipo

Il concerto ha inizio e Assane raggiunge silenziosamente Pellegrini, puntandogli un coltello alla gola. Gli fa quindi una serie di domande sulla morte in carcere del padre Babakar, sul rapimento del figlio Raoul e sul finto furto della collana. Più tardi Assane manderà la registrazione della conversazione (realizzata con un orologio digitale) all'unico poliziotto di cui si fida, Ganimard. L'agente ha già provveduto a convincere i colleghi ad arrestare il commissario Dumont sulla base delle prove recuperate nel covo di Assane. 

Assane è combattuto, desidera uccidere Pellegrini. All'ultimo però lo lascia andare e scappa, attirando buona parte della sorveglianza e sbarazzandosi della stessa. Appena finito il concerto, Assane sale sul palco e, di fronte alla platea gremita, accusa Pellegrini dell'omicidio del padre, del rapimento del figlio e della truffa architettata con i fondi raccolti durante la serata. Le luci si abbassano di colpo e Assane, non senza fatica, riesce a dileguarsi. 

Dà quindi appuntamento al figlio Raoul e alla moglie Claire sul ponte su cui anni prima i due decisero come chiamare il figlio in arrivo. Assane fa appena in tempo a salutare Claire e Raoul, spiegando loro che li proteggerà senza rivelarsi. La partita con Pellegrini e Dumont sembra finita con l'arresto di entrambi, ma per un po' Assane preferisce allontanarsi dalla capitale e far prendere le proprie tracce.

  • Assane riesce a incastrare Pellegrini, accusandolo pubblicamente alla fine del concerto di beneficenza e fornendo la sua confessione registrata a Ganimard. L'agente ha provveduto a fare arrestare anche il commissario Dumont, sulla base delle prove trovate nel covo di Assane. 

    Il ladro dà appuntamento a moglie e figlio sul ponte dove lui e Claire scelsero il nome di Raoul (come mostrato nella prima parte della serie). Qui Assane li abbraccia e promette loro di proteggerli da lontano, spiegando che per il momento ha bisogno di darsi alla fuga e rimanere lontano per un po'. 

    L'ex e il figlio sono sconcertati, volendo entrambi evidentemente averlo di nuovo nella loro vita. La polizia arriva ma Assane riesce a scappare. 

  • Sì, dopo la scena finale della seconda parte di Lupin appare una scritta che conferma il ritorno del personaggio per una terza parte. 

  • La canzone che si sente mentre Assane fugge dalla polizia in motoscafo s'intitola Gentleman Cambriouleur ed è cantata da Jacques Dutronc.

Leggi anche

      Cerca