Dark Shadows: la spiegazione del finale del film con Johnny Depp

Come si conclude Dark Shadows, film di Tim Burton basato sull'omonima soap opera degli anni Sessanta di Dan Curtis? Ecco la spiegazione del finale della commedia horror con Johnny Depp ed Eva Green.

Warner Bros. Pictures Il cast di Dark Shadows

Commedia dell'orrore del 2012 diretta da Tim Barton e ispirata all'omonima soap opera anni '60 di Dan Curtis, Dark Shadows racconta le vicissitudini del vampiro Barnabas e della sua lotta con la strega Angelique.

Siamo nell'Inghilterra del 1760, e il giovane aristocratico Barnabas Collins, dopo aver fatto costruire un maniero e fondato un'azienda ittica nel Maine, seduce la sua domestica Angelique Bouchard per poi abbandonarla con fare da dongiovanni. Quello che Barnabas non sa è che la ragazza è in realtà una strega, che si serve dei propri poteri magici per vendicarsi di lui.

La maledizione di Angelique distrugge l'esistenza del protagonista, che in breve tempo si ritrova senza una famiglia e senza la ragazza che amava, Josette, che si suicida gettandosi nel vuoto. Quando Barnabas decide di mettere fine alle proprie sofferenze seguendo l'amata giù da una scogliera, si rende conto di essere diventato un vampiro.

Imprigionato in una bara per più di cent'anni, si risveglia negli anni '70 del Novecento. Viene quindi a sapere del fallimento della sua azienda ittica e fa la conoscenza dei suoi discendenti (Michelle, Roger, Carolyn e David), del personale al servizio della famiglia Collins, della dottoressa Julia Hoffman e dell'istruttrice Victoria, una giovane ragazza identica a Josette di cui si innamora perdutamente.

Desideroso di riportare in auge la vecchia impresa, Barnabas si scontra nuovamente con Angelique, proprietaria della ditta avversaria, che desidera solamente il fallimento dei Collins.

Come andrà a finire la centenaria lotta tra il vampiro e la strega interpretati rispettivamente da Johnny Depp ed Eva Green?

Come finisce Dark Shadows

Nonostante Barnabas e Angelique siano nemici mortali, il vampiro si lascia ammaliare dal fascino della strega e finisce col cedere alle sue lusinghe e passare una notte d'amore con lei.

La fattucchiera crede di averlo riconquistato, ma Barnabas nuovamente la allontana, e risponde categoricamente di no alla richiesta di lei di unire le loro due aziende. Affranta dall'ennesimo rifiuto, Angelique torna a cospirare contro di lui e per punizione lo rinchiude ancora una volta in una bara.

Grazie al provvidenziale aiuto da parte del piccolo David, Barnabas riesce a liberarsi ingaggiando così una lotta all'ultimo sangue con Angelique. La potente strega sembra inarrestabile, ma a dare una mano a sconfiggerla interviene anche Carolyn, che si scopre essere un lupo mannaro, trasformata quando era ancora in fasce dopo che la stessa Angelique ne aveva mandato uno a morderla.

Barnabas riesce così a sconfiggere Angelique, che gli domanda per l'ultima volta di accettare il suo amore, donandogli letteralmente il proprio cuore pulsante. Quando il succhiasangue la rifiuta per l'ennesima volta, il cuore della strega si sgretola in mille pezzi e Angelique chiude gli occhi per sempre, non prima, però, di aver utilizzato i propri poteri magici per controllare la mente di Victoria e convincerla a gettarsi dalla scogliera sulla quale Josette aveva perso la vita.

Warner Bros. PicturesJohnny Depp ed Eva Green sono Barnabas e Angelique in Dark Shadows

Barnabas la raggiunge in tempo, ma Victoria comprende che l'unico modo per poter stare insieme per sempre è morire, così si butta nel vuoto. Barnabas la segue a ruota, e mentre entrambi stanno cadendo giù di sotto, le morde la giugulare. Victoria si risveglia come vampira sotto lo sguardo sollevato dell'uomo che ama.

Victoria non è però l'unico personaggio di Dark Shadows a diventare vampiro: anche la dottoressa Hoffman diventa una succhiasangue nel finale del film. Dopo aver effettuato su di sé delle trasfusioni col sangue di Barnabas per ottenere l'immortalità, Julia era stata uccisa dal vampiro e gettata in fondo al mare. Nell'ultimissima scena la vediamo riaprire gli occhi e fissare la telecamera con sguardo famelico.

La spiegazione del finale

Pur trovandoci di fronte a una pellicola dalle tinte horror, Dark Shadows celebra l'amore genuino e disinteressato. È infatti netta la contrapposizione tra le figure di Angelique e Victoria, e agli antipodi il rapporto che le due instaurano con Barnabas.

Angelique non ha mai davvero amato il vampiro, ma solo desiderato di possederlo, facendo del male a tutte le persone che amava. Il protagonista giunge a tale conclusione nelle ultime battute del film, quando la strega gli offre il proprio cuore e lo implora affinché ricambi i suoi sentimenti, ma egli la rifiuta dicendole che la sua maledizione è quella di non poter amare.

Molto diverso è il rapporto con Victoria: Barnabas si innamora della sua dolcezza e dei suoi modi gentili, e lei, d'altro canto, rinuncia alla propria vita pur di non lasciarlo solo. Prima di buttarsi dalla scogliera, Victoria fa comprendere a Barnabas che l'unica soluzione per loro è che anche lei abbracci l'oscurità diventando una creatura della notte. In questo modo la maledizione di Barnabas viene spezzata.

Warner Bros. PicturesBella Heathcote in un'immagine tratta da Dark Shadows

Dopotutto per il personaggio di Victoria, che per tutta la vita ha convissuto con la sola compagnia del fantasma di Josette e che per questo motivo è sempre stata ritenuta un'alienata persino dai propri genitori, diventare una figlia delle tenebre è senz'altro la conclusione inevitabile.

Quando, nel finale, si risveglia come vampira e Barnabas chiama il suo nome, Victoria risponde "Josette". Una scena che suggerisce due possibili chiavi di lettura:

  • lo spirito di Josette prende il controllo del corpo di Victoria, e l'anima di quest'ultima scompare per sempre;
  • Victoria e Josette erano una stessa entità, e la trasformazione in vampira le ha semplicemente riunite.
  • Letteralmente "ombra oscura", il titolo del film fa riferimento al protagonista, Barnabas, la cui natura di vampiro lo costringe a vivere nelle tenebre della notte.

  • Tim Burton ha categoricamente negato la possibilità di un sequel rivelando a Collider che il finale aperto è semplicemente un omaggio all'omonima soap opera degli anni '60, in cui i protagonisti morivano e tornavano in vita di continuo.

  • Nonostante le sfumature horror, Dark Shadows può essere visto anche dai più piccoli perché lo spirito dell'opera resta sempre piuttosto goliardico.

Leggi anche

      Cerca