Mamma Mia 2 dove è stato girato? Location e ambientazioni del film

La magica isola greca di Kalokairi, come noto, non esiste, ma se nel primo film la produzione è sbarcata a Skíatos e Skópelos, per il prequel-sequel si passa alla Croazia: scopriamo insieme dove.

Jonathan Prime / Universal Pictures Lily James in una scena del film Mamma Mia! Ci risiamo

Dopo il clamoroso successo del musical basato sulle canzoni degli Abba e dell'adattamento cinematografico Mamma Mia! del 2018, la saga con protagonista Donna Sheridan ritorna con il prequel-sequel Mamma Mia! Ci risiamo (in originale Mamma Mia! Here We Go Again), passato da Phyllida Lloyd al regista Ol Parker, lo sceneggiatore di Marigold Hotel.

La formula resta sempre la stessa: canti e balli, risate e storie d'amore sullo sfondo della magica isola greca di Kalokairi. Questo luogo incantevole (in greco kalokairi significa estate) non esiste: a inventarlo è stata la produttrice Judy Craymer. Ma allora dov'è stato girato il secondo film del franchise che ha insegnato a milioni di spettatori a ballare Dancing Queen? Scopriamolo insieme.

L'isola di Vis in Croazia

Mamma Mia! Ci risiamo viaggia avanti e indietro nel tempo tra l'immaginaria Grecia di oggi e Oxford, Londra e Parigi nel 1979. Se nel primo film le isole di Skíatos e Skópelos sono state trasformate in Kalokairi, nel secondo la troupe si è spostata in Croazia.

Tutte le scene in esterni ambientate a Kalokairi e sulla terraferma ellenica sono state girate a Vis, l'isola al largo di Spalato conosciuta in Italia come Lissa, a due ore di traghetto da Split. Celebrata dal WWF come "uno degli ultimi paradisi terrestri" e inserita dal Financial Times nella lista delle cinque "secret islands" del Mediterraneo assolutamente da visitare, Vis offre un territorio naturalistico intatto e selvaggio perfetto per il film.

Le acque dell'isola sono cristalline, la costa è suggestiva e pittoresca così come le architetture delle abitazioni. Lissa è stata per quarant'anni un bunker militare dell'esercito jugoslavo, chiusa ai visitatori stranieri dagli anni Cinquanta fino alla caduta del muro di Berlino nel 1989. Ignorata dal turismo di massa, dall'indipendenza della Croazia ha iniziato ad accogliere i turisti.

Tuttora si trovano pochi hotel di lusso, ristoranti di chef stellati e locali alla moda. La caratteristica principale di Vis è il suo patrimonio naturalistico e storico-culturale: spiagge cristalline e grotte marine, insenature, baie e calette, verde lussureggiante, rovine romane e monasteri medievali, poche case sparse, antichi palazzi nobiliari e nessuna colata di cemento.

La produzione di Mamma Mia! Ci risiamo è rimasta a Vis per cinque settimane e ha sfruttato tutte le potenzialità cinematografiche dell'isola e dei dintorni. Il cast e la troupe hanno soggiornato nel quartiere di Kut, caratteristico melange di vecchie case di pescatori e palazzi raffinati retaggio della lunga dominazione veneziana, e hanno stabilito il quartier generale al ristorante Konoba Vatrica.

Al porto sono state girate le scene in cui la Donna del 1979 (Lily James) perde il traghetto e viene salvata da Bill (Josh Dylan) e quella in cui Bill e Harry di oggi (Stellan Skarsgård e Colin Firth) non riescono a salire a bordo dell'imbarcazione per andare a trovare Sophie a Kalokairi.

Nella piazza Karolina è stato allestito il mercato di paese: Donna scende la scalinata che costeggia la Pansion Dionis, popolare ristorante, pizzeria e bed & breakfast dell'isola.

La scena in cui Alexio (Gerard Monaco) "salva" Apollonia (Anna Antoniades) è stata girata fuori dalla chiesa di San Girolamo, una delle tre storiche di Vis insieme a quelle della Madonna di Spilica e di Saint Cyprian.

Le spiagge dall'acqua cristallina e trasparente, spesso raggiungibili soltanto in barca o a piedi, sono il pezzo forte dell'isola.

Nel film si ammira la baia di Stiniva, caratterizzata dalla sua profonda insenatura blu e circondata da alte e scoscese pareti rocciose che nascondono la spiaggia. Stiniva è regolarmente votata come una delle spiagge più belle dell'intera Croazia.

Sull'incantevole Srebrena Beach, riconoscibile per le sue rocce d'argento, è stata girata la passeggiata romantica notturna di Donna e Sam (Jeremy Irvine).

Il Konoba Jastožera, il ristorante di Komiža dove si mangiano tra i migliori piatti di pesce dell'Adriatico, è stato usato per la taverna greca sulla terraferma dove Bill e Harry escogitano come arrivare a Kalokairi.

La vera perla di Vis è la baia di Barjoška, dove sono state girate quasi tutte le scene in spiaggia. Il famoso molo di Kalokairi è qui. Non solo: Barjoška Beach è la location da sogno della coreografia di Dancing Queen. La produzione ha impiegato 300 ballerini per realizzarla.

Questi scenari hanno lasciato un segno nel cast. Firth spiega nelle note di regia che "Vis è uno dei luoghi più belli in cui ho lavorato".

Tutto è stato splendido, dall'ospitalità, alla gente, al cibo, all'incredibile atmosfera del luogo. È dispiaciuto tantissimo a tutti lasciare Vis. Se avessimo potuto trascorrere tutto il tempo lì, non avrebbero dovuto pagarci!

Da Oxford a Londra nel Regno Unito

La pre-registrazione delle canzoni per Mamma Mia! Ci risiamo si è svolta agli Air Studios di Londra. Le riprese vere e proprie, invece, sono cominciate ad Oxford, sul palco della Great Hall del New College. È qui, nell'aula della prestigiosa università, che salgono le giovani Donna, Tanya e Rosie per cantare When I Kissed the Teacher.

Le scene di canto e di ballo, coreografate da Anthony Van Laast, sono state girate negli Shepperton Studios del Surrey, dove sono stati utilizzati la maggior parte dei teatri di posa.

Nel C Stage è stata ricostruita la taverna greca, dove la giovane Donna conosce la zia Sophia (Maria Vacratsis) e canta Andante, Andante e dove le "young Dynamos" deliziano gli abitanti dell'isola con il classico Mamma Mia.

Il D Stage degli Shepperton Studios è stato usato per le scene del dormitorio a Oxford delle Dynamos nel 1979 e per ricostruire la cappella per il battesimo di Sophie sempre nel 1979 e del bambino di Sophie nel presente. Il W Stage ha ospitato il Café Bonaparte di Parigi, dove Donna e Harry cantano Waterloo.

Il set più grande degli Shepperton Studios utilizzato nel film è però l'H Stage: è questo teatro a ospitare gli interni dell'Hotel Bella Donna, dove Sophie ritrova Sky, i suoi tre possibili padri e la nonna Ruby. Le porte e gli infissi blu sono gli stessi di Mamma Mia!, che la produzione e gli scenografi John Frankish e Alan MacDonald hanno conservato dal set del primo film. Sono stati girati qui i numeri musicali di I've Been Waiting for You, Fernando, Dancing Queen, Angel Eyes e il finale.

La scena in cui Donna lascia Tanya e Rosie prima di scomparire nel gate dell'aeroporto di Heathrow per partire per Parigi, è stata girata in un'altra hall: quella dell'ippodromo di Sandown Park a Esher, nel Surrey. Il famoso Racecourse britannico è stato sfruttato pure come location per costruire la sala riunioni di Tokyo di Harry.

Un'altra esclusiva location inglese del film è quella dei giardini dell'Hampton Court Palace, il palazzo reale londinese situato sulle rive del Tamigi, nel distretto di Richmond upon Thames e nei pressi della vecchia contea di Middlesex.

Il Privy Garden esiste dai tempi di Enrico VIII e nella sua forma attuale è frutto del restauro della charity Historic Royal Palaces per riportarlo all'originario stile barocco voluto da Guglielmo III e Maria II nel 1702. La produzione l'ha usato per simulare il giardino delle Tuileries, il più grande e antico di Parigi nella zona tra il Louvre e Place de la Concorde, nella scena in cui Donna e Harry passeggiano e cominciano a conoscersi. Un incontro fatale in una cornice maestosa e ammaliante che fa dimenticare (almeno per un attimo) gli errori di continuità e le incongruenze di cui è pieno il film.

Leggi anche

      Cerca