Leone il cane fifone: il finale della serie e i motivi della cancellazione

Leone il cane fifone ci ha fatto compagnia per quattro anni e cinquantadue episodi. Scopriamo come si conclude la dark comedy di John R. Dilworth e quali sono i motivi dietro la cancellazione.

Cartoon Network Leone il cane fifone, la serie di John R. Dilworth

Iconica serie animata statunitense di Cartoon Network, Leone il cane fifone ruota attorno alle disavventure del cucciolo Leone e della coppia di anziani agricoltori che l'ha adottato, Giustino e Marilù.

Nella fittizia cittadina di Altrove, il cagnolino rosa trascorre le proprie giornate a sventare i numerosi attacchi di mostri, fantasmi e demoni nel tentativo di difendere i suoi anziani padroni che, naturalmente, non si accorgono di nulla.

La dark comedy di John R. Dilworth è andata avanti così per quattro stagioni e si è conclusa il 22 novembre 2002 con l'episodio intitolato Perfetto. A distanza di più di dieci anni, nel 2014, è andato in onda negli Stati Uniti The Fog of Courage, una puntata speciale della durata di pochi minuti, ancora oggi inedita in Italia. Ecco come si conclude Leone il cane fifone e i motivi dietro la cancellazione.

Come finisce Leone il cane fifone

L'ultimo episodio di Leone il cane fifone mostra il cucciolo protagonista acquistare maggiore fiducia in se stesso.

Dopo essere stato aspramente criticato da Giustino, che gli urla contro di essere un incapace, Leone si imbatte in una misteriosa donna la cui missione consiste nel renderlo un cane perfetto. Come fare? Attraverso delle "lezioni di perfezione" in cui il cagnolino rosa dovrà superare delle prove piuttosto impegnative come salire le scale con una pila di libri sulle spalle e restare perfettamente in equilibrio, recitare fluentemente uno scioglilingua, e creare una replica della Torre Eiffel. Il fallimento comporterebbe l'essere etichettato per sempre come un cane imperfetto.

Prima dell'esame finale, Leone riceve una lezione preziosa da un pesce che si trova nella sua vasca da bagno: il cucciolo è perfetto così com'è, pur con tutti i suoi difetti. Una volta uscito dal bagno, il cagnolino se ne rende conto coi suoi stessi occhi. Anche Giustino e Marilù commettono degli errori, sono goffi e impacciati, eppure sono ugualmente felici e vanno fieri delle loro imperfezioni, anche se questo significa suonare una tromba completamente stonata o cucinare un pasto così appiccicoso che è possibile farci delle bolle come fosse una gomma da masticare.

Quando Leone torna dall'esaminatrice, gli viene chiesto di disegnare un perfetto numero sei, ma nel momento in cui il protagonista le consegna il foglio, la Perfezionista svanisce nel nulla e Leone accetta che le sue imperfezioni non sono altro che delle peculiarità.

La scena conclusiva mostra Leone, Giustino e Marilù sereni a tavola, mentre consumano il pesce che aveva precedentemente dato fiducia al cucciolo.

The Fog of Courage: lo speciale del 2014

Inizialmente proiettato solamente durante le convention, e solo in seguito trasmesso su Cartoon Network, The Fog of Courage è l'ultima avventura con protagonisti Leone, Giustino e Marilù.

Quando Leone trova un medaglione mentre sta scavando nel terreno vicino casa, Giustino se ne appropria immediatamente innescando una sorta di maledizione. Una fitta nebbia fantasma inizia ad avvolgere la fattoria e mette in pericolo le vite di Leone e dei suoi due padroni.

Il cagnolino rosa si rende presto conto che c'è sotto qualcosa di sovrannaturale e le sue ricerche non fanno altro che confermarlo: il medaglione apparteneva infatti a una donna e, alla sua morte, venne custodito dal marito che riusciva in questi modo a percepirne la presenza. Per Leone diventa subito chiaro che dovrà restituire il cimelio alla nebbia, ma Giustino rimane ostinato e non ne vuole proprio sapere di disfarsene.

Quando, però, la nebbia diventa ancor più fitta tanto da costringere Leone e i due agricoltori a salire sul tetto della loro casa, il cucciolo approfitta del momento di estrema confusione per sottrarre il medaglione dalle mani di Giustino e restituirlo al suo legittimo proprietario.

L'episodio termina in maniera ambigua, con un finale aperto in cui Leone e Marilù guardano inermi Giustino che trova nuovamente il medaglione, dando il via a un altro attacco fantasma.

Perché la serie è stata cancellata?

Leone il cane fifone si è da sempre caratterizza per le sue atmosfere inquietanti e surreali, che hanno generato numerose controversie già a partire dal materiale d'ispirazione.

Come prevedibile, anche la decisione di concludere la serie con la stagione 4 ha dato vita a un paio di teorie che, secondo i fan, spiegherebbero il motivo dietro la cancellazione.

Una prima ipotesi vuole che Leone il cane fifone sia stato cancellato perché ritenuto fin troppo inquietante per un pubblico di bambini, mentre l'altra riguarda il settimo episodio della quarta stagione, intitolato La maschera.

Secondo quanto teorizzato dagli spettatori, l'episodio avrebbe generato indignazione a causa di alcune allusioni all'omosessualità e alla violenza domestica.

La trama di La maschera ruota attorno al tentativo della cagnolina Kitty di aiutare la sua amica del cuore Bunny a uscire da una relazione violenta con un cane gangster. Grazie all'intervento di Leone, che libera Bunny dalle sue grinfie, le due amiche (il cui rapporto è stato da molti letto in chiave romantica) possono fuggire insieme.

Nulla di tutto ciò è stato mai confermato o smentito, e John R. Dilworth ha dichiarato in un'intervista che le ragioni dietro la cancellazione sono semplicemente di natura economica.

Quando gli è stato chiesto se ci fossero delle reali possibilità di vedere nuovi episodi di Leone il cane fifone, Dilworth ha risposto che nonostante le numerose petizioni da parte dei fan, in termini di ascolti sarebbe stato azzardato da parte di Cartoon Network produrre una quinta stagione.

Nell'ottobre del 2018, John R. Dilworth ha pubblicato sul proprio profilo su Facebook un post (successivamente eliminato) nel quale affermava che erano in corso delle trattative per una serie prequel intitolata Before Courage, ma il progetto non ha mai visto la luce.

Leggi anche

      Cerca