Come finisce CSI: New York? L'ultimo episodio e l'epilogo della serie

Alla fine di nove stagioni ricche di avventure e indagini, il team capitanato da Mac Taylor si congeda dagli spettatori con un episodio all’insegna della tensione. Ecco un riepilogo di quanto accade nelle ultime puntate.

Il team delle prime stagioni di CSI: New York

Il compito di CSI: New York non era certo facile. Andata in onda dal 2004 al 2013, la serie rappresentava la terza iterazione della saga creata da Anthony Zuiker, Ann Donahue e Carol Mendelsohn. E riuscire a bissare il successo di CSI – Scena del Crimine e CSI: Miami era impresa quasi impossibile.

A suo modo, però, la versione newyorchese delle investigazioni della scientifica ha saputo conquistare il pubblico grazie a un cast convincente e a episodi che coinvolgevano in maniera corale i vari membri della squadra. Al centro di tutto, però, c’era il detective Mac Taylor. L’ex marine interpretato da Gary Sinise portava dentro di sé il drammatico passato comune a molti abitanti della Grande Mela, relativo all’attacco alle Torri Gemelle del 2001. Da quel dolore, però, il protagonista riusciva pian piano a ricostruire una vita degna di essere vissuta.

Caratterizzata - come gli altri CSI - da una sigla accompagnata dalle note degli Who (questa volta la canzone era “Baba O’Riley”), la serie aveva un carattere originale. Dalle ambientazioni ai colori della fotografia, dalle tematiche trattate alle storie dei vari personaggi. Lontano dalle tonalità scintillanti di Miami, e dall’oscura misteriosità di Las Vegas, New York sapeva offrire una sua personale interpretazione delle indagini forensi.

Andiamo allora a ricapitolare le ultime vicende della serie, concentrandoci su cosa è successo nella puntata finale di CSI: New York, e sul destino dei suoi personaggi principali.

Cosa succede nell’ultima stagione di CSI: New York?

Andata in onda tra il 2012 e il 2013, l’ultima stagione di CSI: New York è composta da 17 episodi. Un numero inferiore rispetto alle iterazioni degli anni precedenti, che però hanno permesso di dare conclusione alle avventure dei vari agenti della polizia scientifica.

I motivi di interesse, infatti, non mancavano di certo. Nell’ultima puntata della stagione precedente (la 18 della stagione 8, “Sulla soglia della morte”, "Near Death" in inglese), Mac aveva rischiato seriamente di perdere la vita. Tra visioni della defunta moglie Peyton (Claire Forlani), e l’amorevole supporto di Christine (Megan Dodds), la sua compagna, il detective riusciva a rimettersi in sesto.

L’ultima stagione cominciava proprio dopo il periodo di riabilitazione di Mac, durato circa sei mesi. Nel corso delle puntate, il team investigativo veniva a capo di diversi casi, ma era proprio il rapporto tra il protagonista principale e la stessa Christine a tenere banco. Tant’è che uno dei picchi di tensione massima giunge in occasione dell’episodio 15 della nona stagione, “Seth e Apep”. Durante la puntata, Mac e la squadra devono investigare sul rapimento di Christine. A dare una mano interveniva anche D.B. Russell (Ted Danson), in un crossover con CSI – Scena del Crimine.

CBSUn primo piano di Mac Taylor, protagonista centrale di CSI: New York

Dopo aver salvato Christine, la puntata 16 della nona stagione, “Amore e Sangue” (“Blood Actually” in inglese), riservava altre sorprese. La triste parabola di Sid (Robert Joy), il medico legale del team segnato da una malattia, veniva alleviata dal supporto e dall’amicizia di Jo (Sela Ward). Danny (Carmine Giovinazzo) e Lindsay (Anna Belknap), infine, annunciavano al team che presto avrebbero avuto un secondo figlio, questa volta un bambino.

Si arriva così all’inizio dell’ultima puntata, dove le avventure di Mac e compagni troveranno una degna conclusione.

L'ultimo episodio di CSI: New York

La puntata finale di CSI: New York si chiama “La vita è oggi” (“Today is Life" in inglese). Si tratta dell'episodio 17 della nona stagione. La vicenda si svolge attorno alla figura del poliziotto Kevin Hopkins, che durante un inseguimento ha sparato a un rapinatore appena fuori da una gioielleria. Rapinatore che, forse, era disarmato. Questo particolare scatena una rivolta, con manifestanti infuriati che si dirigono verso i laboratori della scientifica.

Il team deve quindi comprendere chi stia dicendo la verità. L’agente Hopkins o Tory, la fidanzata di Brown, il rapinatore rimasto ucciso. Tra mille difficoltà, i protagonisti riescono a venire a capo della vicenda, che nasconde un tremendo malinteso. I gioielli che aveva indosso Brown non erano del negozio rapinato. Il vero malvivente verrà invece scoperto da Jo e gli altri detective.

Cala la sera su New York, e i membri del team si ritrovano per passare insieme qualche momento di relax. Ci sono tutti, tranne Mac. Il detective, infatti, sceglie di seguire il suo cuore, dichiarando il suo amore a Christine e chiedendole di sposarlo.

Il lieto fine per Mac Taylor viene accompagnato da un breve monologo dello stesso protagonista, che chiude il cerchio sulle avventure durate nove anni in una Grande Mela complicata, difficile, ma sempre affascinante e dotata di una bellezza unica. Rifacendosi alle parole del povero Brown, Mac esprime i suoi ultimi pensieri:

A volte le cose buone arrivano quando ne abbiamo più bisogno, e quando meno ce lo aspettiamo. Se siamo fortunati abbastanza da accorgercene, da rendercene conto e apprezzarle, possono anche farci dimenticare tutto il brutto che c’è intorno. La vita è oggi, ed è l’unica vita di cui puoi essere certo. Vivila al massimo adesso. Parole sagge, un po’ di bontà condivisa da un’anima innocente la cui vita è stata interrotta da un proiettile vagante. Queste parole rimarranno con me per sempre, e stanno per cambiare il corso della mia vita.

Si conclude così CSI: New York, mentre solo dodici mesi prima - nel 2012 - era stato il "leggendario" Horatio Caine a dire addio agli schermi, come spiegavamo nello speciale dedicato al finale di CSI: Miami.

  • CSI: New York è composta da nove stagioni, per un totale di 197 puntate. In Italia, gli episodi sono andati in onda dal 2006 al 2014.

  • CSI: New York ha debuttato negli Stati Uniti nel 2004, mentre l’arrivo in Italia è datato 2006. L’ultima stagione è andata in onda in territorio americano tra il 2012 e il 2013, mentre nel nostro paese tra il 2013 e il 2014.

  • La maggioranza delle scene in interni sono state filmate negli studi CBS di Los Angeles. Per gli esterni, invece, si è scelto di girare a Los Angeles e occasionalmente a New York.

Leggi anche

      Cerca