Sweet Girl: trailer e trama dell'action Netflix (dai temi forti) con Jason Momoa

Sweet Girl è un film teso e adrenalinico con un Jason Momoa implacabile. Ma la nuova pellicola di Netflix non è "solo" un action movie, bensì affronta un argomento molto controverso: le case farmaceutiche e la loro attività.

La vendetta c'è, il complotto pure e anche i muscoli non mancano. Ma Sweet Girl si presenta con l'ambizione di essere qualcosa di più di un "semplice" action movie. Il nuovo film di Netflix si spinge sul terreno controverso dell'attività delle case farmaceutiche e la sensazione è che farà discutere. 

La trama e il trailer (che trovate in copertina) anticipano una storia che mescola attualità, sentimenti e adrenalina, mentre un implacabile Jason Momoa combatte per avere giustizia e difendere ciò che di più caro ha al mondo.

Di cosa parla Sweet Girl

La vicenda di Sweet Girl prende le mosse dal ritiro dal mercato di un potenziale farmaco salvavita, che finisce con avere un effetto devastante nella vita di una famiglia come tante. L'impossibilità di avere accesso al medicinale condanna a morte una giovane donna malata di cancro e il marito, Raymond "Ray" Cooper (Jason Momoa), precipita in una voragine di dolore e di rabbia.

L'uomo vuole ottenere giustizia per la moglie e inizia una battaglia legale contro l'azienda farmaceutica che ha impedito alla donna di curarsi. Ma ben presto lo scontro assume altri contorni. Ray si ritrova braccato da qualcuno che è pronto a tutto pur di fermarlo. Anche a ucciderlo. 

NetflixSweet Girl: poster
Ray e Rachel nel poster di Sweet Girl

La ricerca della verità da parte dell'uomo si trasforma in vendetta, ma pure in una drammatica lotta per difendere ciò che resta della sua famiglia, la figlia Rachel (Isabela Merced). I due riusciranno a salvarsi e a dimostrare le responsabilità di un sistema corrotto nella morte della donna più importante della loro vita?

Cosa rivela il trailer di Sweet Girl

La trama di Sweet Girl non scende nei dettagli, ma il trailer ufficiale rivela qualcosa di più sulla storia.

La famiglia di Ray Cooper è unita e felice, fino a che la moglie dell'uomo si ammala. La donna dovrebbe iniziare una nuova cura, ma Ray viene informato in ospedale che il farmaco è stato ritirato dal commercio.

In base a quello che mostra il promo, l'uomo scopre dalla televisione che dietro alla decisione c'è una spietata e immorale strategia speculativa, per cui una casa farmaceutica ha pagato la concorrenza "per fare accantonare le marche generiche dei farmaci". Ray chiama la trasmissione e minaccia il rappresentante dell'azienda in diretta TV:

Se mia moglie muore, sarà la tua condanna a morte.

NetflixSweet Girl: il responsabile della casa farmaceutica
Ray minaccia in diretta TV il responsabile della casa farmaceutica che ha ritirato dal commercio il farmaco salvavita della moglie

Il promo svela che Ray viene contattato da un giornalista che gli propone di "fare esplodere la notizia", ma le cose finiscono male. Un uomo misterioso aggredisce i due mentre parlano in un vagone della metro e accoltella il reporter. Ray reagisce, ma sfonda un finestrino e finisce sulla banchina (o i binari).

La scena è ambigua e il montaggio dei trailer è sempre fatto ad arte per svelare senza svelare troppo, ma è chiaro che padre e figlia sono braccati. Nel segmento successivo, Ray e Rachel sono in fuga su un'automobile e un uomo con un fucile di precisione è sulle loro tracce:

Non puoi nasconderti, sappiamo chi sei.

NetflixSweet Girl: trailer
Ray e Rachel sono braccati da uomini senza scrupoli

Il misterioso killer non è solo. A quanto pare, a dare la caccia a padre e figlia ci sono diversi sicari e tutti armati fino ai denti. La spiegazione dell'accanimento nei confronti dei due arriva verso la fine del promo, tra esplosioni, inseguimenti e mentre la musica di Sweet Child O' Mine dei Guns N' Roses cresce di intensità:

Lo sapevi che attaccare persone di potere sarebbe stato pericoloso.

Il trailer mostra una convention politica di una certa Diana Morgan e lascia intuire che dietro gli interessi economici della casa farmaceutica contro la quale sta lottando Ray ce ne siano altri ancora più grandi e profondamente radicati nel tessuto degli Stati Uniti.

NetflixSweet Girl: Diana Morgan
La caccia a Ray e alla figlia è mossa da interessi che hanno radici molto (molto) profonde

Nel tentativo di "dare un senso" alla morte della moglie, l'uomo ha scoperchiato un vaso di Pandora e qualcuno è fermamente intenzionato a richiuderlo. Ma chi? Negli ultimi secondi del promo si vede Ray sul tetto del PNC Park, lo stadio dei Pittsburgh Pirates, inseguito da una squadra di agenti dell'FBI.

La scena è la stessa con la quale si apre il promo, mentre la radio della polizia avverte che "il soggetto è armato e pericoloso". Cos'è accaduto a Ray per trasformarlo da vittima a colpevole? Collider aggiunge un ulteriore e cruciale dettaglio alla trama di Sweet Girl, svelando che l'uomo è braccato dalla legge perché i suoi nemici hanno fatto in modo di farlo sembrare colpevole di omicidio.

NetflixSweet Girl: stadio dei Pirates
Ray in fuga finisce sul tetto dello stadio dei Pirates e si lancia nel vicino fiume Allegheny

All'apparenza, Ray non ha via di scampo. E alla fine del trailer decide di lanciarsi dal tetto dello stadio nelle acque del vicino fiume Allegheny....

Sweet Girl e gli accordi pay-for-delay

Come osserva Insider, la storia di Sweet Girl si innesta sulla questione dei cosiddetti "accordi pay-for-delay". In pratica, i produttori di farmaci di marca (originator) stipulano "accordi economici" con i genericisti perché questi ultimi ritardino il lancio sul mercato di alcuni dei loro medicinali equivalenti.

Diversamente da quello che viene lasciato intendere nel trailer, le aziende non pagano direttamente i loro concorrenti, ma utilizzano delle forme di risarcimento nell'ambito della risoluzione di contenziosi per la violazione di brevetti farmaceutici. Inoltre, gli accordi pay-for-delay non impediscono in senso assoluto l'accesso a un dato medicinale. 

Tuttavia, è vero che questo modus operandi obbliga i consumatori a utilizzare le versioni più costose dei medicinali, a tutto vantaggio delle case farmaceutiche che li producono. Il problema è molto sentito negli Stati Uniti, dove i cittadini "pagano i prezzi più alti al mondo per i farmaci da prescrizione" e non di rado sono costretti a rinunciare alle terapie di cui hanno bisogno perché non se le possono permettere.

Sweet Girl sembra avere intenzione di accendere i riflettori sull'argomento con una storia che mescola azione, sentimenti e denuncia sociale. Per sapere se ci riuscirà, l'appuntamento è per il 20 agosto 2021 su Netflix.

Leggi anche

      Cerca