Incetta di nomination agli Emmy per Bridgerton, che promette una fantastica seconda stagione

Pioggia di nomination agli Emmy 2021 per Bridgerton, che si è guadagnata 12 candidature tra cui quelle per miglior serie e miglior attore protagonista. Mentre attendiamo la cerimonia di premiazione, ecco qualche anticipazione sulla stagione 2.

Netflix Phoebe Dynevor e Regé-Jean Page in una scena di Bridgerton

La 73esima edizione degli Emmy Award è alle porte. Il 19 settembre 2021 assisteremo alla cerimonia di premiazione, che si terrà presso il Microsoft Theater di Los Angeles, e scopriremo chi tra serie, attori, registi e sceneggiatori riuscirà a spuntarla.

Le candidature, annunciate da Ron Cephas Jones e Jasmine Cephas Jones, hanno portato aria di novità all'Academy of Television Arts & Sciences: oltre ai grandi titoli come The Crown o The Handmaid's Tale, sono state nominate anche serie meno blasonate ma altrettanto meritevoli come Cobra Kai ed Emily in Paris tra le comedy, The Mandalorian, The Boys e Bridgerton tra i drammi.

Bridgerton in particolare ha ottenuto ben 12 nomination, lasciando il creatore Chris Van Dusen sorpreso e soddisfatto allo stesso tempo.

Oltre a quelle per la miglior serie drammatica e per il miglior attore protagonista per Regé-Jean Page, Bridgerton concorrerà anche nelle seguenti categorie:

  • Miglior regia per una serie drammatica
  • Miglior direzione artistica per una serie in costume o fantasy single-camera
  • Miglior casting per una serie drammatica
  • Miglior fotografia per una serie single-camera
  • Migliori costumi per un serie TV
  • Migliori acconciature per una serie single-camera
  • Miglior composizione musicale per una serie TV
  • Miglior tema musicale originale di una sigla
  • Miglior direzione musicale
  • Miglior doppiatore per Julie Andrews

Ambientata nell'età della Reggenza, Bridgerton è spesso stata tacciata di essere una produzione trash e di bassa qualità. Malgrado ciò la serie è diventata il più grande successo di Netflix in termini di visualizzazioni, e ora ha anche conquistato la critica facendo incetta di nomination agli Emmy 2021.

Lo stesso Chris Van Dusen ha spiegato ai microfoni di Entertainment Weekly che secondo la sua opinione i romanzi rosa vanno spesso incontro a preconcetti perché ritenuti prodotti di bassa lega. Una visione che spera venga abbandonata ora che la serie tratta dal ciclo di romanzi di Julia Quinn ha in qualche modo riscattato il genere.

La calorosa accoglienza da parte del pubblico lo ha lasciato esterrefatto, ma Van Dusen ha affermato di aver sempre creduto nelle potenzialità del progetto, e di essere incredibilmente orgoglioso di cast e crew, in particolare di Regé-Jean Page, a cui augura una brillante carriera fuori dallo show.

Chris Van Dusen anticipa una seconda stagione imperdibile

La pioggia di nomination per Bridgerton ha chiaramente riacceso l'entusiasmo per la seconda stagione, le cui riprese sono iniziate lo scorso maggio.

Chris Van Dusen ha promesso che cercherà di non tradire le aspettative dei fan dei romanzi e che manterrà per la seconda stagione lo stesso approccio avuto con la prima. Anzi! La stagione 2 sarà ancora più entusiasmante, ricca di storyline interessanti e di nuovi personaggi freschi e carismatici:"tutto ciò che il pubblico ha amato così tanto della prima stagione, ma ancor di più".

Il ruolo da protagonista passerà da Daphne (Phoebe Dynevor) al fratello Anthony (Jonathan Bailey), che inizierà una tormentata storia d'amore con la new entry Kate Sharma (Simone Ashley).

Secondo quanto anticipato dal creatore della serie, la chimica tra i due attori è pazzesca, tanto che in sala di montaggio (per i primi due episodi) era impossibile staccare loro gli occhi di dosso.

La seconda stagione si preannuncia dunque ancor più appassionante della prima, e anche se sarà difficile mettere da parte Daphne e il Duca, Anthony e Kate già promettono scintille!

Leggi anche

      Cerca