Loki: il finale di stagione e le sue incredibili rivelazioni

Cosa succede nel finale di stagione di Loki? A cosa porteranno le scelte dei protagonisti? Le risposte a queste e altre domande in questo articolo!

Marvel Studios Loki

La prima stagione di Loki è giunta al termine con il suo sesto episodio! Sì, purtroppo l'avventura in compagnia del Dio dell'Inganno è durata poco ma è stata davvero intensa. Inoltre, gli avvenimenti del finale di stagione lasceranno aperte innumerevoli discussioni su fatti che, molto probabilmente, avranno ripercussioni sul futuro del Marvel Cinematic Universe.

In questo articolo cercherò di fornirvi le risposte alle domande più scottanti del finale di stagione di Loki:

Cosa succede nel finale di stagione?

Il finale della prima stagione di Loki (sì, la seconda è stata già confermata) racconta sostanzialmente del fatidico incontro tra il creatore della Time Variance Authority (TVA), Loki e Sylvie. Questo è il fulcro dell'episodio nel quale "Colui che rimane" racconta del come e del perché ha creato la TVA e del motivo per il quale ha voluto al suo cospetto Sylvie e Loki.

Qui si assiste alla prima vera, grande rivelazione: da quel 2012 nel quale Loki afferra e fugge con il Tesseract tutto è stato deciso a tavolino da Colui che rimane. Il creatore della TVA ha quindi individuato nelle due varianti di Loki due soggetti in grado di comandare insieme l'agenzia di sua creazione.

A questo punto però la domanda sorge spontanea: perché allora Colui che rimane non ha convocato subito Sylvie e Loki al suo cospetto? La risposta è semplice: se Colui che rimane li avesse convocati subito, Loki non sarebbe cambiato, non avrebbe vissuto l'esperienza che gli ha fatto conoscere davvero la TVA e che gli ha fatto desiderare di cambiarla. Il cambiamento del Dio dell'Inganno - dalla Battaglia di New York all'incontro con Sylvie - è epocale e non ci sarebbe stato se Loki non avesse vissuto questa avventura.

Marvel StudiosLoki e Sylvie
Loki e Sylvie stanno per incontrare Colui che rimane

Il concetto di libero arbitrio è un altro fattore fondamentale del cammino di Loki in questa prima stagione. Non va infatti dimenticato il Loki che si innalzava davanti la folla spaventata a Stoccarda nel film The Avengers (2012). Il discorso del Dio dell'Inganno era chiaro:

Non è questo il vostro stato naturale? È la verità taciuta dell'umanità: voi bramate l'asservimento, il luminoso richiamo della libertà riduce la gioia della vostra vita ad un folle combattimento per il potere, per un'identità. Voi siete nati per essere governati. Alla fine vi inginocchierete sempre.

Nella serie TV Loki quello stesso personaggio si è trasformato in un paladino della libertà. Il figlio adottato di Odino ha capito che l'asservimento è sbagliato, che l'uomo deve essere libero di compiere le proprie azioni. Guardando quindi il quadro in maniera più ampia non si possono non fare i complimenti a Marvel Studios per aver individuato in Loki un personaggio dalle mille sfaccettature che poteva essere umanizzato dalla sua forma di Dio (sovrano).

Il definitivo cambiamento di Loki lo si può constatare in maniera tangibile dato che si è fatto un amico (Mobius) e si è innamorato di Sylvie. Adesso il Dio dell'Inganno non è più nella sua condizione iniziale, ossia non è più solo. Questa sua umanizzazione l'ha portato dall'essere un villain a un anti-eroe, e adesso un eroe buono che combatte per il bene dell'universo.

Il cambiamento di Loki è bilanciato dalla cocciutaggine di Sylvie, che è decisa a uccidere Colui che rimane. Il personaggio interpretato da Sophia Di Martino ha vissuto da sola tra lo spazio e il tempo per tantissimi lustri. Il suo scopo è sempre stato quello di vendicarsi dei Custodi del Tempo e della TVA e non è mai cambiato. Sylvie non ha mai messo in discussione il suo punto di vista e si è mostrata estremamente egoista.

La storia che racconta Colui che rimane: verità o bugia?

Il finale di stagione di Loki ha rivelato che Colui che rimane è a capo della TVA fin dall'inizio dei tempi. La storia narra che una variante umana di Colui che rimane ha vissuto sulla Terra nel 31esimo secolo. Questo era uno scienziato che ha scoperto l'esistenza di universi paralleli, mentre contemporaneamente a lui anche altre versioni di altri universi scoprivano la stessa cosa. Nacquero così degli scambi culturali mirati a far migliorare le condizioni scientifiche e tecnologiche dei vari universi. Questo però fino a quando le varianti cattive non hanno iniziato una guerra per il dominio degli altri mondi. A quel punto Colui che rimane riuscì - grazie alla potenza del mostro Alioth - a porre fine alla guerra nel Multiverso. Per mantenere la pace Colui che rimane istituì la TVA e il controllo della Sacra Linea Temporale.

Il taglio di eventuali ramificazioni della linea temporale principale ha praticamente evitato che altre varianti di Colui che rimane prendessero il sopravvento e che, collidendo con altri realtà, iniziassero una nuova guerra.

Marvel StudiosLe varianti di Kang che combattono
La guerra delle varianti di Colui che rimane

Dopo il racconto storico, Colui che rimane svela a Loki e Sylvie di voler lasciare a loro la TVA perché è stanco di fare questo lavoro da secoli. Quello che va sottolineato è che Colui che rimane ha dimostrato davvero di conoscere passato, presente e futuro. Nel momento in cui il capo della TVA mette nelle mani di Loki e Sylvie la sua conoscenza del futuro cessa di esistere: Colui che rimane dona ai due Loki il libero arbitrio per conoscerne le vere intenzioni, per essere a sua volta lui libero della schiavitù della conoscenza.

Quando infatti Colui che rimane dice "abbiamo superato il confine" si riferisce al fatto che da quel momento in poi non conosce più il futuro. Dalla sua espressione si capisce che per lui è quello un momento di libertà, di liberazione. Basta pensare alla fatica di un uomo che per secoli ha sempre saputo tutto e ha sempre dovuto decidere il destino degli altri. Adesso Colui che rimane è libero da questo impegno grazie alla presenza di Loki e Sylvie: sta a loro decidere il futuro.

Marvel StudiosColui che rimane sorride
L'espressione felice di Colui che rimane

Senza procedere oltre con l'episodio in questione, è qui che si può capire che Colui che rimane stava dicendo la verità. Lo stesso Loki lo ha capito. La sete di vendetta di Sylvie invece le accecava gli occhi.

La nuova TVA: perché Mobius non si ricorda di Loki?

Sylvie ha scelto di portare a termine la sua vendetta, così Colui che rimane è morto. Quando Loki viene spinto da Sylvie nel portale che lo conduce alla TVA tutto è già accaduto: la guerra per il dominio del Multiverso ha avuto luogo e una nuova versione di Colui che rimane è al potere. Questa volta però il nuovo capo non ha creato i Custodi del Tempo ma ha dato il suo volto alla TVA. Per questo motivo Loki vede la statua di Colui che rimane nell'immagine finale:

Marvel StudiosLoki guarda la statua di Kang
La statua di Colui che rimane alla fine dell'episodio

Il nuovo capo della TVA, così come il suo predecessore, ha resettato le memorie dei suoi agenti. Questo allo scopo di farli lavorare senza "fastidiosi" ricordi legati alla loro vita passata. Lo stesso procedimento è stato messo in atto da Colui che rimane per le varianti della TVA che abbiamo conosciuto durante la prima stagione.

Per Loki, dalla morte di Colui che rimane alla nuova TVA sono passati pochi istanti ma è bene ricordare che alla TVA il tempo scorre in maniera diversa da tutto il resto. Quindi Loki non sa quanto tempo è passato dall'inizio della sua avventura e non sa nemmeno quanto tempo ha passato insieme a Sylvie nella Cittadella alla fine del tempo.

Se ci si fa caso, dal momento in cui Colui che rimane non è più a conoscenza del suo futuro la Sacra Linea Temporale inizia a ramificarsi fino a non essere più delineata. Ebbene, è in questo momento che potrebbe essere iniziata la guerra tra le versioni di Colui che rimane.

Marvel StudiosLa Sacra Linea Temporale e le sue ramificazioni
La Sacra Linea Temporale si ramifica senza controllo

Una possibilità che mi sento di escludere totalmente (ma che qualcuno potrebbe pensare) è lo scenario nel quale Loki viene spinto da Sylvie in una TVA diversa - in un altro universo - da quella che si è vista nello show. Il fatto che esista più di una TVA è - a mio avviso - assolutamente da escludere perché la sua esistenza farebbe crollare l'essenza della serie TV stessa. Inoltre, a livello narrativo, se ogni universo avesse una TVA a controllarlo, il concetto di TVA stesso non avrebbe senso: la TVA esiste al di sopra di tutti gli universi e tutti i tempi.

Qual è il ruolo di Ravonna e qual è il suo segreto?

Più volte durante la prima stagione di Loki i fan hanno dubitato del ruolo di Ravonna Renslayer. La giudice della TVA si è rivelata cattiva ma anche ignara di chi ci fosse al comando dell'agenzia. Dall'ultimo episodio si evince chiaramente che Ravonna non è a conoscenza dell'esistenza di Colui che rimane. Dall'altro lato però Ravonna ha sempre saputo che gli agenti della TVA non sono stati creati per quel lavoro, ma sono stati prelevati dalle loro linee temporali e privati dei propri ricordi.

Il finale di stagione di Loki aggiunge alcuni misteri al suo personaggio. Quando Mobius irrompe nell'ufficio di Ravonna questa chiama la sicurezza. Mobius però le dice "non andrà come immagini ora che sappiamo del tuo segreto". Nel dirlo Mobius mostra una penna. Ebbene questa penna appartiene alla Scuola superiore Franklin D. Roosevelt. Ravonna rimane stupita e con aria preoccupata dice a Mobius: "che cosa hai fatto?"

La scena si sposta nel 2018 all'interno della scuola Frankling D. Roosevelt nel Fremont in Ohio. Qui si scopre che c'è una variante umana di Ravonna che lavora come preside. Questa utilizza il nome di Rebecca Tourminet (lo si può vedere dalla laurea appesa nel suo ufficio), che nei fumetti è un alias di Ravonna.

Marvel StudiosRavonna e i minutemen
Ravonna in versione preside

Non viene però spiegato il perché della preoccupazione del giudice e la natura del suo segreto.

Quello che si può pensare è che Colui che rimane ha permesso alla variante di Ravonna di esistere nella stessa linea temporale della versione originale. Non se ne conosce il motivo.

Un altro fattore importante della storia di Ravonna riguarda la sua destinazione finale. Prima dell'arrivo di Mobius nel suo ufficio, Miss Minutes consegna dei file a Ravonna che la porteranno in un altro luogo. Ravonna saluta Mobius dicendogli che va "a cercare il libero arbitrio". Tutto ciò che si può pensare è che Colui che rimane ha dato delle particolari istruzioni a Ravonna prima della sua morte per mano di Sylvie. Probabilmente da questo momento in poi Ravonna non è più il giudice della TVA. Lei potrebbe essere in fuga dal nuovo capo cattivo dell'agenzia. Senza dubbio la rivedremo nella seconda stagione di Loki.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca