La pandemia continua a ostacolare le riprese delle serie TV e dei film

Bridgerton, House of the Dragon e Matilda. La pandemia continua a ostacolare le produzioni per il piccolo e grande schermo e adesso ha fermato le due serie e il film con i set in Gran Bretagna.

Liam Daniel/Netflix © 2020  Golda Rosheuvel nel ruolo della Regina Charlotte

L'emergenza sanitaria continua e le conseguenze si fanno sentire anche sul mondo del cinema e della televisione. In particolar modo in Gran Bretagna, dove la variante Delta ha messo in pausa ben tre produzioni. E che produzioni. Dopo The Witcher, che è stata costretta a due lunghi stop, adesso sono state obbligate a fermarsi le serie Bridgerton e House of the Dragon e il film Matilda.

La notizia arriva in concomitanza del "Freedom Day" e suona a dire poco beffarda. La decisione del premier Boris Johnson di "riaprire tutto" sta facendo molto discutere in patria (e non solo). BBC scrive che gli esperti stimano che i contagi potrebbero salire a 200mila al giorno alla fine dell'estate, anche se la campagna vaccinale dovrebbe arginare i ricoveri in ospedale, le forme gravi della malattia e i decessi. Di sicuro, il virus sta circolando molto e le grandi compagnie dell'entertainment devono fare i conti con le conseguenze.

Qual è la situazione delle serie e dei film attualmente in produzione che sono stati fermati dal Covid e quali sono le previsioni per la ripresa dei lavori?

Bridgerton (stagione 2)

Dopo l'enorme successo della prima stagione (che ha fatto incetta di nomination agli Emmy), Netflix ha rinnovato Bridgerton per altre tre e ha iniziato a girare i nuovi episodi a maggio 2021. La programmazione serrata ha fatto sperare i fan di rivedere in tempi brevi (relativamente) i loro beniamini, ma la pandemia si è messa di traverso. Come scrive Deadline, le riprese della seconda stagione sono state interrotte due volte e al momento la produzione è ferma "a tempo indefinito".

I lavori per i nuovi episodi di Bridgerton hanno subito un primo stop giovedì 15 luglio, dopo che i test di routine hanno identificato un caso di positività. Le riprese sono ricominciate il giorno seguente, ma sabato sono state di nuovo bloccate per un altro caso. Netflix non ha commentato la notizia e non ha rivelato se la persona positiva è un membro del cast o della troupe, ma Deadline ipotizza che per la durata "indeterminata" della pausa potrebbe trattarsi di un attore.

In ogni caso, la grande "N" rossa, Shondaland e Household Pictures hanno deciso di fermare tutto fino a che non verrà stabilito un nuovo programma per girare in sicurezza nella mutata situazione della variante Delta.

House of the Dragon (stagione 1)

Anche i draghi si devono piegare al Covid-19. Come scrive Deadline, HBO ha fermato i lavori di House of the Dragon perché un membro della produzione è risultato positivo. Il caso è stato individuato domenica 18 luglio e le riprese dovrebbero ricominciare mercoledì 21 luglio.

Il set inglese di House of the Dragon è stato inaugurato ad aprile, dopo un lungo processo di casting che ha portato nella serie alcuni volti noti del piccolo e grande schermo come Matt Smith e Paddy Considine. Il prequel su Casa Targaryen è il primo spin-off di Game of Thrones a entrare ufficialmente in produzione dopo che quello con Naomi Watts è stato cancellato e dovrebbe arrivare in TV nel 2022.

È lecito pensare che il breve stop non avrà conseguenze sulla data di messa in onda, ma le cose potrebbero cambiare se dovessero verificarsi altri casi di positività. Purtroppo, la situazione non permette di fare previsioni. 

Matilda

La data di uscita di Matilda al cinema e su Netflix è fissata per dicembre 2022, ma la pandemia è un'incognita. Per il momento, è certo che i lavori del nuovo adattamento del romanzo con lo stesso titolo di Roald Dahl firmato dalla grande "N" rossa sono parzialmente fermi a causa del Covid. Secondo quanto riporta Deadline, le prima unità di riprese di Working Title è stata costretta a una pausa forzata da un test positivo e lo stop dovrebbe durare 10 giorni.

Ma il set non è del tutto fermo. La seconda unità sta continuando a girare, mentre il sistema di monitoraggio e prevenzione di Netflix (considerato uno dei migliori nel settore) mantiene altissimo il livello di attenzione.

Naturalmente, i fan sperano che la produzione non subisca troppo ritardi, in modo da non dover aspettare più del previsto l'uscita del film. La nuova trasposizione del celebre racconto di Roald Dahl vede Emma Thompson nel ruolo di Agatha Trinciabue (dopo le voci sulla presenza di Ralph Fiennes) e la curiosità è alle stelle.

Per il momento la situazione sul set sembra sotto controllo, ma anche la rigorosa organizzazione di Netflix non può ridurre a zero il rischio di contagio e l'eventualità di uno stop alla produzione.

Leggi anche

      Cerca