Perché Shannen Doherty lasciò Streghe? L'addio dell'attrice e la morte di Prue

Alla fine della terza stagione di Streghe, il personaggio di Prue Halliwell viene ucciso dal demone del vento. Ecco quali sono le ragioni che stanno dietro l'addio di Shannen Doherty alla serie.

The WB Shannen Doherty è la strega buona Prue Halliwell

Era la fine degli anni '90 quando Streghe arrivava sui nostri schermi e facevamo per la prima volta la conoscenza di Prue, Piper e Phoebe Halliwell, tre sorelle streghe votate a combattere demoni, stregoni e mostri di ogni genere.

Nonostante ognuna di loro avesse un'abilità specifica (Prue la telecinesi, Piper il potere di bloccare il tempo e Phoebe quello della premonizione), la loro forza derivava dal Potere del Trio, fonte di magia potentissima che permetteva loro di sconfiggere le forze del male e che traeva energia dal legame di sorelle.

Le ragioni dietro l'abbandono di Shannen Doherty

Se sul piccolo schermo era l'amore che provavano l'una per l'altra ad alimentare la loro magia, nella vita reale pare che le interpreti delle Halliwell non fossero poi così unite. Nel corso degli anni sono state tante le speculazioni su una possibile faida tra Shannen Doherty (Prue) e Alyssa Milano (Phoebe): la teoria più popolare all'epoca della terza stagione era che Shannen fosse gelosa della popolarità crescente della "sorella minore", che nel terzo ciclo di episodi era al centro dell'attenzione per la tragica storia d'amore col mezzo-demone Cole Turner/Belthazor.

Le attrici protagoniste non hanno mai confermato né smentito le affermazioni riportate dai tabloid fino all'ammissione della Milano secondo cui "C'erano volte in cui entravo e dicevo 'Buongiorno Shannen' e lei non mi rispondeva. E c'erano volte in cui lei entrava e diceva: 'Buongiorno, Alyssa', ed ero io a non replicare."

Le voci su un possibile allontanamento di Shannen Doherty dal set di Streghe sono diventate sempre più insistenti fino al 2001, quando è arrivata la conferma ufficiale che l'interprete di Prue avrebbe lasciato la serie per sempre dopo il finale della terza stagione.

Nel comunicato in cui annunciava la sua dipartita dallo show, la Doherty non ha tuttavia commentato il clima sul set:

Mi sono divertita molto sul set di Streghe, in particolare ho apprezzato il tempo trascorso col cast, la troupe e lo staff. Ho avuto l'opportunità di creare un personaggio, imparare a combattere senza uno stunt e dirigere tre episodi dello show. In questo momento, sento di aver realizzato tutto ciò che mi ero prefissata di fare quando sono tornata al mondo delle serie TV. Così, dopo tre anni e 66 episodi di successo, la Spelling Entertainment e la WB sono state abbastanza gentili da darmi la possibilità di andare avanti e dedicarmi ad altro.

Nonostante ciò, in un intervista per Entertainment Tonight, Shannen Doherty si è tolta qualche sassolino dalle scarpe affermando che ci fossero troppi drammi sul set e poca passione per il lavoro: "Ho 30 anni e non ho tempo per tutti questi drammi nella mia vita".

Pur non avendo parlato apertamente di Alyssa Milano, il fatto che Shannen avesse specificato di essere in ottimi rapporti con Holly Marie Combs ha dato adito a ulteriori speculazioni riguardo la loro faida. "[Holly] è una delle mie migliori amiche, le voglio molto bene, non ci sono mai stati problemi tra di noi e saremo sempre unite", ha ammesso l'interprete della maggiore delle Halliwell.

Il destino di Prue e l'arrivo di Paige

L'allontanamento di Shannen Doherty dal set di Streghe ha chiaramente avuto ripercussioni sulla trama della serie, che ha immediatamente dovuto trovare una sostituta per il personaggio di Prue: così è entrata in scena Paige, interpretata dall'attrice Rose McGowan

Nel finale della terza stagione, intitolato Il segreto svelato, le sorelle si trovano a combattere con Shax, il demone del vento. Mentre cercano di salvare dalle sue grinfie il dottor Griffiths, una troupe televisiva riprende il momento in cui le sorelle usano i loro poteri per eliminare il nemico. L'identità delle sorelle è in pericolo, e nel caos più totale, tra giornalisti e curiosi che invadono letteralmente casa Halliwell, Piper viene ferita mortalmente da una fanatica. I tentativi di salvarla da parte dei medici sono inutili e Piper perde la vita in ospedale. Per salvarla, le streghe stipulano un patto con la Sorgente di tutti i mali  per "riavvolgere" la giornata appena trascorsa tornando indietro di un giorno grazie al potere di Tempus, poiché la scoperta della magia mette in pericolo sia le forze del bene che quelle del male. La condizione da parte della Sorgente è quella che Phoebe venga trattenuta agli Inferi insieme a Cole. Quando, però, la giornata ricomincia, con Phoebe lontana, Piper e Prue non riescono a tenere a bada Shax, che le colpisce uccidendo Prue.

La doppia premiere della quarta stagione (Il ritorno del Trio, prima e seconda parte) si apre con Piper che cerca un modo per riportare indietro Prue con la magia. Quando recita l'incantesimo per ritrovare una strega perduta, fa la sua comparsa Paige Matthews, la sorellastra perduta di Prue, Piper e Phoebe nata dalla relazione della madre Patty col suo angelo bianco Sam.

Pur non conoscendole, Paige sente un legame con le sorelle e così si presenta al funerale di Prue. Prendendole le mani, Phoebe ha una premonizione in cui vede la ragazza attaccata dal demone Shax. Tentando di salvarla, Cole e Phoebe scoprono che Paige può orbitare come gli angeli bianchi.

A quel punto, Piper invoca lo spirito della nonna Penny, che le rivela tutta la verità. Quando Paige si presenta a casa Halliwell, grazie a un incantesimo pronunciato all'unisono da tutte e tre le ragazze, in Paige si risvegliano i poteri da strega: il Potere del Trio è così ripristinato e da quel momento in poi Paige si unisce a Piper e Phoebe nella lotta contro il male.

Leggi anche

      Cerca