La scena post credit di The Suicide Squad - Missione suicida rivela il destino di uno dei protagonisti

Colpo di scena (con fraintendimento) nella scena post credit di The Suicide Squad, che fa luce sul destino di uno dei protagonisti...e forse su un sequel? Ecco cosa succede dopo i titoli di coda.

Warner Bros La Suicide Squad 2021

La squadra di supereroi per forza di casa DC torna al cinema in una missione davvero suicida: tentare di riannodare i fili con il primo film ad essa dedicato, riscrivendolo da zero ma con lo stesso cast di partenza, rilanciando le ambizioni di franchise in merito. Protagonista di questo tentativo disperato (e riuscito) è il regista James Gunn che con The Suicide Squad - Missione suicida riesce nella non semplice impresa di ripetere il medesimo film in versione migliorativa, appassionando lo spettatore. 

Il merito è anche di un tono abbastanza gore, che abbassa di molto le chance di sopravvivenza dei membri della squadra. Preparatevi a dire addio a protagonisti del vecchio e del nuovo cast prima della fine della pellicola...sempre con un asterisco.

Infatti il destino di uno dei protagonisti del film viene drasticamente riscritto alla scena post credit di The Suicide Squad - Missione suicida. In questo caso dovrete essere molto, molto pazienti: dopo il finale standard del film dovrete attendere lo scorrere di tutti i titoli di coda, alla fine dei quali verrete premiati con un ulteriore sviluppo di trama, che giocherà con le vostre aspettative. 

Per scoprire chi sia il protagonista della scena, se non temete spoiler, proseguite la lettura. 

Peacemaker è ancora vivo 

James Gunn gioca un po' con le nostre aspettative di spettatori nella scena extra del film, ambientata in una corsia di ospedale. Due dei sottoposti di Waller sono stati spediti a sincerarsi delle condizioni di salute di un sopravvissuto alla battaglia svoltasi sull'isola di Corto Maltese contro Starro il Conquistatore. Il corpo del membro della Suicide Squad è stato trovato tra le macerie, gravemente ferito al petto ma ancora vivo. 

Verrebbe da pensare che sia Flag ad avercela fatta, invece sul letto d'ospedale c'è Peacemaker (John Cena). La dottoressa spiega che il paziente si sta dimostrando incredibilmente resiliente e che girano voci sul suo eroismo nei fatti di Corto Maltese.

Warner brosIl crollo di parte di Juntenheim
Peacemaker è rimasto gravemente ferito dalla pallottola di Bloordsport

I due replicano che in realtà Peacemaker è tutt'altro che un elemento raccomandabile e men che meno un eroe. La dottoressa allora incuriosita chiede ai due perché siano venuti a sincerarsi delle condizioni di salute di Peacemaker e i due lasciando ad intendere che la sua presenza nella squadra suicida di Waller è prevista anche in futuro, anche solo come ripicca verso i sottoposti di Waller che hanno osato colpirla durante il film. 

Qualcuno insomma ha grandi piani per Peacemaker, che al risveglio dovrà fare i conti con l'uccisione di Flag e le azioni compiute in The Suicide Squad - Missione suicida. 

  • Sì, il film vanta una scena post credit posizionata alla fine di tutto il rullo dei titoli di coda. 

  • Nella post credit scene di The Suicide Squad – Missione suicida si scopre che Peacemaker è ancora vivo e ricoverato in gravi ma stabili condizioni all'ospedale. Waller vuole che torni nella squadra suicida. 

  • Sì, a quanto è dato sapere sinora. 

    La persona gravemente ferita ma viva estratta della macerie è Peacemaker, sopravvissuto al colpo di Bloodsport. Flag invece parrebbe essere proprio morto.

  • Si tratta di Peacemaker, sopravvissuto alla battaglia e al colpo di arma da fuoco sparatogli da Bloodsport.

Leggi anche

      Cerca