Come finisce Aftermath - Orrori dal passato: la sconcertante rivelazione del film (ispirato a una storia vera)

Natalie e Kevin decidono di cambiare casa per ricominciare da capo e salvare il loro matrimonio. Ma la lussuosa villa che comprano a un prezzo molto più basso del suo valore nasconde un segreto spaventoso e letale...

Netflix Ashley Greene in Aftermath - Orrori dal passato

Una giovane coppia in crisi vuole salvare il proprio matrimonio e cosa fa? Semplice, compra una villa dove il marito ha ucciso la moglie e si è suicidato.

La premessa di Aftermath - Orrori dal passato lascia perplessi (a dire poco) e tra buchi di trama e jumpscare a buon mercato lo sviluppo della storia conferma che il thriller di Peter Winther non è esattamento quello che si definisce un capolavoro. Ma la curiosità di scoprire chi o cosa c'è dietro ai tormenti di Natalie e Kevin (perché, naturalmente, la nuova casa precipita marito e moglie in un incubo) finisce con lo spingere ad affrontare le quasi due ore di film.

La rivelazione non è proprio inaspettata (e neppure originale), tuttavia è inquietante. E il fatto che una parte della vicenda sia ispirata a eventi reali rende la pellicola abbastanza disturbante. Senza contare che forse la storia non è conclusa...

Se volete saperne di più, qui trovate la spiegazione del finale e dell'ultima scena di Aftermath - Orrori dal passato.

La trama di Aftermath - Orrori dal passato

Natalie e Kevin Dadich sono una giovane coppia che cerca di superare la crisi innescata dal suicidio del fratello di Kevin e culminata con il tradimento di Natalie. Quando la donna riceve un'importante offerta di lavoro, il marito decide di iniziare un nuovo capitolo della loro vita acquistando una lussuosa villa dove si è consumato un sanguinoso crimine coniugale.

I due strappano un ottimo prezzo perché la tragedia ha reso la casa invendibile e si trasferiscono nel loro nuovo "nido" pieni di energia e buone intenzioni. Ma le cose prendono fin da subito una piega strana. Natalie ha più volte la sensazione che in casa ci sia un intruso e Kevin riceve delle riviste pornografiche che non ha mai richiesto.

Gli episodi inspiegabili continuano, fino a che Natalie viene aggredita da un misterioso uomo pallido e scheletrico. Tuttavia, la giovane donna ha il dubbio di avere immaginato tutto e la perplessità di Kevin la fa desistere dal parlare con la polizia. Ma qualcosa o qualcuno in casa della coppia c'è davvero e fa sparire (letteralmente) la sorella di Natalie, Dani.

NetflixAftermath - Orrori dal passato: Kevin e Natalie
La decisione di Kevin e Natalie di comprare una lussuosa villa per ricominciare non va come previsto...

La misteriosa presenza è sfuggente, ma a quanto pare sa usare la tecnologia e i veleni. Natalie riceve un messaggio da Dani in cui la sorella dice che ha bisogno di stare un po' per conto proprio, mentre il cane della coppia, Odi, si ammala gravemente a causa di una tossina chiamata oleandrina e Kevin e Natalie sono costretti a sopprimerlo.

Gli episodi inquietanti aumentano e la coppia si convince a coinvolgere la polizia. Ma i sospetti finiscono per ricadere su Natalie, quando anche Kevin si sente male a causa della sostanza che ha ucciso Odi e le telecamere di sicurezza mostrano la donna terrorizzata e in fuga da... nessuno.

La situazione si sbroglia (all'apparenza) quando uno sconosciuto si presenta a casa della coppia e cerca di aggredire Natalie. La giovane donna riesce a fuggire e la polizia arresta l'assalitore, che dichiara di avere risposto all'annuncio per un gioco erotico pubblicato da Natalie.

Le indagini vanno avanti in fretta e rivelano che dietro alla maggior parte degli incidenti occorsi a Kevin e Natalie c'è Robert, il marito di Claudia, la donna che ha venduto loro la casa (oltre che la sorella dell'ex proprietario). L'uomo ha molti debiti di gioco e voleva riacquistare la villa per rivenderla a un prezzo migliore. Così ha iniziato a tormentare la coppia per convincerla ad andarsene. Tuttavia, Robert nega di avere avvelenato Odi e Kevin.

Il mistero sembra risolto, ma la tensione tra Kevin e Natalie è altissima e la donna dice al marito che forse dovrebbero prendersi una pausa. La mattina seguente Natalie si sveglia tardi e pare avere ritrovato la serenità, ma Kevin riceve un messaggio in cui la donna gli dice di non tornare a casa.

L'uomo trascorre la giornata con la compagna dell'università con la quale sta preparando un esame, mentre Natalie versa due bicchieri di vino per accogliere qualcuno. Il misterioso ospite non si presenta e la donna prova più volte a telefonare a Kevin, poi decide di fare un bagno. Quando il marito finalmente richiama la moglie, diventa chiaro che Kevin e Natalie sono stati manipolati per farli allontanare.

A quel punto, Natalie decide di guardare la registrazione di una videocamera che aveva messo di nascosto in camera da letto e vede con orrore l'uomo pallido e scheletrico uscire da sotto al suo letto mentre lei dorme. La donna è shockata, ma prima che possa reagire viene catturata dal misterioso intruso.

NetflixAftermath - Orrori dal passato: Otto
Natalie scopre l'inquietante presenza di Otto da una videocamera nascosta

L'uomo rinchiude Natalie nella sua "tana" sotto la casa, poi nasconde il cadavere di Dani nel letto della coppia per fare credere a Kevin che la moglie lo stia aspettando sotto le lenzuola e aggredirlo. Ma Natalie riesce ad avvertire il marito e si libera dalle catene alle quali era legata. I due ingaggiano una lotta senza esclusione di colpi con lo sconosciuto e alla fine riescono ad avere la meglio e a ucciderlo.

Un mese dopo, Kevin e Natalie hanno venduto la casa e stanno portando via le ultime cose. I due "salutano" la villa facendo il dito medio e se ne vanno con gli amici che li hanno aiutati a traslocare e il loro nuovo cucciolo. Ma quando la casa rimane vuota e silenziosa, la porta che conduce al nascondiglio segreto si chiude all'improvviso...

La spiegazione del finale e dell'ultima scena di Aftermath - Orrori dal passato

Il finale di Aftermath - Orrori dal passato è triplice.

Il primo e il più semplice è quello che coinvolge Robert. Quando la moglie vende la villa a Kevin e Natalie a meno del previsto, l'uomo non è d'accordo. E quando Natalie va da Claudia per conoscere la drammatica storia del fratello e della moglie, Robert cerca di convincere la donna a rivendergli la casa senza andare troppo per il sottile. L'interesse dell'uomo per la grande villa lascia immaginare un qualche coinvolgimento di Robert negli incidenti e negli episodi inquietanti che accadono a Kevin e Natalie e in effetti è proprio così.

L'uomo ha bisogno di soldi e contava sulla casa della moglie per ottenerli. La vendita del lussuoso immobile a un prezzo inferiore a quello che sperava spinge Robert a dare il tormento a Kevin e Natalie per farli andare via e rivendere la villa. L'uomo spedisce le riviste pornografiche e il mazzo di fiori che fa riaffiorare la gelosia di Kevin. Poi pubblica gli annunci che fanno sembrare marito e moglie dei suprematisti bianchi e provocano l'aggressione di Natalie da parte di uno sconosciuto che pensava di partecipare a un gioco erotico. Ma non è Robert ad avvelenare Odi e Kevin.

Il responsabile della morte del povero quattro zampe e del malore dell'uomo è la misteriosa figura pallida e scheletrica che tormenta le notti di Natalie. Ma l'inquietante individuo non ha nulla di soprannaturale, bensì si chiama Otto ed è l'amante della donna che viveva prima nella casa, Erin. 

NetflixAftermath - Orrori dal passato: Natalie
Natalie avverte fin da subito la presenza di Otto, ma non viene creduta

Quando Natalie va da Claudia per sapere di più della villa e della tragedia che si è consumata al suo interno, la donna racconta che il fratello, Jay, ed Erin erano in crisi e che la donna aveva avuto una relazione. Tuttavia, aggiunge che le cose tra i due sembravano andare meglio e dice di fare fatica a credere che il fratello abbia ucciso la moglie e si sia suicidato. Poi spiega che la casa è stata pagata da Jay e che Erin l'ha "progettata dalle fondamenta"

Un'ipotesi è che la donna abbia realizzato un passaggio segreto per permettere al suo amante di entrare e uscire dalla villa indisturbato. Ma c'è anche quella più inquietante che abbia "imprigionato" Otto nel seminterrato. Comunque sia, il riavvicinamento di Erin a Jay ha fatto impazzire l'uomo e Otto ha ucciso l'ex amante e il marito.

L'uomo è rimasto nella casa e ha finito per rimanere ossessionato da Natalie. Per avere tutta per sé la giovane donna, ha avvelenato Odi, ha ucciso Dani e ha cercato di eliminare anche Kevin.

Fortunatamente, Otto non è riuscito a portare a termine il suo piano. Ma è davvero morto? Il "secondo" finale lascia un dubbio sulla sorte del misterioso intruso, ma è il "terzo" quello che fa nascere più domande. La porta che si chiude da sola lo fa per una corrente d'aria, per un qualche assestamento della casa o perché nella villa c'è (ancora) qualcuno?

Purtroppo, la risposta non c'è.

La storia vera dietro ad Aftermath - Orrori dal passato

All'inizio di Aftermath - Orrori dal passato c'è un disclaimer che avvisa che il film è basato su una storia vera. E in effetti è così, anche se solo in parte.

Come riporta People, la pellicola è ispirata alla vicenda dei coniugi Jerry Rice e Janice Ruhter. A novembre 2011 la coppia si è trasferita nella lussuosa Carmel Valley di San Diego, ma ben presto si è ritrovata nel bel mezzo di un incubo.

NetflixAftermath - Orrori dal passato: poster
Dietro Aftermath - Orrori dal passato si nasconde una storia vera (in parte)

A dicembre la casa dei Rice è comparsa in vendita su diversi siti immobiliari, causando una processione continua di potenziali acquirenti. Poi i vicini hanno iniziato a ricevere strani biglietti di San Valentino da Jerry e avvisi sulla presenza di un "sex offender" nel quartiere. Ma il peggio è stato quando Janice ha scoperto un post dove invitava uomini sconosciuti a casa per fare sesso con lei mentre Jerry non c'era.

La persecuzione è durata un anno e alla fine è saltato fuori che dietro alle molestie c'era la donna alla quale Jerry e Janice avevano "soffiato" la villa dove erano andati ad abitare.

La responsabile, Kathy Rowe, è stata condannata per vari reati e ha dichiarato di essere pentita delle sue azioni. Ma stando a quello che scrive ABC7, le sue vittime non l'hanno perdonata e vivono ancora nella paura.

  • La misteriosa presenza di Aftermath - Orrori dal passato si chiama Otto ed è l'ex amante della donna che viveva prima nella casa, Erin. Quando la donna ha deciso di lasciarlo, l'uomo ha ucciso lei e il marito ed è rimasto a vivere nella villa.

  • Sì, Aftermath - Orrori dal passato è basato su una storia vera. Il film è ispirato alla vicenda di una coppia, Jerry Rice e Janice Ruhter, che ha subito pesanti molestie da parte della donna alla quale aveva "soffiato" la casa dove era andata a vivere.

    La mancata proprietaria ha iniziato a fare arrivare riviste e libri per migliaia di dollari ai Rice, a spargere illazioni sulla condotta sessuale di marito e moglie e a stalkerare i vicini a nome loro.

    Alla fine, la donna è stata scoperta e condannata e ha chiesto scusa alle sue vittime. Ma Jerry e Janice non l'hanno perdonata.

Leggi anche

      Cerca