8 film e serie TV da vedere se ti piace C'era una volta a... Hollywood

C'era una volta a... Hollywood si è rivelato un successo di critica e pubblico alla sua uscita al cinema nel 2019. Se siete fan del film, ci sono 8 titoli simili tra film e serie televisive che non potete perdere assolutamente.

Heyday Films/Sony Pictures Leonardo DiCaprio e Brad Pitt in un'immagine promozionale di C'era una volta a... Hollywood

Vincitore di due premi Oscar nel 2020, C'era una volta a... Hollywood, di Quentin Tarantino è finalmente approdato su Netflix.

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie, con le loro indimenticabili interpretazioni, sono riusciti a raccontare una storia articolata e complessa, che intreccia le vite dell'attore in declino Rick Dalton e della sua controfigura Cliff Booth a quella della bellissima Sharon Tate.

Una pellicola fresca, dinamica e sorprendente, che ha riscosso il favore di critica e pubblico. Se non l'avete ancora vista, è questa l'occasione adatta per recuperarla (o di un rewatch per chi l'aveva già vista al cinema).

Ma se avete amato C'era una volta a... Hollywood e cercate qualcosa di simile, ecco otto titoli tra film e serie TV da non perdere.

Bastardi senza gloria

Primo film della trilogia del revisionismo storico di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria si inscrive nel contesto storico dell'occupazione nazista in Francia.

Come C'era una volta a... Hollywood (ultimo della trilogia), anche Bastardi senza gloria è un film di genere ucronico: pur partendo da una premessa reale, si sviluppa e termina con un finale alternativo.

Nel film, infatti, Hitler e Goebbels perdono la vita per mano di un gruppo di soldati ebrei americani in missione su suolo francese per uccidere il maggior numero di tedeschi possibile.

Django Unchained

Se bastardi senza gloria era la rivincita contro i nazisti e C'era una volta a... Hollywood regalava a Sharon Tate gli anni che non ha mai vissuto, Django Unchained (secondo film della trilogia del revisionismo storico di Tarantino) rappresenta la vendetta degli afroamericani contro il razzismo dei bianchi.

Ambientato negli anni della guerra civile americana, il film è il racconto del rapporto che si viene a instaurare tra il cacciatore di taglie tedesco Schultz e lo schiavo Django.

The Artist

Diretto da Michel Hazanavicius, The Artist ci riporta nella Hollywood del 1927, ai tempi del cinema muto, quando il divo George Valentin cade in disgrazia con l'introduzione al cinema dell'elemento sonoro sulle immagini.

Come C'era una volta a... Hollywood con il segmento dedicato alla figura di Rick Dalton, anche The Artist ha il suo focus sul declino artistico del protagonista, che fatica a rimanere sulla cresta dell'onda.

Hollywood

Come C'era una volta a... Hollywood, la miniserie del 2020 creata da Ryan Murphy e Ian Brennan si concentra sul mondo dell'industria cinematografica.

Pur se ambientata in un'epoca differente rispetto al film (alla fine degli anni Quaranta del '900), anche Hollywood esplora le dimaniche del settore e racconta l'ambizione del protagonista Jack Castello di diventare un attore in un periodo in cui al cinema razzismo e omofobia erano sistematici.

L'ultimo tycoon

Altra serie televisiva ad aver raccontato il dietro le quinte dell'industria cinematografica è stata L'ultimo tycoon, con protagonisti Matt Bomer e Lily Collins.

Ispirata al romanzo di Francis Scott Fitzgerald intitolato Gli ultimi fuochi, L'ultimo tycoon ci trasporta nella Hollywood del 1936, dove il produttore Monroe Stahr si oppone al tentativo del governo nazista di dettare le regole anche in ambito cinematografico.

La serie, pur potendo contare su un ottimo cast e un eccezionale comparto costumi, è stata cancellata dopo una sola stagione, che si è conclusa, purtroppo, con un finale aperto.

Charlie Says

C'era una volta a... Hollywood porta sul grande schermo, anche se con evidenti cambiamenti, il massacro di Cielo Drive, l'omicidio di Sharon Tate e di altre quattro persone ad opera della Manson Family.

Se si vuole approfondire la storia di Charles Menson e il modo in cui riusciva a esercitare la sua influenza sui suoi seguaci, Charlie Says è il film che fa per voi.

La pellicola racconta la storia della Menson Family dal punto di vista di Lulu, Sadie e Cadie, tre adepte del culto di Menson che, durante la loro permanenza in prigione, vengono seguite da Karlene Faith, una donna che tenta di comprendere il modo in cui le loro menti siano state assoggettate a Charles.

Tra le chicche del film c'è il finale, una sorta di what if che, come nel film di Tarantino, ci offre uno sguardo a come le cose sarebbero potute andare.

Mindhunter

Ancora per chi fosse interessato all'analizzare la figura di Charles Menson, Mindhunter è un vero e proprio must.

La serie segue il lavoro degli agenti Holden Ford e Bill Tench, padri di un nuovo metodo di indagine, la profilazione. I due protagonisti visitano numerose prigioni degli Stati Uniti per intervistare (e cercare di comprendere) i più famosi ed efferati pluriomicidi come Ed Kemper o Jerry Brudos.

Nel quinto episodio della seconda stagione, Bill e Holden intervistano Charles Menson, che durante il colloquio nega ogni responsabilità dell'omocidio di Sharon Tate.

È curioso che a interpretare il serial killer sia in C'era una volta a... Hollywood che in Mindhunter sia il medesimo attore, Damon Herriman.

Il buono, il brutto, il cattivo

C'era una volta a... Hollywood è caratterizzato da una mescolanza di generi che vanno dal dramma alla commedia fino ad arrivare al thriller. Con la figura di Rick Dalton, il flm di Quentin Tarantino sfiora anche il western.

Il personaggio interpretato da Leonardo DiCaprio nella pellicola è un attore che tenta di dare una scossa alla propria carriera in declino. Il suo agente gli propone però di raggiungere l'Italia per un ruolo in uno spaghetti wester, un tipo di film a quei tempi considerato di serie B.

Tra gli archetipi del genere c'è Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone, una pellicola che riuscì a dare nuova linfa vitale agli spaghetti western portandoli al loro apice.

Ambientato durante la guerra di secessione, racconta le vicende di tre uomini senza scrupoli che si uniscono per impossessarsi di un tesoro nascosto in un cimitero.

Poster Il buono, il brutto, il cattivo
Sky Go
FILM

Il buono, il brutto, il cattivo

1966
Vota!
  • Genere: Western
  • Regia: Sergio Leone
  • Sceneggiatura: Sergio Leone, Luciano Vincenzoni, Agenore Incrocci, Furio Scarpelli, Mickey Knox
  • Cast: Clint Eastwood, Eli Wallach, Lee Van Cleef, Aldo Giuffrè, Luigi Pistilli guarda tutto il cast

Leggi anche

      Cerca