Control Z: la spiegazione del finale della stagione 2

Nei nuovi episodi di Control Z su Netflix, Sofia, Javi e compagni devono vedersela con un nuovo misterioso individuo: il Vendicatore. Chi si cela dietro la maschera?

Netflix Ana Valeria Becerril interpreta Sofia in Control Z

Le scuole superiori sono sinonimo di difficoltà e delusioni in ogni teen drama che si rispetti, ma nelle serie che mescolano i drammi dell'adolescenza a inquietanti misteri la posta in gioco diventa ancora più alta.

Lo sanno bene i protagonisti di Control Z, la serie messicana disponibile su Netflix in cui un abile hacker minaccia di svelare tutti i segreti degli studenti del Colegio Nacional.

La serie, ispirata a famosi teen mistery quali Gossip Girl, Pretty Little Liars, Veronica Mars ed Élite, è giunta alla sua seconda stagione.

Gli 8 episodi che la compongono sono stati aggiunti al catalogo Netflix lo scorso 4 agosto e hanno svelato l'identità di un nuovo, misterioso personaggio che si fa chiamare il Vendicatore.

Andiamo con ordine e scopriamo come si è conclusa la seconda stagione della serie messicana di Carlos Quintanilla.

Gli eventi della seconda stagione

Dopo la rivelazione che ha concluso la stagione 1 dello show (abbiamo scoperto che sotto le spoglie dell'hacker si nascondeva Raúl), le vite di Sofia e compagni sono ancora in pericolo.

Appena qualche mese dopo, infatti, gli studenti del Colegio Nacional diventano nuovamente il target di qualcuno: una mano invisibile prende di mira Dario, Ernesto e soci sperando di poter in tal modo vendicare la morte di Luis, avvenuta nel finale della prima stagione.

Inevitabilmente, i primi sospetti ricadono su Raúl. Il ragazzo è infatti riuscito a farla franca ricattando il preside Quintanilla. Ora si muove impunito nei corridoi del Colegio Nacional dopo aver causato il panico nella prima parte della serie.

Presto però scopriamo che non è Raúl a vestire i panni del Vendicatore e Sofia e Javier devono continuare a indagare sul conto del losco figuro.

Quando Sofia visita l'abitazione di Luis, scopre che tutte le azioni del Vendicatore sono raffigurate nei vecchi disegni dello studente defunto. La protagonista della serie giunge dunque all'unica conclusione possibile: il Vendicatore sta esaudendo i desideri di Luis e, proprio per questo, deve trattarsi di qualcuno che gli era molto vicino.

Il finale della stagione 2 di Control Z: chi è il Vendicatore?

La rivelazione giunge solo nell'episodio 8 della seconda stagione di Control Z, conclusasi con un inaspettato cliffhanger che apre le porte a un'ipotetica terza stagione.

Dopo settimane di teorie e supposizioni, di indagini e buchi nell'acqua, Sofia riesce a risolvere il mistero, ma la strada per arrivare alla verità è tortuosa e piena di insidie.

La ragazza diventa l'obiettivo principale del Vendicatore, che scambia i suoi ansiolitici per metterla fuori gioco e procedere, senza intoppi, verso il compimento della sua vendetta.

Nonostante le difficoltà, Sofia riesce comunque a completare il puzzle e scoprire così l'identità del suo aguzzino: si tratta di Alex che continua a incolpare sé stessa per quanto accaduto a Luis e spera di riuscire a perdonarsi realizzando i desideri dell'amico morto, condividendo parte di quel senso di colpa con i suoi compagni di scuola.

Le azioni di Alex hanno però anche un altro scopo, quello di mettere in evidenza quanto dannosi siano per gli altri i passatempi dei più privilegiati. Luis ha pagato con la vita, è morto senza alcuna buona ragione e Alex è determinata a urlarlo al mondo utilizzando ogni suo mezzo a disposizione, anche il più meschino.

È proprio per questo che, nel finale di stagione, Alex pubblica un sondaggio online nel quale chiede ai suoi compagni se Gerry, uno dei bulli responsabili della morte di Luis, debba andare incontro allo stesso destino.

Tuttavia, per quanto tenti di essere crudele e spietata, Alex non riesce mai ad andare fino in fondo e Sofia non può fare a meno di notarlo. Alex non uccide Gerry, nonostante gli schiaccianti risultati del sondaggio. Si limita semplicemente a minacciarlo, puntandogli contro una pistola sul tetto della scuola.

NetflixAlex (Samantha Acuña) in Control Z
È Alex il Vendicatore nella seconda stagione di Control Z

Alex si rivela allora per quello che è: non una ragazza crudele e instabile, ma un'amica che non trova pace e non riesce a placare il proprio dolore e il senso di colpa che la attanagliano.

Attraverso alcuni flashback scopriamo infatti che è stata proprio Alex a dare il via a tutta la serie di eventi che ha condotto alla morte di Luis.

Il timido ragazzo aveva realizzato un ritratto di Gerry e Alex lo aveva convinto a mostrarlo al diretto interessato. Secondo il padre di Gerry, il ritratto sarebbe stata espressione della “fantasia di un ragazzo queer”. Solo a quel punto, insicuro e spaventato all'idea che qualcuno avrebbe potuto prenderlo in giro per la propria sessualità, Gerry aveva iniziato a fare il prepotente con Luis.

Il denaro rubato e il cliffhanger finale

La reazione di Alex alla scomparsa di Luis non deve quindi sorprendere, così come non è troppo sconvolgente scoprire quanto la ragazza fosse rimasta ferita dopo la partenza dell'amata Gabriela per la Spagna.

Nella seconda stagione scopriamo infatti che Alex aveva una relazione con un'insegnante del Colegio Nacional. La storia tra le due, segreta e tumultuosa, era stata bruscamente interrotta dall'insegnante.

A questo punto Alex, col cuore spezzato e incapace di pensare con razionalità, non vede via d'uscita se non quella di impossessarsi dei soldi di Raúl in modo da poter fuggire e raggiungere l'amata.

Il piano della ragazza va però in fumo quando Maria trova il bottino e si dirige, insieme a Susanna, sul tetto della scuola, dove si trovano Alex, Sofia, Gerry, Raúl e Javi.

È a questo punto che le cose prendono una piega davvero inaspettata: Susanna cade dal tetto e perde la vita trascinandosi dietro la sacca colma di denaro, che viene recuperata da Pablo, il ragazzo espulso dal collegio a causa delle continue violenze perpetrate ai danni di Raúl.

Le azioni di Pablo non passato inosservate: dalla cima dell'edificio, Sofia e gli altri lo vedono raccogliere la borsa di denaro. D'altra parte, lui osserva i compagni, comprendendo che sono in qualche modo coinvolti con la morte di Susanna.

Se la serie verrà rinnovata per la terza stagione, scopriremo se Sofia, Javi e soci verranno accusati di aver spinto Susanna giù dal tetto. Se così fosse, per i ragazzi del Colegio Nacional si prospetta un futuro tutt'altro che roseo.

Leggi anche

      Cerca