Lie To Me 4 ci sarà? Il finale del crime drama con Tim Roth

Nonostante sia una delle serie più amate, Lie To Me è giunta a una prematura conclusione. La storia di Cal Lightman ci ha mostrato un mondo affascinante, quello delle microespressioni facciali e del corpo: un linguaggio utile, che mette in luce la verità.

Fox Primo piano di Tim Roth

Ispirata al dottor Paul Ekman, psicologo esperto del linguaggio del corpo e delle espressioni facciali – nonché consulente della serie – Lie To Me è incentrata sul talento del dottor Cal Lightman (Tim Roth), psicologo ferrato nel comportamento umano.

Grazie alle sue straordinarie abilità e ai suoi studi sull’espressione delle emozioni, il dottor Lightman riesce a comprendere quando un soggetto sta mentendo (in poche parole, un collega di Sherlock Holmes e di Patrick Jane di The Mentalist).

Il Lightman Group viene fondato da lui insieme alla psicologa Gillian Foster (Kelli Williams), ma vi lavorano anche il ricercatore Eli Loker (Brendan Hines) e l’ex-agente Ria Torres (Monica Raymund).

Trattando temi importanti ed essendo incentrata sull’affascinante scienza delle microespressioni, Lie To Me avrebbe potuto avere un successo maggiore, eppure la serie creata da Samuel Baum è andata in onda dal 2009 al 2011 per sole 3 stagioni. Come mai? Come finisce Lie To Me?

La trama di Lie To Me 3

Da un uomo che tenta di rapinare una banca a un’organizzazione che riprogramma la mente delle persone, i casi affrontati nella terza stagione sono diversi e tutto ruota, più o meno, attorno a essi senza approfondire granché la trama principale della serie.

Come sempre, il Lightman Group si trova a dover offrire la propria consulenza a enti pubblici e privati in cerca di qualcuno che sappia accorgersi di chi mente per le più svariate ragioni.

Quelli affrontati nell'arco dei tredici episodi delle terza stagione sono, dunque, casi normalissimi, episodi autoconclusivi che non lasciavano di certo presagire una conclusione della serie.

L’ultimo episodio di Lie To Me, L’applicazione killer (stagione 3, episodio 13)

Nel finale, 3x13 L’applicazione killer (Killer App), il Lightman Group è chiamato a indagare su un programmatore di software miliardario, dopo la morte di una ragazza a cui Gillian era legata essendo sua ex-paziente.

La ragazza chiede aiuto, temendo di essere uccisa dal suo socio in affari. Cal capisce subito che ha ragione, ma la ragazza viene purtroppo assassinata e i tentativi per salvarla si rivelano vani. Le prove portano, però, al fidanzato della ragazza, perché pare che l’assassino abbia hackerato il suo cellulare per farlo sembrare colpevole.

Dopo le indagini di Lightman e della sua socia – nonché migliore amica – finalmente, si giunge alla verità: a ucciderla è stato proprio il programmatore e collega della vittima. Cal e Gillian riescono a fare rinchiudere l’uomo in un centro psichiatrico e la donna fa in modo che non possa avere mai pace per ciò che ha fatto.

Nel frattempo, Cal rientra a casa dove trova la figlia adolescente, Emily (Hayley McFarland), triste in seguito alla rottura con il proprio ragazzo. È proprio durante il confronto con lei, che la ragazza domanda al padre se è innamorato di Gillian (che prova dei chiari sentimenti per lui).

Cal ammette di provare qualcosa per la collega. Emily gli chiede, quindi, cosa stia aspettando a farsi avanti e lui risponde di non sapere il perché. Lie To Me si chiude, dunque, così.

L’epilogo di Cal Lightman

Protagonista indiscusso di Lie To Me è Cal Lightman (Tim Roth), studioso della mimica facciale e del linguaggio del corpo che, prima di fondare la propria agenzia, mette le proprie competenze a disposizione delle autorità, lavorando per l’intelligence britannica: interroga, infatti, prigionieri e terroristi, viaggiando nelle zone più “calde” del mondo.

Divorziato, ha una figlia adolescente con cui ha un buon rapporto. La svolta arriva proprio con l’apertura del suo Lightman Group, dove offre le proprie consulenze a chi ne ha bisogno. Il rapporto con la socia e amica Gillian è quello che viene seguito più attentamente nel corso degli episodi della serie, sebbene la definizione del loro rapporto fosse ancora in corso d’opera.

Nell’episodio 2x20 Smascherato (Exposed), Cal mostra per la prima volta la sua gelosia nei confronti di Dave Burns, fidanzato di Gillian: l’uomo inizia a pedinarlo – sospettando che abbia qualcosa da nascondere, nonostante sia un agente dell’antidroga in incognito – e resta coinvolto nel suo rapimento.

FoxKelli Williams e Tim Roth in Lie To Me
Cal e Gillian in una scena di Lie To Me

Cal attua un gioco psicologico per salvarlo, dicendo ai rapitori dell’uomo di ucciderlo perché così lui avrà Gillian; ovviamente, è una finzione, ma con un fondo di verità: la copertura di Dave salta e lui viene riassegnato lontano e con una nuova identità.

Appena nell’episodio seguente, 2x21 Tenebre e luce (Darkness and Light), Cal e Gillian affermano di essere sposati e si baciano, ma capiamo che i due sono sotto copertura (anche se quel bacio sembra mostrare qualcosa di più).

Nella terza stagione - come detto prima - Cal ammette che Gillian è la sola che non riesce a capire e confessa a Emily di essere innamorato di lei (sentimenti contraccambiati dalla donna). Purtroppo, la chiusura del crime drama lascia tutto in sospeso.

Lie To Me 4, la stagione che non vedremo

È chiaro, per il momento, che Lie To Me 4 non ci sarà: l’unica possibilità sarebbe, infatti, che qualche network o piattaforma di streaming online si dimostrasse interessata a un revival della serie.

La decisione di cancellare Lie To Me, da parte di Fox, è arrivata improvvisamente; motivo per cui gli sceneggiatori non hanno avuto il tempo di concludere la serie come si deve.

FoxLa locandina di Lie To Me
Il poster di Lie To Me

Il motivo che si cela dietro la cancellazione di Lie To Me riguarda il calo di interesse da parte del pubblico, che si è registrato proprio con la terza stagione: per questa ragione, il network aveva già confermato un ordine di soli 13 episodi - come per la prima stagione - abbandonando l'idea dei 22 episodi - come avvenuto per la seconda stagione - fino a giungere alla decisione di cancellare del tutto la serie.

Nonostante segua un caso normale, l’ultimo episodio della serie è, quantomeno, riuscito a chiarire l’interesse di Cal nei confronti di Gillian, lasciando intendere che i due sono molto più che semplici colleghi e amici. Per quanto riguarda il resto, invece, purtroppo la conclusione non è arrivata.

Le tre stagioni di Lie To Me sono disponibili in streaming, su Disney+.

Vota anche tu!

Ti è piaciuto il finale di Lie To Me?

Leggi di più tra 5

Condividi

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca