Come finisce Free Guy? La spiegazione della scena finale e il destino di Guy

Il destino di Guy e quello di Free City sono minacciati dalle macchinazioni di Antoine: riusciranno i personaggi non giocabili a salvarsi con l'aiuto di Millie e Keys? La spiegazione del finale di Free Guy - Eroe per gioco.

Disney Millie e Keys davanti al portatile

Dura la vita di un personaggio non giocabile in un videogioco online di grido che somiglia da vicino per missioni e livello di violenza e criminalità a GTA. Lo sa bene chi ha visto Free Guy - Eroe per gioco, il film con protagonista Ryan Reynolds nei panni di uno dei tanti personaggi non giocabili che popolano Free City, un RPG che ha reso il fondatore della casa produttrice Soonami ricchissimo. Alle sue dipendenze lavora anche Keys, giovane e brillante programmatore che insieme all'amica Millie ha creato un gioco rivoluzionario chiamato Life Itself. 

Nei panni di Molotov Girl, Millie esplora Free City in lungo e in largo, alla ricerca di prove che Antoine abbia copiato senza permesso proprio il codice di quel gioco. Il suo incontro con Guy (che la ragazza inizialmente scambia per un niubbo, un giocatore alle prime armi) la porterà più vicina a scoprire la verità.

Antoine ha copiato il gioco di Millie e Keys

La prova del plagio che Millie cercava disperatamente è nascosta proprio in Free City. Dopo aver scoperto di essere un'entità virtuale e un personaggio non giocabile grazie a Millie, Guy capisce dove trovare l'indizio che la giovane sta cercando: l'isola su cui era ambientato il gioco sviluppato da lei e Keys. 

Antoine infatti ha usato il loro codice per creare Free City, ma non è stato abbastanza scaltro da cancellare ogni traccia. Oltre il limite di spazio giocabile costituito dal mare c'è l'isola dov'era ambientato Life Itself! La stessa è stata nascosta ai giocatori dal proprietario della Soonami, ma è ancora visibile nei riflessi del cielo. Guy l'ha vista inconsciamente ogni giorno, riflessa nelle listerelle della persiana che usa per oscurare il suo soggiorno. 

DisneyFree City vista con la prospettiva di un giocatore
Guy tenterà di raggiungere l'isola per salvare Free City

La missione quindi è riuscire ad arrivare all'isola mentre Guy è in diretta streaming: se il mondo vedrà quel luogo, Antoine non potrà più vincere la causa legale contro Millie. Nonostante l'aiuto da insider di Keys che costruisce un ponte per raggiungere l'isola (poco dopo verrà licenziato ed allontanato), la situazione in Free City è sempre più drammatica. Non solo Antoine ha sbloccato il personaggio ancora in fase di test di Dude (una versione gigantesca e iper muscolosa di Guy) per annientare il protagonista, ma sta anche distruggendo i server di Free City, per cancellare ogni traccia di quanto successo e fermare Guy. 

Guy salva Free City insieme a Millie e Keys

Guy però riesce a salvarsi da Dude mettendogli gli occhiali da videogiocatore, così che rimanga frastornato e affascinato dagli elementi visibili solo agli avatar giocabili. Lo fa non prima di aver utilizzato parecchie armi sfiziose per fronteggiarlo: lo scudo di Captain America, il pugno verde di Hulk e persino una spada laser (qui puoi leggere l'elenco completo degli easter egg presenti nel film). 

Lui e l'amico poliziotto Buddy cominciano a correre all'impazzata sul ponte ma, prima che i dipendenti della Soonami si ribellino al loro capo e Millie riesca a fermare Antoine proponendogli un accordo per salvare Free City, l'amiico di Guy Buddy scompare, il suo codice perduto. Guy però riesce a raggiungere l'isola in diretta live streaming. Lui e i sopravvissuti tra i personaggi non giocabili di Free City, che stanno via via diventando indipendenti rispetto alla loro programmazione iniziale, vivranno qui. 

DisneyRyan Reynolds nei panni di Guy
Guy viene attivato dall'incontro con Millie perché Keys la programmato sulla base dei suoi sentimenti per lei

Il merito dell'autocoscienza di Guy e degli altri è di Like Itself, il gioco di Millie e Keys copiato da Antoine. Il codice binario e la complessa equazione di cui sono composti i personaggi è in grado di reagire agli stimoli ambientali e di diventare via via più complesso, fino a raggiungere la consapevolezza di sé e il libero arbitrio. Guy è stato "sbloccato" proprio dall'incontro con Millie nel gioco, perché Keys aveva plasmato il personaggio immaginandolo innamorato di una persona come lei. Il ragazzo è infatti innamoratissimo dell'amica e socia, ma non riesce a dichiararle il suo amore. 

Nella scena finale del film però lei realizza che il timido programmatore ha modellato Guy sulla base dei propri sentimenti per lei, lo raggiunge e lo bacia. I due ora sono i gestori di successo di quanto rimane di Free City, divenuto un esperimento collettivo in cui le entità digitali vivono sull'isola salvata in extremis a fine film e i videogiocatori di tutto il mondo si connettono per visitarla. Guy vive ovviamente qui insieme agli altri personaggi non giocabili superstiti. Lo attende però una bella sorpresa: in qualche modo il personaggio di Buddy è riuscito a fare reboot, come accadeva in precedenza: anche il suo amico è salvo! Il sequel di Free City, di cui Antoine detiene tutti i diritti, è diventato un flop, mettendo la Soonami nei guai. 

  • Millie e Keys riescono a salvare ciò che resta di Free City dalla furia distruttrice di Antoine, che tenta di cancellare il gioco distruggendone i server. Guy però riesce ad arrivare sull'isola, provando che il capo della Soonami ha copiato il codice del gioco di Millie e Keys senza permesso. 

    Guy e gli altri personaggi superstiti di Free City si trasferiscono sull'isola e cominciano ad evolvere il loro codice, sino a poter agire con un loro libero arbitrio. Il gioco è un successo, mentre Free City 2 è un flop clamoroso per Antoine. 

    Millie capisce che Keys ha modellato Guy a partire dai suoi sentimenti per lei, lo raggiunge e lo bacia. 

  • No, non ci sono scene extra né durante né alla fine dei titoli di coda. 

Leggi anche

      Cerca