Run The World e il black power in TV: le serie da (ri)vedere

Le serie TV rappresentano lo specchio della nostra modernità. Diverse volte hanno raccontato tutte le contraddizioni del mondo in cui viviamo. Come la rappresentazione del black power. Ecco le 5 serie da non perdere

StrazPlay Le serie TV che celebrano il black power

Da sempre, la cultura del black power ha trovato spazio all’interno del mondo del cinema e della TV. Di recente, però, alla luce dei fatti di cronaca nera che hanno scosso l’opinione pubblica – vedi il fenomeno del Black Lives Matter – si è notato un grande interesse da parte dell’universo televisivo nel tratteggiare con parsimonia la sub-cultura degli afroamericani.

Un mondo vicino al nostro che ancora non è riuscito a integrarsi, che ancora viene guardato con diffidenza. Se la cultura e, in special modo, la cultura del piccolo schermo può essere di aiuto per compiere un passo in avanti verso l’inclusività, è giusto celebrare il black power attraverso storie di vita vissuta.  

Tante sono le produzioni di genere che si focalizzano sull’argomento. Commedie, drammi e abili ricostruzioni storiche: non è facile camminare in un ambiente in continuo movimento. Sono 5 le serie TV che hanno permesso al pubblico di vivere sulla propria pelle cosa significa il black power. 

Run The World


É stata una delle ultime serie TV aggiunge al catalogo di StrazPlay. Con i toni di una commedia di stile, pop e alla moda, Run The World si sofferma sulla vita di quattro donne di colore che si muovono nel quartiere di Harlem, conosciuto per essere un grande centro culturale e commerciale per la comunità afro-americana

8 gli episodi da 30 minuti ciascuno per una storia brillante ma dolce e amara. Withey, Ella, Reene e Sondi sono le protagoniste dello show. Sono donne di colore che vivono, amano e sognano un mondo migliore. Sono belle, sono intraprendenti e sono di potere, ma anche loro soffrono per amore e per la condizione di essere una donna di colore in un mondo di soli uomini. Ribattezzato come il nuovo Sex & The City, la serie convince fin dal primo episodio per una storia corale e realistica.

Bridgerton

NetflixQuali sono le serie TV che celebrano il black power


Prodotta da Shonda Rhimes, è la prima serie TV di Netflix che è stata realizzata dal team creativo di Grey’s Anatomy e co. Successo di critica e di pubblico, tutti (ma proprio tutti) sono rimasti affascinati dal ritratto multietnico di una Londra di fine ‘800. La serie è ispirata alla saga di romanzi regency scritti da Julia Quinn, ora diventata un fenomeno mondiale e punto di riferimento per gli amanti dei libri storici. 

Al centro della prima stagione ci sono le avventure sentimentali della giovane Daphne, duchessa di Bridgerton. Al suo debutto in società subirà il fascino del duca di Hastings, scampolo ambito del Ton. Per eludere le politiche matrimoniali dell’epoca, entrambi fingono di instaurare un legame affettuoso solo per scoprirsi innamorati l’uno dell’altro. Una storia vivida e sincera che rilegge, in chiave smaccatamente pop, l’età della reggenza. 

How to get way with murder 


Un tesissimo legal drama con una protagonista di colore dal carattere forte e temerario. La serie TV di Peter Nowak e prodotta dalla casa di Shonda Rhimes ha debuttato sugli schermi americani della ABC nel lontano 2014. 90 gli episodi prodotti, sei le stagioni realizzate. Viola Davis, attrice americana che si batte per i pari diritti del popolo afro-americano, è stata l’indiscussa protagonista di How To Get Away With Muder. 


Al centro del racconto c’è la vita di Annalise Keating, avvocato penalista dai metodi poco ortodossi, che insegna anche all’università di Filadelfia. Ogni anno, i 5 allievi migliori del suo corso completano il ciclo di studi assistendo Annalise nelle sue battaglie giudiziarie. I Keating Five, però, molto presto vengono coinvolti in torbido omicidio dai mille risvolti. Intrigante ed esaltante, la serie è stata una boccata di aria fresca per il genere legal in TV. 

Loro

Amazon Prime VideoIl black power in TV


È una delle ultime aggiunte al catalogo di Amazon Prime Video, ed è una tra le serie più in voga del momento. Ambientata durante gli anni ’50 e durante gli ultimi strascichi delle leggi Jim Crow, Loro racconta della migrazione verso le coste della California di una famiglia di colore. 

Arrivati in un sobborgo popolato solo da bianchi, oltre a difendersi dai soprusi dei vicini, gli Emory dovranno fronteggiare un’entità malvagia che vive nel loro appartamento. In un mix di drama di formazione e horror esoterico, la serie di Amazon è l’esempio più particolare delle celebrazione del black power in TV. Loro è una serie di rara bellezza che ricorda un tempo lontano e che, allo stesso tempo, riflette sulla nostra contemporaneità. Da luglio del 2021 la prima stagione è disponibile anche in italiano. 

Greenleaf 


Fede e religiosità. Su queste rette parallele si muove la serie TV creata da Craig Wright e prodotta da Oprah Winfrey. In onda negli Usa dal 2016 al 2020 sul network a pagamento delle celebre presentatrice, la serie ha messo in scena un algido drama familiare ambientato nella città di Memphis, su una dinastia religiosa moderna che ha fatto la fortuna professando il Verbo di Dio.

Quando la figlia più giovane fa ritorno in città e nella casa in cui è cresciuta, i vecchi segreti del passato riemergono con prepotenza gettando un’ombra oscura su tutta la famiglia dei Greenleaf. Anche se la serie conserva tutte le caratteristiche tipiche di una soap-opera, regala al pubblico una visione d’insieme sulla religiosità e la cultura afroamericana. Di grande successo, è stata accolta con scroscianti applausi al Tribeca Film Festival. 

Leggi anche

      Cerca