The Handmaid's Tale: The Testaments e la possibilità di un prequel, ma la stagione 5 sarà l’ultima?

La quinta stagione di The Handmaid's Tale potrebbe essere l'ultima. In programma, c'è anche il sequel della serie ispirata a Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood, The Testaments e non è da escludere un prequel.

Hulu Primo piano di Elisabeth Moss

Creata da Bruce Miller e tratta dal romanzo Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood, The Handmaid’s Tale si sta avviando alla sua quinta stagione che – secondo le ultime notizie – potrebbe essere l’ultima della serie ambientata in un futuro distopico.

Come riportato da Deadline, Jordan Helman, Head of Scripted Content di Hulu, ha dichiarato:

Il successo di The Handmaid's Tale rimane fondamentale per noi. Detto questo, ciò che è anche più importante per noi è chiudere la serie in modo creativo.

Hulu è in contatto con Miller ed Elisabeth Moss (June Osborne) per capire come procedere e, soprattutto, se concludere l'arco narrativo con la stagione 5 o meno: una risposta sembra non esserci ancora, ma Helman ha affermato che questa dovrebbe arrivare nei prossimi mesi.

Oltre a The Handmaid’s Tale 5, Hulu sta lavorando al sequel The Testaments (I Testamenti) e non sarebbe da scartare l'ipotesi di un prequel.

Cosa sappiamo di The Handmaid’s Tale 5

Al momento, gli sceneggiatori stanno lavorando alla scrittura della quinta stagione di The Handmaid’s Tale, dopo lo scioccante finale della quarta stagione.

In seguito alle dichiarazioni di Jordan Helman, Bruce Miller - a Deadline - ha spiegato di non essere ancora certo che la stagione 5 sarà l’ultima.

Il gruppo ha creato un’incredibile serie TV, quindi non sarei così frettoloso nel dire ‘sai, finiamola’. Non so come voi abbiate vissuto la pandemia, ma io ho imparato quali siano le cose migliori della mia vita e lavorare con queste persone è una di quelle. Quindi, onestamente, sì so quale sarà la fine e non rimarrò più a lungo del dovuto, ma non ho nemmeno intenzione di fuggire se non è necessario perché, finché scrivo per Elisabeth Moss, non posso chiedere di meglio.

The Handmaid’s Tale 5 potrebbe, dunque, non essere affatto la stagione finale; del resto, la storia raccontata nella serie si è, ormai, discostata da quella narrata nel romanzo di Margaret Atwood, per cui gli sceneggiatori potrebbero andare avanti per tutto il tempo necessario (Hulu permettendo) e gli spunti non mancherebbero di certo.

Abbiamo lasciato June in procinto di perdere tutto, famiglia e libertà in Canada, a causa della sua sete di vendetta; sete che l’ha portata a uccidere Fred Waterford (Joseph Fiennes) insieme alle altre Ancelle. Nel finale di The Handmaid’s Tale 4, la vediamo baciare sua figlia Nichole - quasi fosse un addio - ancora sporca di sangue, sotto gli occhi sconvolti di Luke Bankole (O.T. Fagbenle).

Ormai in Canada, invece, Serena Joy Waterford (Yvonne Strahovski) ha scoperto di essere incinta: sin da subito, pensiamo che il figlio sia di Fred - sebbene quest’ultimo sappiamo fosse sterile – ma è lecito chiedersi se ci sia qualcosa che non abbiamo visto (il padre potrebbe essere l’agente Mark Tuello?).

Inoltre, se davvero il padre è Fred, c’è qualche possibilità che Nichole sia stata concepita durante le violenze di quest’ultimo e non con Nick Blaine (Max Minghella), come abbiamo sempre pensato?

Il sequel di The Handmaid’s Tale: The Testaments

Che la quinta sia o meno l’ultima stagione di The Handmaid’s Tale, è chiaro che non sarà comunque la fine della saga, di Gilead e delle Ancelle: dalla penna di Margaret Atwood è nato, infatti, I Testamenti (The Testaments), sequel ambientato circa quindici anni dopo la fine de Il racconto dell’ancella.

La trama ha inizio quando vengono ritrovate le trascrizioni di due testimonianze, quelle di Daisy (Nichole, secondogenita di June nata dal rapporto con Nick) e Agnes (Hannah, primogenita avuta da Luke che cresce a Gilead). Nel libro, a essere presente è anche Zia Lydia (Ann Dowd). Di June si sa che è riuscita a scappare da Gilead, che vive in Canada e che, appunto, il regime esiste ancora sebbene la resistenza si faccia sempre più forte.

Ciò che è ormai certo è che The Testaments diventerà una serie per Hulu; motivo per cui la quinta stagione di The Handmaid’s Tale non dovrebbe essere basata sui fatti narrati in questo romanzo. La prima stagione della serie è ispirata a Il racconto dell’ancella, ma le seguenti stagioni se ne discostano ampiamente, per cui è difficile prevedere come si svolgerà la storia in seguito. Helman ha dichiarato:

The Testaments è legata a The Handmaid's Tale. Il lavoro di Margaret Atwood è diventato incredibilmente importante per noi di Hulu e, quindi, quello che vogliamo fare è assicurarci di introdurre il mondo di The Testaments in un modo che sembri organico al lavoro che è già stato fatto sulla piattaforma.

La nascita di The Testaments e la fine di The Handmaid's Tale potrebbero, quindi, essere collegate e gli sceneggiatori sono al lavoro per “mantenere l’integrità creativa”.

Ci sarà un prequel?

Come riportato anche da Entertainment Weekly, The Testaments è, ormai, in fase di sviluppo. Bruce Miller sembra, però, interessato anche a un possibile prequel, magari che esplori il mondo prima della nascita della dittatura di Gilead.

Anche un prequel, ambientato nel passato, sarebbe avvincente.

Non sappiamo, ad ogni modo, per quando sia prevista l’uscita di The Testaments e, soprattutto, se e come Elisabeth Moss sarà coinvolta nel progetto.

HuluLe ancelle vestite di rosso
Le ancelle di The Handmaid's Tale

Negli USA, The Handmaid’s Tale è disponibile su Hulu mentre, in Italia, è in streaming su Amazon Prime Video e TIMvision.

La stagione 5 di The Handmaid’s Tale è attesa per il 2022.

Vota anche tu!

Ti piace l'idea di The Testaments e di un prequel di The Handmaid's Tale?

Leggi di più tra 5

Condividi

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca