Isola Nera: la trama e il finale del thriller tedesco di Netflix ambientato nel Mare del Nord

Il thriller Netflix Isola Nera si presenta con grandi premesse. Una serie di omicidi. Una donna misteriosa. Una storia d'amore proibita. Tuttavia, non riesce a essere convincente. A salvare il film è l'ambientazione spettacolare.

Netflix Alice Dwyer è Helena Jung in Isola Nera

Una remota isola del Mare del Nord. Una serie di terribili tragedie. Una donna misteriosa. Isola Nera è uno di quei film che cattura gli spettatori con premesse (e promesse) accattivanti e poi disattende miseramente le aspettative.

Il thriller tedesco di Netflix punta tutto su una storia d'amore proibita (che non ci vuole molto a capire che lo è ancora di più di quello che sembra) e su una serie di omicidi commessi senza pietà. Ma è davvero poco. Anzi. Tutta la faccenda diventa ben presto grottesca e a tratti ridicola.

A salvare il film è l'ambientazione spettacolare: l'isola di Amrum nel Mare del Nord. Tra lande selvagge, interminabili spiagge svelate dalla marea e paesaggi che sembrano appartenere a un altro mondo, si finisce con l'arrivare alla fine senza troppi rimpianti per la dimenticabile storia di Jonas, dei suoi amici e della sfuggente Helena Jung.

Isola Nera è un thriller di mezza estate con poche pretese, ma riesce lo stesso a lasciare il segno grazie ai luoghi dove è stato girato.

La trama di Isola Nera

Un'isola nel Mare del Nord, giorni nostri. Un'anziana donna sta facendo birdwatching sulla spiaggia, quando viene aggredita e uccisa da un grosso cane nero. La scena si svolge sotto lo sguardo impassibile di una misteriosa sconosciuta. Quattro mesi dopo, la stessa sconosciuta fa uscire di strada il figlio della donna morta e sua moglie e li uccide.

Il figlio adolescente della coppia, Jonas, si ritrova solo al mondo e viene accolto in casa dal nonno. L'uomo era in rotta con il padre del ragazzo per via delle sue ambizioni da scrittore, ma dimostra una sorta di rude affetto per il nipote.

Un anno dopo la tragica morte dei genitori, Jonas sembra essere andato avanti con la sua vita. Il ragazzo si prepara ad affrontare l'ultimo anno di liceo con Florian, Jule e Nina, per la quale prova qualcosa, ricambiato. Ma la storia tra i due incontra un ostacolo inatteso.

NetflixIsola Nera: la location
La vita di Jonas viene stravolta da una terribile tragedia. E quando sembra ricominciare, precipita in un incubo ancora più oscuro

Il professore di tedesco dei quattro amici ha un incidente mentre è in vacanza a Maiorca e al suo posto arriva la giovane Helena Jung. L'insegnante si rivela molto "informale" e recluta Jonas e Florian per aiutarla a montare i mobili nella nuova casa. Al gruppo si aggiunge anche Nina e Helena non sembra particolarmente entusiasta.

Mentre lavora a casa dell'insegnante, la ragazza trova in un ripostiglio una valigia con un'etichetta d'areo di Maiorca e si insospettisce. Ma la scoperta passa in secondo piano, perché si ferisce profondamente a un piede con un taglierino.

Florian accompagna Nina in ospedale e Jonas si occupa della bicletta dell'amica, mentre Helena strappa con rabbia l'etichetta dalla valigia e prende una scatola nascosta nello stesso ripostiglio. L'involucro di cartone contiene decine di foto di Jonas e la donna le brucia nel lavandino insieme all'etichetta.

La mattina dopo, Helena e il giovane si incontrano sulla spiaggia e la donna sembra flirtare con lui. Più tardi, in classe, assegna al ragazzo e ai suoi compagni il compito di scrivere una poesia nello stile di Rainer Maria Rilke. Jonas aiuta Nina e quando il nonno legge il componimento stronca il lavoro del nipote.

NetflixIsola Nera: i protagonisti
Helena Jung entra nelle vite di Jonas e dei suoi amici in maniera misteriosa e le cambia per sempre

Invece, Helena Jung ha tutt'altra reazione. La donna capisce che Jonas ha scritto la poesia di Nina e loda il suo lavoro. Poi gli dice che le piacerebbe leggere altre cose sue. Jonas è reticente, ma alla fine decide di portare di nascosto un plico a casa dell'insegnante. Helena lo vede e lo invita entrare. La donna legge gli scritti del ragazzo e poi i due finiscono per fare l'amore.

Jonas e Helena iniziano una relazione. Nina lo capisce e decide di dichiararsi all'amico di cui è innamorata da sempre. Le cose tra i due sembrano funzionare, fino a che accade qualcosa. Il nonno di Jonas viene invitato a parlare a una celebrazione della scuola del nipote, di cui è stato preside, ma quando vede Helena ha un mancamento. La donna si è tagliata i capelli e sembra a sua volta fissare in maniera strana l'uomo.

Nina se ne accorge e i suoi sospetti sull'insegnante diventano sempre di più. La ragazza si convince che la donna c'entri qualcosa con l'incidente del loro insegnante di tedesco e che nasconda qualcosa. E quando vede Helena uscire una mattina presto da casa di Jonas, decide di indagare più a fondo.

Grazie a Jule, che le parla di un'insegnante che aveva il padre, Nina capisce che c'entra la scuola. Così fa richiesta dei vecchi annuari. E lì trova la risposta...

Il finale di Isola Nera

Tra i docenti che insegnavano nel 1985, quando era preside il nonno di Jonas, c'era una certa Maria Roth. La donna è identica a Helena e Nina capisce che la (sedicente) insegnante è sull'isola per una ragione precisa. Ma prima che ne possa parlare con Jonas, Helena la sorprende e la uccide.

La donna si libera del cadavere lasciandolo sulla spiaggia, mentre la famiglia e gli amici iniziano a preoccuparsi per la scomparsa della ragazza. Ma Helena getta astutamente acqua sul fuoco. La donna va da Jonas nella casa dove viveva con i suoi genitori e dice al ragazzo che Nina ha scoperto di loro due e probabilmente si è allontanata per il dolore e la rabbia. Poi i due cedono ancora una volta alla passione.

Jonas torna dal nonno e la mattina seguente viene svegliato dall'uomo che gli dice disperato che hanno trovato il cadavere di Nina. Mentre sono alla spiaggia, il nonno ha una crisi epilettica e viene portato all'ospedale. I medici rassicurano Jonas e Florian lo riporta a casa.

NetflixIsola Nera: Helena e Jonas
La torbida storia tra Helena e Jonas spinge Nina a indagare sulla donna e causa la sua morte

Ma il ragazzo capisce che Nina è morta per qualcosa che ha scoperto e con l'amico e Jule ripercorre i suoi ultimi passi. I tre si mettono a guardare negli annuari e trovano anche loro Maria Roth in quello del 1985. Jonas, Jule e Florian fanno una ricerca online e scoprono che la donna è stata trovata morta sull'isola quattro anni dopo.

A quel punto, Jonas capisce cosa è accaduto. Proprio mentre Helena va da suo nonno in ospedale per rivelargli perché è lì.

La donna è la figlia che l'uomo ha avuto da Maria Roth. L'ex insegnante sperava che il nonno di Jonas lasciasse la sua famiglia per lei e la bambina in arrivo, ma così non è stato. Quattro anni dopo è tornata sull'isola per fargli conoscere la figlia, ma qualcosa è andato storto. La donna ha lasciato la bambina in spiaggia e non ha più fatto ritorno. Poi il suo corpo è stato ripescato in mare.

Helena accusa l'uomo di avere ucciso la donna e gli rivela che lo ha ripagato con la stessa moneta. È lei la responsabile della catena di morti che hanno distrutto la sua famiglia. All'appello manca solo Jonas. E per lui ha un piano preciso. Helena fa portare il nonno a casa e quando Jonas si dimostra stupito che in ospedale le abbiano dato il permesso di farlo, gli dice che gli spiegherà tutto. Ma in realtà ha ben altro in mente.

NetflixIsola Nera: Helena
Helena rivela a Jonas il suo piano e poi cerca di annegarlo

La donna sistema il nonno del ragazzo davanti a una finestra perché veda il nipote morire. Poi droga Jonas e mentre il giovane inizia a perdere conoscenza gli dice che è sua zia e gli svela il suo piano di vendetta. Helena cerca di annegare il ragazzo, ma Jonas reagisce. I due combattono selvaggiamente e alla fine il giovane ha la meglio e pugnala a morte Helena con un pezzo di vetro.

Una lettera spedita da Maria Roth al nonno di Jonas rivela che la donna si è suicidata. Ma anche se l'uomo non è un assassino, la vita di Jonas è un cumulo di macerie.

Alla fine, il ragazzo sembra andarsene dall'isola. Ma mentre è sul traghetto vede una persona che assomiglia a Helena. Allarmato, segue la sconosciuta, che si rivela una semplice turista. I due parlano un po', poi la ragazza gli chiede come mai l'isola dove vive è l'unica nera sulla mappa che si trova sul traghetto. La giovane ci passa un dito sopra e scopre che è stata colorata con un pennarello da qualcuno.

NetflixIsola Nera: la scena finale
Chi ha colorato di nero l'isola di Jonas?

Jonas rimane impietrito, mentre i fantasmi di Helena e Maria aleggiano intorno a lui...

  • Isola Nera è stato girato ad Amrum, un'isola dell'arcipelago delle Frisone Settentrionali, nel Mare del Nord. Amrum si trova davanti alla costa tedesca e fa parte del Land (stato federato) dello Schleswig-Holstein. 

    L'isola ha una superficie di 20 km quadrati ed è abitata nella parte orientale, dove si trovano i villaggi di Wittdün, Nebel, Norddorf, Süddorf e Steenodde. Invece, la parte occidentale è occupata da una distesa di dune di sabbia.

    La popolazione di Amrum è di circa 2.400 persone ed è concentrata per lo più nella cittadina di Wittdün, dove si trova il porto da cui partono i traghetti per la terraferma e per un'altra isola dell'arcipelago.

     

Leggi anche

      Cerca