The Big Bang Theory: 4 scoperte scientifiche che sono state dedicate (davvero) a Sheldon Cooper

Con il volto di Jim Parsons, il personaggio di The Big Bang Theory più conosciuto è quello di Sheldon Cooper. A quest'ultimo, fisico teorico della sitcom, sono state dedicate una serie di scoperte scientifiche che lasciano un'impronta nella vita reale.

CBS, Chuck Lorre Productions, Warner Bros. Television Il cast di The Big Bang Theory

Il personaggio, forse, più noto in assoluto di The Big Bang Theory è Sheldon Cooper, interpretato da un incredibile Jim Parsons (che ha vinto quattro Emmy e un Golden Globe per questo). Sheldon è divenuto così tanto famoso da ottenere uno spin-off interamente a lui dedicato: Young Sheldon, prequel in cui Iain Armitage veste i suoi panni da bambino (mentre Parsons narra gli eventi e racconta aneddoti anche successivi alla fine di TBBT). 

Nato in Texas e residente a Pasadena, Sheldon è un fisico teorico dalla memoria eidetica che lavora alla Caltech. Sin dai primi anni della sua vita, si è dimostrato un prodigio – il suo quoziente intellettivo è di 187 – diplomandosi a soli 11 anni e ottenendo il primo dottorato già a 16 anni. Inizialmente, Sheldon si occupa della teoria delle stringhe per, poi, passare alla materia oscura e tornare nuovamente alla prima.

Appassionato di fantascienza, fumetti, videogame, serie TV e film e legatissimo ai suoi amici, soprattutto a Leonard Hofstadter (Johnny Galecki) e a Penny (Kaley Cuoco), ha però enormi difficoltà a rapportarsi con le persone e comprendere le convenzioni sociali. Quando si innamora di Amy Farrah Fowler (Mayim Bialik), però, con il tempo cambia un po’, tanto da arrivare a sposarla.

Il sogno più grande di Sheldon è, comunque, quello di vincere il premio Nobel per la fisica; sogno che riesce a coronare grazie alla teoria della superasimmetria.

Dato l’amore per la scienza di Sheldon Cooper, il passo dalla finzione alla realtà è stato breve: ci sono, infatti, alcune scoperte scientifiche che sono state dedicate (per davvero!) all’intelligentissimo personaggio di The Big Bang Theory.

  1. L'asteroide che omaggia Sheldon
  2. L'ape intitolata al personaggio di The Big Bang Theory
  3. La medusa il cui nome si ispira a una battuta di Sheldon
  4. Il teorema dedicato a Sheldon

1 - L’asteroide 246247 Sheldoncooper

Avremmo pensato che sarebbe stato scontato dedicare un asteroide all’astrofisico Raj Koothrappali (Kunal Nayyar) e invece no: a dare il nome al corpo celeste – come riportato da Minor Planet Center e da Jet Propulsion Laboratory - è Sheldon.

L’asteroide in questione prende il nome, per la precisione, di 246247 Sheldoncooper.

CBS, Chuck Lorre Productions, Warner Bros. TelevisionJohnny Galecki e Jim Parsons in automobile
Leonard e Sheldon, i due fisici di The Big Bang Theory

Asteroide della fascia principale – zona del sistema solare che si trova tra Marte e Giove – è stato scoperto nel 2007 e ha un’orbita con semiasse maggiore di 2,8156160 UA ed eccentricità pari a 0,0694049.

2 - L’ape Euglossa Bazinga

Quante volte abbiamo sentito l’esclamazione Bazinga! in The Big Bang Theory? Dire “Bazinga” è, per Sheldon, un modo per dichiarare che ciò che è stato detto o fatto poco prima è, in realtà, uno scherzo.

Dopo aver sentito “Bazinga” per la prima volta nell’episodio 2x23 La spedizione monopolare (The Monopolar Expedition), questa esclamazione è entrata a far parte della vita reale di molte persone, così tanto da attirare l’attenzione del biologo André Nemésio. È proprio Nemésio, studioso della Federal University of Uberlândia, che nel 2012 ha deciso di rendere omaggio alla sua serie TV preferita, chiamando una nuova specie d’ape Euglossa Bazinga.

Il motivo? Fino al 2012, questa specie di ape orchidea era stata confusa con la Euglossa Ignita: le due tipologie di api, infatti, sono molto simili e hanno ingannato gli scienziati per anni. Come riportato da Smithsonian Magazine, ecco quanto si legge nel documento ufficiale:

La parola specifica onora l’intelligente, divertente e accattivante personaggio nerd Sheldon Cooper, brillantemente interpretato dall’attore americano Jim Parsons nella serie CBS The Big Bang Theory. La parola preferita di Sheldon, Bazinga, viene usata quando il personaggio prende in giro qualcuno ed è stata scelta per il suo significato. Euglossa Bazinga ci ha ingannato per un po’ di tempo per via della sua somiglianza con la Euglossa Ignita.

Quale Bazinga più grande di questo?

3 – La medusa Bazinga Rieki

Dopo l’asteroide e l’ape, è stata dedicata a Sheldon anche una medusa appartenente al genere Rhizostomeae: la Bazinga Rieki.

Scoperta nel 2013, la medusa è stata individuata in Australia, per la precisione nella sua costa orientale. A descrivere questa nuova specie sono stati la biologa marina Lisa-Ann Gershwin e Peter Davie.

Sola ad appartenere alla famiglia Bazingidae – non potendo essere inserita in alcuna famiglia delle Rhizostomeae - è stata così chiamata perché inizialmente gli scienziati pensavano si trattasse di un giovane esemplare di un’altra specie, a causa delle sue piccole dimensioni.

Com’è poi stato dimostrato, si sbagliavano… bazinga!

4 – Il Teorema di Sheldon

Quella che può essere considerata la scoperta più grande legata a The Big Bang Theory resta, comunque, il Teorema di Sheldon.

Nell’episodio 4x10 L'ipotesi del parassita alieno (The Alien Parasite Hypothesis), Sheldon spiega a Leonard, Raj e Howard Wolowitz (Simon Helberg) perché il numero 73 è il numero più completo: il 73 è un numero primo, il 21esimo tra i numeri primi e il suo contrario è 37 (altro numero primo, 12esimo tra i numeri primi e il cui speculare è il 21, che si ottiene moltiplicando 7 per 3).

A Sheldon è stato, quindi, dedicato un teorema – il Teorema di Sheldon, per l’appunto – grazie all’attenzione dei matematici Christopher Spicer e Carl Pomerance del Morningside College e del Dartmouth College. Entrambi hanno lavorato per dimostrare che a soddisfare tali condizioni è soltanto il numero 73, riuscendoci brillantemente e giungendo alla pubblicazione del proprio lavoro.

The Big Bang Theory è, insomma, entrato nella storia! Basti pensare che, nel 2019 – come riportato da The Hollywood Reporter - Ulf Danielsson, membro della Royal Swedish Academy of Sciences, durante l’annuncio dei vincitori dei Nobel, ha anche citato i versi della sigla della sitcom:

Our whole universe was in a hot, dense state, then nearly 14 billion years ago expansion started.

The Big Bang Theory è andata in onda, dal 2007 al 2019, per 12 stagioni.

Leggi anche

      Cerca