L'amore criminale, la trama e il finale del thriller con Rosario Dawson e Katherine Heigl

Il film della produttrice Denise Di Novi, al suo debutto dietro la macchina da presa, è un crescendo di tensione e violenza che culmina in una conclusione da brividi.

Karen Ballard / Warner Bros. Entertainment Rosario Dawson e Katherine Heigl in una scena del film L'amore criminale

L'amore criminale è l'esordio dietro la macchina da presa di Denise Di Novi, storica produttrice di Tim Burton e di successi indie come Schegge di follia. Su un copione di Christina Hodson (la sceneggiatrice di Bumblebee e Birds of Prey), la regista mette in scena un inquietante thriller incentrato su una guerra sentimentale tutta al femminile.

Prodotto dalla Di Novi con Alison Greenspan e Ravi D. Mehta, L'amore criminale (titolo italiano dell'originale Unforgettable) è una variazione sul tema della violenza domestica, affidato alle due protagoniste Rosario Dawson e Katherine Heigl. La regista spiega nelle note di produzione che la genesi di Unforgettable e il suo sviluppo nascono da una semplice domanda: fino a che punto ci si può spingere per amore?

La trama del film

Julia Banks (Rosario Dawson) è un'affermata caporedattrice che sta per dare una svolta significativa alla sua vita: lascia il lavoro di redazione per lo smart working e si trasferisce a vivere con David Connover (Geoff Stults), affascinante imprenditore (ha lanciato un birrificio artigianale di successo) di cui è molto innamorata.

La coppia viene da un vissuto difficile. Julia è felice perché ha trovato l'uomo dei suoi sogni, al quale ha però nascosto il suo passato tormentato: un padre alcolista e violento, un ex fidanzato psicopatico e aggressivo, Michael Vargas (Simon Kassianides), verso il quale ha dovuto far emettere un'ordinanza restrittiva.

Warner Bros. EntertainmentGeoff Stults e Rosario Dawson in una scena del film L'amore criminale
David e Julia tormentati dal loro passato

David, dal canto suo, è reduce dal divorzio complicato con Tessa Manning (Katherine Heigl), la madre di sua figlia Lily (Isabella Kai Rice). Apparentemente perfetta, Tessa è in realtà una donna irrisolta e problematica, vittima a sua volta dei comportamenti ossessivi di sua madre Helen (Cheryl Ladd), che l'hanno resa mentalmente disturbata.

Tessa non si è mai ripresa del tutto dalla separazione con David, avvenuta due anni prima. Quando Julia si sposta in pianta stabile a casa dell'ex marito, la stessa in cui vivevano insieme, e instaura una forte complicità con Lily, la sua gelosia patologica comincia a montare inarrestabile.

Katherine Heigl, Isabella Kai Rice e Rosario Dawson in una scena del film L'amore criminale
Tessa si insinua nella vita di Julia

Alla notizia che Julia e David stanno per sposarsi, Tessa perde completamente la testa ed è pronta a tutto per trasformare il sogno della sua "nemica" in un tremendo incubo. Il primo passo è cominciare a fare delle ricerche sul suo conto su Internet. È sul web che scopre come l'ordine restrittivo di Michael sia scaduto.

L'idea a quel punto è scontata: rimettere in contatto Julia con il suo brutale ex. Per farlo, Tessa crea un finto account Facebook di Julia, ritraccia i contatti di Michael e inizia a mandargli foto provocanti e messaggi sessualmente espliciti. Ruba anche l'orologio di David, la fede nuziale di sua nonna, il cellulare e un paio di mutandine di Julia, inviandole all'uomo. È la goccia che fa traboccare il vaso.

Warner Bros. EntertainmentUn primo piano di Katherine Heigl nel film L'amore criminale
I piani diabolici di Tessa

Il finale e la spiegazione

L'amore criminale è raccontato quasi tutto in flashback e culmina in un triplo finale. Da quando Tessa ha "ingaggiato" Michael, la minaccia è sempre presente nel quotidiano di Julia. Prima si getta dalle scale fingendo che Julia l'abbia spinta accidentalmente, poi raggiunge l'apice la sera in cui, tramite il finto profilo social di Julia, dice a Michael di voler fare sesso con lui. L'uomo allora penetra nell'abitazione quando la sua ex è sola, e quando lei rifiuta le sue avances, la attacca brutalmente.

Julia si difende: lo pugnala alla gamba con un coltello da cucina e scappa. All'esterno della casa, però, c'è Tessa: la donna entra all'improvviso e pugnala Michael al cuore uccidendolo. Si torna così all'inizio del film: Julia chiusa nella stanza degli interrogatori e torchiata dal detective Pope (Robert Ray Wisdom) per l'omicidio di Vargas. Tessa, infatti, ha fatto ricadere su di lei la responsabilità del delitto. La prova è la conversazione che ha intrattenuto con lui su Facebook. Per sua fortuna, la polizia la rilascia, assicurando che le indagini continueranno.

Una scena del film L'amore criminale
Il finto account Facebook di Julia creato da Tessa

Julia è costretta a dire la verità a David sulla sua relazione burrascosa con Michael. Quando la polizia gli mostra le "prove", l'uomo è deluso e risentito. Va a casa di Tessa per prendere Lily, dove nota un paio di guanti bruciati nel camino e la fede di sua nonna al dito di Tessa, capendo che l'ex moglie ha incastrato la sua fidanzata.

Nel frattempo, anche Julia ha fatto delle indagini su Tessa. Grazie all'aiuto della collega Ali (Whitney Cummings), scopre che Tessa è una "Barbie psicopatica" con precedenti penali. Un rapporto psichiatrico dei servizi per minori rivela che quando aveva 16 anni, il padre ha lasciato la madre e Tessa ha mostrato comportamenti "ossessivi, negativi e occasionalmente violenti", culminati nell'atto di dare fuoco alla casa dei genitori. Helen ha però rifiutato le cure e la terapia familiare per la figlia.

L'equilibrio ormai è rotto. David ha compreso l'inganno di Tessa, che piena di rabbia e risentimento lo stende colpendolo alla testa con l'attizzatoio del camino. È soltanto questione di minuti e Julia piomba nell'abitazione, porta Lily in auto e ingaggia un serrato corpo a corpo con Tessa. Vedendo se stessa riflessa nello specchio, Tessa ha un moto di coscienza e si rende conto di che donna è diventata. "Perché rovini sempre tutto...", si chiede sconsolata. Julia si difende con un coltello da cucina, lo stesso con cui era stata minacciata, e Tessa decide di togliersi la vita "facendosi pugnalare" allo stomaco dalla rivale. "Non lasciare che Lily mi ricordi così", è la sua ultima richiesta a Julia.

Warner Bros. EntertainmentKatherine Heigl e Rosario Dawson nella scena finale del film L'amore criminale
Tessa "si fa uccidere" da Julia

Sei mesi dopo, David si è ripreso, Julia sembra serena e Lily è andata a vivere con loro a San Francisco. La loro ritrovata tranquillità è bruscamente interrotta quando Helen, la madre di Tessa, irrompe in casa loro. La signora Manning – è perfetta la faccia stravolta dal lifting di Cheryl Ladd – bussa alla porta per trovare la nipotina. "La nonna è qui", intima minacciosa a Lily e soprattutto a Julia.

Il finale riporta ad una scena chiave precedente. Helen rimproverava a Tessa di aver rovinato il suo matrimonio con David. "Questo non è degno di te", le ripeteva, specie quando la figlia Lily ha preferito abbandonare l'allenamento di equitazione per trascorrere la giornata con Julia. L'amore criminale sottolinea proprio l'influenza della famiglia nell'evoluzione del trauma e del disturbo psicotico. Julia e Tessa hanno avuto due vite speculari, come spiega la Di Novi nelle note di produzione.

"Sono due donne molto diverse – dichiara la regista – che si ritrovano ognuna a modo proprio a gestire una famiglia allargata e a rimettere in discussione la propria identità di moglie, madre o compagna. Ciascuna delle due sente sulle proprie spalle il peso di essere perfetta mentre non ha ancora chiuso i conti con una vita che l'ha più volte messa alla prova. Mentre una viene spinta dalla pressione sull'orlo della follia, l'altra deve aggrapparsi a ciò che ha e continuare a lottare per sopravvivere". 

Leggi anche

      Cerca