The Last Kingdom: 5 particolari storicamente esatti dell'historical drama con Alexander Dreymon

Ispirato dalla figura di Uhtred di Bebbanburg, The Last Kingdom è uno degli historical drama di maggiore successo. Ambientata nel IX secolo d.C., la serie racconta un pezzo di storia inglese ed è, almeno in parte, storicamente accurata.

BBC Two, Netflix Primo piano di Alexander Dreymon

Ispirata alla saga di romanzi Le storie dei sassoni (The Saxon Stories) di Bernard Cornwell, The Last Kingdom è ambientata alla fine del IX secolo d.C., quando l’Inghilterra era divisa in sette regni e i Vichinghi attaccavano e saccheggiavano continuamente le terre.

La serie vede protagonista il leggendario Uhtred di Bebbanburg (Alexander Dreymon), figlio di un aldermanno sassone rapito dai Vichinghi danesi e cresciuto come uno di loro. Da adulto, Uhtred si trova a servire Re Alfred (David Dawson), combattendo per lui, aiutandolo nel sogno intramontabile di unire il Paese pur continuando a inseguire il suo di riprendere possesso del castello di Bebbanburg.

Prodotta dal 2015 per 5 stagioni – la quinta stagione sarà l’ultima dell’historical drama – The Last Kingdom segue il viaggio di Uhtred verso il compimento del suo destino. Durante l’arco narrativo, è possibile scorgere dettagli storici, così come altri inverosimili: ad esempio, l’uso di spade come arma principale nelle battaglie tra danesi e sassoni era cosa assai rara (si ricorreva, soprattutto, ad asce e lance), mentre il personaggio di Uhtred è basato su un guerriero valoroso che visse, però, dopo gli eventi della serie (tra il X e l’XI secolo).

Basata su eventi reali che hanno portato alla nascita dell’Inghilterra, The Last Kingdom vanta una narrazione avvincente e, in parte, ricorre a dettagli storicamente esatti.

  1. Alfredo il Grande
  2. Le battaglie
  3. Aethelflaed
  4. Re Edmund
  5. Guthrum

1 – Alfredo il Grande

Re del Wessex dal’871 all’899, Alfredo il Grande (David Dawson) è rimasto nella storia per aver difeso il proprio regno dagli attacchi dei danesi, nonché per essere stato il primo re a definirsi “Re d’Inghilterra”.

I danesi avevano occupato alcune zone dell’Inghilterra; Alfredo condusse, quindi, una lunga guerra contro questi ultimi, sconfiggendoli nell’878 nella cosiddetta battaglia di Ethandun e divenendo ufficialmente il re degli anglosassoni.

Istruito ed estremamente intelligente, Alfredo incoraggiò l’istruzione, favorendo lo sviluppo culturale e contribuendo alla creazione della Cronaca Anglosassone (primo documento storico in inglese antico).

BBC Two, NetflixDavid Dawson in The Last Kingdom
Re Alfred, il primo Re d'Inghilterra

Per quanto riguarda Alfredo, nella serie sono rappresentate egregiamente la sua personalità e la sua vita, così come la sua lunga malattia e la sua fede in Dio: gli storici pensano potesse soffrire del morbo di Crohn.

2 – Le battaglie di Cynwit e di Ethandun

La battaglia di Cynwit e la battaglia di Ethandun sono due delle battaglie che si tennero davvero e a cui assistiamo in The Last Kingdom: la prima si svolse nell’878 e decretò la vittoria inglese contro i Vichinghi guidati da Ubbe Ragnarsson (lo ricordate anche in Vikings?); la seconda ebbe luogo qualche mese più tardi, quando i danesi si impadronirono di parte dell’Inghilterra e vennero poi sconfitti da Alfredo, che ricorse al muro di scudi.

La battaglia di Cynwit fu particolarmente importante per il Wessex. L’anno in cui questa si svolge nella serie, però, non corrisponde a realtà, così come il fatto che ad uccidere Ubba fu Uhtred.

3 – Aethelflaed

La Principessa Aethelflaed (Millie Brady), sovrana del regno di Mercia dal 911, fu effettivamente una straordinaria regina.

Figlia di Alfredo il Grande, alla morte del marito Aethelred (Toby Regbo) divenne un’eccellente guerriera, che rafforzò i confini del proprio regno.

Sposata dall’età di sedici anni – come nella serie – era una donna forte in un’epoca dominata dagli uomini. Aethelflaed crebbe sotto l’invasione vichinga, ma era preparatissima ad affrontare le sfide di un regno.

BBC Two, NetflixPrimo piano di Millie Brady
Aethelflaed, Regina di Mercia

Nella serie, vediamo Aethelflaed innamorarsi di Uhtred, ma sacrificare tutto per la Mercia.

4 - Re Edmund

Re Edmund (Jason Flemyng), re dell’Anglia orientale, salì al trono nell’855 morendo assassinato dai danesi. In un’epoca in cui l’Inghilterra era saccheggiata soprattutto da questi ultimi – basti pensare alla Grande Armata Danese – Re Edmondo li sfidò, finendo catturato.

La morte di Edmund risulta essere particolarmente drammatica nella serie: viene, infatti, ucciso con le frecce e ha una fine lenta e dolorosa.

5 – Guthrum

Infine, Guthrum (Thomas W. Gabrielsson), battezzato poi come Aethelstan, fu un re vichingo del Danelaw che, dall’874, mosse una nuova guerra al Wessex conquistando parte della Mercia e della Northumbria.

In base a quanto riportato dallo storico Asser, Guthrum vinse la prima battaglia contro Alfredo, ma venne poi sconfitto giungendo a un accordo di pace con il Trattato di Wedmore: Alfredo ottenne ostaggi e la promessa che gli invasori se ne sarebbero andati dal regno e che Guthrum si sarebbe battezzato.

BBC Two, NetflixPrimo piano di Thomas W. Gabrielsson in The Last Kingdom
Guthrum, poi battezzato come Aethelstan

Nella seconda stagione di The Last Kingdom veniamo per l’appunto a sapere che, dopo essere stato battezzato, Guthrum diventa Re Aethelstan dell’Anglia orientale.

Leggi anche

      Cerca