The Haunting 3 si farà? Solo se si verificheranno alcune condizioni

The Haunting è per il momento in pausa, ma non è detto che la produzione non possa ricominciare. Unica condizione? Un romanzo da cui trarre ispirazione che sia in linea con le due stagioni precedenti.

Netflix Il poster promozionale di Hill House

A meno di due settimane dall'arrivo su Netflix della sua nuova serie horror, Midnight Mass, Mike Flanagan ha parlato ai microfoni di Entertainment Weekly della possibilità di una terza stagione della serie antologica The Haunting.

Facciamo un passo indietro e torniamo a dicembre 2020, due mesi dopo la distribuzione di The Haunting of Bly Manor, quando Flanagan aveva dichiarato su Twitter che non era prevista una terza stagione per lo show, almeno non in quel momento, ma che non era detta l'ultima parola, e che le cose sarebbero potute cambiare nel corso del tempo.

Lo showrunner ha confermato che la situazione non si è ancora sbloccata, ma ha suggerito a quali condizioni cambierebbe idea e tornerebbe a lavorare su The Haunting.

Per spiegare ciò, è partito dal motivo per cui Midnight Mass è stata concepita come una serie a se stante, e non come il terzo capitolo della serie antologica nonostante il genere che le accomuna e la presenza di numerosi attori già visti in Hill House e Bly Manor.

Mentre, infatti, The Haunting of Hill House e The Haunting of Bly Manor sono state entrambe ispirate dalla letteratura classica (la prima è tratta da L'incubo di Hill House di Shirley Jackson; la seconda si rifà a Il giro di vite di Henry James e a un'altra dozzina di suoi romanzi), la nuova serie è un racconto originale e personale, che affonda le proprie radici nelle esperienze personali di Flanagan.

Inoltre, tutt'e due le stagioni di The Haunting si focalizzavano sulla figura del fantasma, un artificio narrativo utilizzato come metafora per indagare i traumi infantili e le conseguenze psicologiche che ne derivano: nella prima era il fantasma di Nell Crain, la donna dal collo storto, a tormentare l'esistenza dei protagonisti, mentre nella seconda i fantasmi che abitavano la tenuta di Bly Manor erano gli sfortunati amanti Peter Quint e Rebecca Jessel.

Con la giusta storia di fantasmi, il romanzo adatto da cui trarre ispirazione, e mantenendo lo stesso stile narrativo e tematico di Hill House e Bly Manor, allora The Haunting potrebbe realmente tornare con una terza stagione, ma fino a quando queste condizioni non si realizzeranno, la serie horror rimarrà ancora "congelata". 

Anche se per il momento The Haunting 3 non è nei piani di Mike Flanagan, non è detto che la serie non possa essere ripresa in futuro. Il fatto che lo showrunner mantenga le porte aperte per una nuova stagione è una piccola consolazione per i fan della serie, che hanno sempre apprezzato il modo in cui The Haunting era riuscita a portare il genere horror a un altissimo livello qualitativo grazie a un ottimo cast, una sceneggiatura molto solida, una narrazione complessa e personaggi sfaccettati coi quali si riusciva a entrare in empatia immediatamente.

Mentre attendiamo che le condizioni per la terza stagione di The Haunting si verifichino, possiamo consolarci con l'arrivo imminente di Midnight Mass il prossimo 24 settembre.

Leggi anche

      Cerca