Forever Rich - Storia di un rapper, cosa devi sapere sul primo Original Netflix olandese

Un thriller nel mondo dell'hip hop, una potente riflessione sul "lato oscuro" dei social e l'ossessione per la fama e la notorietà: tutto quello che bisogna conoscere sul film della coppia Shady El-Hamus e Jeroen Scholten van Aschat.

Netflix Jonas Smulders in una scena del film Forever Rich - Storia di un rapper

Netflix fa un regalo a tutti i fan del poliziesco Undercover, dell'horror psicologico Ares e del gangster movie Ferry. Forever Rich - Storia di un rapper è il primo Original olandese della piattaforma, un thriller nel mondo dell'hip hop incentrato su tematiche urgenti come l'identità (online e offline) e l'ossessione per raggiungere lo status sociale e il successo a tutti i costi.

Prodotto da Annemieke van Vliet di Fiction Valley, la factory di Amsterdam che ha dato vita alla popolare saga crime (in patria) di Mocro Maffia, il film debutta su Netflix il primo ottobre 2021 e ha tutte le carte in regola per diventare un titolo di richiamo nell'immenso catalogo del servizio dalla grande N. Ecco tutto quello che c'è da sapere – la trama, il cast, i registi, il trailer – prima di mettersi alla visione.

NetflixIl poster di Forever Rich - Storia di un rapper
Hip hop, crimine, social: gli ingredienti di Forever Rich

La trama

Il protagonista di Forever Rich si chiama Richie ed è un astro nascente del rap. Richie ha tutto quello che si può chiedere dalla vita: un'assistente brava e bellissima come Jessica, una madre affettuosa come Els, un amico leale come Tony. Le condizioni perfette per farlo diventare il più grande rapper olandese di sempre.

Una notte, poco prima di un importante concerto, il cantante viene rapinato e pestato da una banda di criminali mascherati. L'obiettivo di quelli che si rivelano dei ragazzini non è rubargli l'orologio o l'automobile: il loro scopo è umiliarlo pubblicamente riprendendolo in lacrime mentre la gang lo minaccia con un coltello alla gola.

Quando l'imbarazzante video viene postato online e diventa subito virale sul web e sui social, l'immagine pubblica di Richie si incrina: il bianco che fa il gangster e si comporta da duro non è nient'altro che un patetico frignone. A quel punto il rapper comincia una battaglia a colpi di Stories e followers per "ripulire" la sua reputazione. Una vendetta che presto gli sfugge di mano, nel corso di una lunga notte completamente fuori controllo.

Il cast

Classe 1994, Jonas Smulders è il protagonista Richie. Una delle Shooting Stars delle Berlinale nel 2018, l'attore si è fatto notare in film d'autore come Open Seas di Michiel van Erp, Paradise Drifters di Mees Peijnenburg e Murina di Antoneta Alamat Kusijanovic, vincitore della Camera d'or come miglior opera prima a Cannes 2021. Smulders ha già collaborato con il regista Shady El-Hamus nel cortometraggio Being There, di cui Jonas ha anche scritto la sceneggiatura.

Altri volti noti del cinema e della televisione olandese che popolano Forever Rich sono quelli di Sergio Fontana, Matteo van der Grijn e Jelisa van Schijndel. Accanto a loro ci sono Martijn Oversteegen, Kendrick Etmon, Tim Olivier Somer, Richelle Plantinga, Safae Gounane, Tony van der Veer, Simen van den Berg, Finn Klinkhamer, Simon van Lammeren e Zoe Love Smith.

NetflixJonas Smulders e Daniël Kolf in una scena del film Forever Rich - Storia di un rapper
Richie e Tony

Ecco il cast principale di Forever Rich con i rispettivi personaggi:

  • Jonas Smulders: Richie
  • Daniël Kolf: Tony
  • Yootha Wong-Loi-Sing: Jessica
  • Hadewych Minis: Els
  • Sinem Kavus: Anna
  • Mustafa Duygulu: Abdel
  • Zoë Love Smith: Sabia
  • Yassin Dardour: Bilal
NetflixJonas Smulders in una scena del film Forever Rich - Storia di un rapper
Jonas Smulders è Richie

I registi

Forever Rich - Storia di un rapper segna il ritorno del regista Shady El-Hamus e dello sceneggiatore Jeroen Scholten van Aschat, la coppia del fortunato De Libi (film-rivelazione del 2019, vincitore del Gouden Kalf, gli Oscar del cinema olandese, per la migliore sceneggiatura originale) e degli acclamati cortometraggi Onno de Onwetende e Nightshade, quest'ultimo candidato orange all'Oscar.

De Libi è stato campione d'incassi al botteghino olandese nella stagione 2019-2020. Un frizzante e intelligente road movie "tutto in una notte" in cui tre amici – Bilal, Gregg e Kevin – passano un'assolata giornata estiva ad Amsterdam con un chiodo fisso: entrare nel nightclub più esclusivo della città.

El-Hamus è definito da più parti l'enfant terrible del cinema olandese. Metà olandese e metà egiziano (il padre è l'attore Sabri Saad El-Hamus, che compare spesso nei suoi film), il regista è diplomato alla Netherlands Film and Television Academy e successivamente alla National Film and Television School di Beaconsfield.

Ha già diretto numerosi corti – tra cui Magnesium (selezionato al Sundance nel 2013) e Fairuz, presentato nel 2015 al Festival di Dubai e con protagonista l'attore palestinese Mohammad Bakri – nei quali si è occupato soprattutto di legami familiari, della società multiculturale e delle vite della comunità araba nei Paesi Bassi.

Scholten van Aschat è la mente riflessiva e calma dietro i suoi film, un autore che ammette serenamente – in una rilassata intervista concessa a Kate Voet con Viktor van der Valk per Eye Film – di essere "diventato sceneggiatore non per scrivere delle 'belle storie' in modo tradizionale, ma perché sentivo che c'era qualcosa dentro di me che doveva venire fuori".

Nel caso di Forever Rich, El-Hamus e van Aschat hanno preso in prestito alcuni elementi del classico hip hop 8 Mile, aggiornandoli al "lato oscuro" dei social e al rischio concreto di perdere un valore prezioso come la propria individualità. Il film – nelle parole dello sceneggiatore – "approfondisce la lotta tra chi sei e chi vuoi essere in un mondo dove la tua identità online è ormai importantissima e dove tutti sembrano essere oppressi da un disturbo cronico di riconoscimento". L'appuntamento è su Netflix da venerdì 1° ottobre.

Leggi anche

      Cerca