Midnight Mass, la scena in barca con Riley ed Erin: perché Libro V: Vangelo è l'episodio più importante

Midnight Mass raggiunge il suo apice con il quinto episodio, che segna un punto di svolta per i personaggi della miniserie creata da Mike Flanagan. Protagonisti della scena più importante sono Riley ed Erin, che si trovano all'alba su una barca.

Netflix Zach Gilford e Kate Siegel

In Midnight Mass, non mancano certamente i colpi di scena. Una miniserie di soli sette episodi, durante i quali Mike Flanagan – già creatore di The Haunting of Hill House e The Haunting of Bly Manor – ci ha portato a Crockett Island, tra religione e mostri.

La storia inizia con Riley Flynn (Zach Gilford) che, dopo aver ucciso per guida in stato di ebrezza una ragazza – ed essere stato arrestato – fa ritorno a casa, nella piccola comunità costituita da sole centoventisette persone.

Poco dopo, a Crockett Island arriva anche Padre Paul Hill (Hamish Linklater), la cui cieca fede religiosa e il carisma conquistano gli abitanti dell’isola trascinandoli, però, in un mondo fatto di oscurità e terrore.

Quello di Riley è un personaggio chiave, grazie al quale alcune cose che sarebbero potute accadere, fortunatamente, non si verificano. Il punto di svolta si ha nell’episodio 1x05 Libro V: Vangelo (Book V: Gospels), il più importante di Midnight Mass.

Libro V: Vangelo, l’episodio più importante di Midnight Mass

Se nell’episodio 1x03 Libro III: Proverbi (Book III: Proverbs) viene svelata la verità che si nasconde dietro ai miracoli che avvengono a Crockett Island - oltre che la vera natura dell'"angelo" a cui Padre Paul si affida per fare proseliti – l’episodio 1x05 Libro V: Vangelo (Book V: Gospels) è quello che segna l'inizio di un cambiamento, il punto cruciale della storia.

Al termine dell’1x04 Libro IV: Lamentazioni (Book IV: Lamentations), Riley viene attaccato dal “primo vampiro”, che lo uccide e lo trasforma. Alla sua nuova vita, cerca di prepararlo Padre Paul, spiegandogli il grande privilegio che gli è stato concesso.

Affamato di sangue e impossibilitato a uscire alla luce del sole, Riley è sconvolto da quanto gli è accaduto e, poco alla volta, inizia a comprendere ciò che è diventato.

NetflixPrimo piano di Zach Gilford in Midnight Mass
Zach Gilford in Midnight Mass

Si trova, quindi, a un bivio: abbracciare quella che è, a tutti gli effetti, una follia o rifiutare un destino che sembra, ormai, segnato restando fedele alla sua vera natura (quella di un uomo che ha commesso gravi errori ma che, in fondo, è buono).

Dopo essere sparito per quasi due giorni, Riley decide di portare in barca Erin Greene (Kate Siegel), per spiegarle cosa è successo e raccontarle tutto quello che gli è accaduto a causa della creatura mostruosa che si nasconde sull'isola.

La scena in barca di Riley ed Erin

Sapendo che Erin non gli avrebbe mai creduto se non lo avesse visto con i suoi stessi occhi, Riley decide di mostrarle la verità, sacrificando la propria “vita” per un bene più grande. Il ragazzo le parla, così, dell’incontro con Padre Paul e quello che crede sia un angelo e di ciò che sta facendo all’intera comunità.

Il piano di Padre Paul – in realtà, un giovane Monsignor John Pruitt - prevede che gli abitanti dell’isola bevano, di messa in messa, il sangue del vampiro così da ottenere la vita eterna ed essere “salvati” dall’Apocalisse: i credenti vengono, infatti, trasformati in potenziali vampiri che, quando muoiono, completano la propria trasformazione.

In attesa dell’alba, dopo averle detto tutto, con le lacrime agli occhi le dice di amarla e si lascia morire al sorgere del sole in quella che è la scena più toccante di Midnight Mass.

Che cosa voglio? Voglio che prendi questa barca, remi fino al continente senza mai voltarti, ma so che non lo farai. Sapevo che non avresti creduto senza vedere. Voglio che tu scappi via, ma so che tornerai e farai il possibile per provare a salvarli. Mi dispiace che tu debba vedere questo.

Riley chiude gli occhi. Ci aspettiamo di vederlo soffrire bruciando ma, in realtà, lui riapre gli occhi e, ad accoglierlo pacificamente nell’aldilà, c’è la ragazza che ha ucciso anni prima: Tara-Beth (Ebony Booth).

Erin, invece, piange e urla in modo straziante mentre lo vede bruciare davanti ai suoi increduli occhi.

La redenzione di Riley

Per tutta la stagione, Riley lotta contro le visioni di Tara-Beth, che lo tormentano ogni notte mentre cerca di ricostruirsi una vita.

Siamo accompagnati nel viaggio interiore di Riley, da quando sconta la sua pena in prigione per quattro anni - alla ricerca di un Dio che non trova - fino al suo ultimo respiro avvolto nel senso di colpa più totale.

Prima di parlare con Erin, lascia ai suoi genitori e a suo fratello delle lettere in cui spiega ciò che è accaduto.

Essendo un ex-alcolizzato, Riley è convinto che non gli crederanno, ma Erin è diversa e sa realmente cosa c’è nel suo cuore e nella sua anima.

Rassegnato a ciò che lo aspetta, prima di bruciare, Riley dice le sue ultime parole:

Ho fatto del mio meglio. Ho fatto del mio meglio.

NetflixUna scena di Midnight Mass
La morte di Riley in Midnight Mass

Come detto prima, ad attenderlo dopo la morte c'è Tara-Beth, il cui fantasma lo tormentava, ma che lo perdona confortandolo durante il passaggio.

Nonostante Riley lottasse con la mancanza di fede, il suo ultimo gesto è di sacrificio e amore assoluto.

La salvezza del mondo

La morte di Riley rappresenta per Erin il fattore che la motiva a tornare a Crockett Island e a cercare di salvare quanta più gente possibile, chiedendo l’aiuto della dottoressa Sarah Gunning (Annabeth Gish), di Mildred Gunning (Alex Esssos) e dello sceriffo Hassan (Rahul Kohli).

Come previsto da Riley, quindi, Erin decide di restare a combattere. Giunta a una situazione che sembra non lasciare via di fuga, la ragazza dà priorità alla vita dei più giovani che si salvano grazie al suo piano: Warren Flynn (Igby Rigney) e Leeza Scarborough (Annarah Cymone).

Quando dopo la messa di mezzanotte di Pasqua, la maggior parte degli abitanti dell’isola compiono un atto di fede, suicidandosi e risvegliandosi vampiri, Erin e gli altri prima citati – con l’aiuto della madre di Riley - impediscono che questi raggiungano il continente e continuino a uccidere, bruciando barche ed edifici (così da non lasciare scampo alle creature della notte al sorgere del sole).

Erin, invece, si lascia uccidere dal primo vampiro, tagliandone le ali per impedirgli di volare via e salvarsi.

È, quindi, il sacrificio di Riley la miccia che conduce alla salvezza di persone innocenti - come suo fratello Warren e Leeza - ma anche a quella del resto del mondo ignaro di tutto.

Vota anche tu!

Hai amato il personaggio di Riley?

Leggi di più tra 5

Condividi

Leggi anche

      Cerca