L'uomo delle castagne: 6 serie crime da non perdere se vi è piaciuto il thriller danese

Un intenso thriller dalle atmosfere cupe e noir che tiene il pubblico col fiato sospeso per scoprire l'identità del killer che lascia strani omini di castagne sulla scena del delitto. Ecco altre serie simili da non perdere.

Netflix Gli omini fatti di castagne

Tratto dall'omonimo romanzo d'esordio dello scrittore danese Søren Sveistrup (ideatore e sceneggiatore di The Killing) pubblicato nel 2018, L'uomo delle castagne è una delle serie crime più viste del momento su Netflix, in quanto si tratta di un titolo perfetto per gli appassionati di binge watching.

Diretto da Mikkel Serup, questo intenso thriller è ambientato in un quartiere periferico di Copenaghen e fin dalle prime sequenze il pubblico si ritrova subito coinvolto nelle cupe atmosfere di una terrificante indagine di omicidio. In un parco giochi infatti viene ritrovato il cadavere di una giovane donna senza una mano e accanto al corpo è presente un piccolo omino fatto di castagne, il biglietto da visita del serial killer.

Ad indagare sul caso è la giovane e ambiziosa detective Naia Thulin e il suo nuovo partner, Mark Hess. Mentre i due esaminano l'omino, fanno una scoperta scioccante, che sembra collegare l'omicidio alla scomparsa della figlia (presunta morta) della politica Rosa Hartung, avvenuta l'anno prima.

Una tragica coincidenza o si nasconde qualcosa di più inquietante? Per salvare altre vite innocenti, Thulin e Hess dovranno superare le loro divergenze per riuscire a scoprire l'identità del misterioso assassino soprannominato "l'uomo delle castagne". Ma vediamo adesso quali sono altri titoli simili a questo thriller danese da non perdere.

Bordertown

Un'altra serie noir nordica molto interessante e coinvolgente è senza dubbio Bordertown. Ideato da Miikko Oikkonen, lo show segue le vicende dell'ottimo ispettore Kari Sorjonen della polizia di Helsinki. Dopo che sua moglie si ammala di tumore al cervello e riesce a sopravvivere, l'uomo decide di trasferirsi nella cittadina di origine della donna, Lappeenranta. Quello che doveva essere un luogo tranquillo dove vivere, viene presto travolto da una serie di terrificanti omicidi e Sorjonen si ritrova nuovamente coinvolto in un vero e proprio inferno.

I delitti di Valhalla

Sempre nel filone dei classici crime nordici, troviamo I delitti di Valhalla. Il profiler della polizia, Arnar, è costretto a recarsi a Reykjavik per aiutare a indagare sul primo caso di serial killer islandese: una serie di omicidi macabri ai danni di uomini anziani. Arrivato in Islanda, Arnar deve collaborare con l'ispettrice Kata, che si occupa del caso. I due dovranno superare le divergenze per catturare l'assassino prima che colpisca di nuovo. E le indagini li porteranno a scoprire un collegamento con un vecchio caso di abusi sui minori dei primi anni '80, avvenuto in un riformatorio chiamato Valhalla.

Deadwind

Creata e diretta da Rike Jokela, Deadwind è una serie poliziesca finlandese composta di 2 stagioni. Lo show segue la storia della detective Sofia Karppi che, dopo alcuni mesi dalla morte di suo marito, torna a lavoro e le viene assegnata un'indagine per omicidio. Il corpo di una donna è stato scoperto in un cantiere edile a Helsinki; Karppi inizia così a buttarsi a capofitto sul caso, quasi trascurando i suoi due figlie. Abituata ad indagare da sola, la donna è abbastanza ostile nei confronti del suo nuovo partner, il detective Sakari Nurmi. I due dovranno però collaborare per risolvere questo intrigato caso di omicidio.

Trapped

Una delle serie crime nordiche più popolari è senza dubbio Trapped, di cui Netflix ha annunciato l'uscita di uno spin-off intitolato Entrapped. Diretta dall'acclamato regista islandese Baltasar Kormákur, la storia è ambientata in un piccolo villaggio di pescatori senza nome nell'est dell'Islanda e segue le indagini sull'omicidio di un uomo sconosciuto trovato nell'oceano. Poco dopo il ritrovamento del corpo, una bufera di neve si abbatte sulla città, rendendo impraticabile l'unica strada in entrata o in uscita e quindi intrappolando i residenti – e l'assassino – all'interno del villaggio.

Black Spot

Ideata da Mathieu Missoffe e diretta da Thierry Poiraud con Julien Despaux, Black Spot è una serie crime franco-belga in due stagioni ambientata nella piccola e caratteristica città fittizia di Villafranche. In questo piccolo borgo il tasso di omicidi è aumentato a dismisura: la detective Laurène Weiss è infatti alle prese con quasi 40 delitti, avvenuti tutti a distanza di breve tempo l'uno dall'altro e sembrano esserci dei collegamenti tra loro. Ad affiancare la donna arriva il procuratore Frank Siriani, un uomo che sembra anche lui nascondere un segreto.

Quicksand

Quicksand è una miniserie basata sull'omonimo romanzo della scrittrice svedese Malin Persson Giolito. La trama ha inizio dopo una terribile sparatoria di massa avvenuta in un istituto situato in uno dei sobborghi più esclusivi di Stoccolma. La storia è raccontata dal punto di vista di Maria Norberg, per gli amici Maja, l'unica studentessa sopravvissuta al massacro.

La giovane viene arrestata con l'accusa di omicidio di massa e rinchiusa in un carcere, in isolamento. Inizierà così un processo che porterà Maja a ripercorrere i suoi ricordi di quel tragico evento: è davvero lei l'omicida? E cosa è accaduto quel giorno nella scuola?

Leggi anche

      Cerca