La battaglia dimenticata, la storia vera che ha ispirato il film Netflix

Il dramma di guerra con Tom Felton è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e racconta la battaglia della Schelda. Ecco la storia vera dietro al film originale Netflix.

Netflix La battaglia dimenticata

La Seconda Guerra Mondiale non è riuscita soltanto a cambiare e plasmare il nostro mondo, ma è diventata una fonte inesauribile di storie, spesso tragiche e dolorose, da raccontare e tramandare alle generazioni future. La battaglia dimenticata, il nuovo film di guerra originale Netflix, racconta proprio una di queste storie e si basa sulla battaglia della Schelda. 

Diretto dal regista olandese Matthijs Heijningen Jr. (noto per il prequel del film La cosa), la pellicola ci mostra gli orrori della Seconda Guerra Mondiale attraverso le vite di tre persone, che non hanno mai voluto far parte di questa situazione ma che non hanno avuto scelta. Le loro vicende si incrociano e influenzano la vita l'uno dell'altro senza saperlo. 

Nel cast de La battaglia dimenticata troviamo, tra gli altri, Gijs Blom, Tom Felton, Jamie Flatters, Susan Radder e Jan Bijvoet. La sceneggiatura è stata invece firmata da Paula van der Oest, ideatrice tra le varie cose anche della commedia romantica "All You Need Is Love".

La trama del film

La battaglia dimenticata è ambientato nel novembre del 1944 e racconta la battaglia della Schelda che permise alle truppe alleate di occupare il porto di Anversa, liberandolo così dai nazisti.

Il film narra questo evento storico attraverso le vicende di tre personaggi, le cui vite sembrano legarsi indissolubilmente: un ragazzo olandese che combatte per i tedeschi, un giovane pilota di caccia inglese e una ragazza zelandese che con riluttanza si unisce alla resistenza.

NetflixUna scena del film

Le loro storie si intrecciano per tutto il film rivelando diversi lati e prospettive della stessa guerra. Teuntje Visser (Susan Radder) lavora presso l'ufficio del sindaco di Vlissingen, sull'isola di Walcheren. Dopo che suo fratello Dirk (Ronald Kalter) viene arrestato dai nazisti, la ragazza decide di rivolgersi alla resistenza per salvarlo.

Al quartier generale delle SS, incontra un giovane soldato olandese, Marinus van Staveren (Gijs Blom) che è stato trasferito a fare lavoro d'ufficio dopo che è rimasto ferito in battaglia sul fronte russo. Nel frattempo, nel Dorset, Will Sinclair (Jamie Flatters), un pilota di alianti, si sta allenando con la RAF, la più potente forza armata britannica.

NetflixUna scena della pellicola Netflix
Tom Felton in La battaglia dimenticata

Tuttavia, mentre è in rotta verso Arnhem, il suo aliante viene colpito da un cannone nazista e precipita nell'estuario del fiume Schelda, occupato dalle truppe tedesche. Ognuno dei tre protagonisti dovrà fare delle scelte importanti, che cambieranno il loro destino e quello di altre persone. 

La storia vera dietro al film

Come possiamo leggere già dai titoli presenti in apertura del film, La battaglia dimenticata è una pellicola basata su una storia vera e fa riferimento alla cruciale battaglia della Schelda, considerata uno dei conflitti più lunghi e crudeli che si sono combattuti durante la Seconda Guerra Mondiale. Si è trattato infatti di una serie di operazioni militari avvenute nel nord del Belgio e nella provincia della Zelanda durante l'autunno del 1944.

Nell'agosto dello stesso anno gli Alleati riuscirono a conquistare la Normandia, ma l'avanzata fu così rapida che le truppe anglo-americane furono costrette a fermarsi in quanto divenne complicato far arrivare i rifornimenti. Gli Alleati decisero quindi di trovare un porto abbastanza ampio da poter ospitare l'imponente afflusso di navi per rifornire le truppe e la scelta ricadde su Anversa. 

Il 4 settembre del 1944 le forze britanniche conquistarono così la città belga. Questa fu una grande vittoria in quanto permise agli Alleati di risolvere il problema degli approvvigionamenti e proseguire l'avanzata verso la Germania. Nonostante Anversa fosse nelle mani degli Alleati, le truppe tedesche riuscirono a mantenere ben saldo il controllo dell'isola di Walcheren, oggi parte del territorio continentale della Zelanda, in corrispondenza dell'estuario della Schelda Occidentale.

La difficoltà degli Alleati di accedere ai rifornimenti e la priorità data all'operazione Market Garden - il cui obiettivo era quello di catturare i ponti sul fiume Reno e facilitare l’ingresso in Germania - permisero all'esercito tedesco di ritirare il grosso delle truppe attraverso l'estuario. In questo modo riuscirono a trasferire sull'isola circa 86mila uomini, 600 pezzi di artiglieria e 6mila veicoli.

La battaglia della Schelda vide una forza composta in gran parte da truppe canadesi lanciare un assalto via mare sull'isola fortificata di Walcheren e sulle regioni vicine, occupate dai tedeschi per ostacolare l'avanzata degli Alleati. La battaglia iniziò il 2 ottobre del 1944 e durò più di un mese con oltre 6mila vittime canadesi, mentre i nazisti subirono ben 12mila perdite con oltre 41mila soldati catturati.

La battaglia della Schelda si concluse l'8 novembre del 1944, ma furono necessarie diverse settimane per riparare e liberare definitivamente il porto di Anversa, rendendolo finalmente operativo per le truppe alleate. 

  • Si, il film originale Netflix si basa sulla battaglia della Schelda, una serie di operazioni militari portate avanti dagli Alleati per liberare il porto di Anversa dalle truppe tedesche.

Leggi anche

      Cerca