Daredevil 4, ecco come sarebbe dovuta andare secondo Charlie Cox

Il volto di Matt Murdock per il piccolo schermo ha parlato di quelle che dovevano essere le linee narrative della quarta stagione.

Netflix/Marvel Television Charlie Cox

Fin da quando è andata in onda nel 2015 su Netflix, i fan hanno capito subito che si trattava di qualcosa di speciale. La serie TV live-action Daredevil ha introdotto nel piccolo schermo un nuovo modo di pensare ai supereroi Marvel rispetto a ciò che fino a quel momento si vedeva al cinema con l'MCU.

Quando il Marvel Cinematic Universe presentava al mondo il secondo film dedicato agli Avengers con il classico tono leggero fatto di spettacolari scene d'azione e battute divertenti, Netflix offriva ai fan uno show più maturo dal punto di vista dei contenuti e senza dubbio più violento. Daredevil di fatto ha rappresentato un'ottima ventata d'aria fresca per i fan ed è andato avanti per tre stagioni, che sono risultate una più bella dell'altra. La serie creata da Drew Goddard ha regalato al pubblico alcuni dei personaggi più belli e stratificati dell'universo televisivo Marvel come per esempio Frank Castle aka il Punitore (che nel 2016 ha anche avuto una serie spin-off) e il cattivo Wilson Fisk aka Kingpin, che ancora oggi è ricordato dai fan come uno dei migliori villain televisivi di tutti i tempi.

Insomma, la serie probabilmente non si sarebbe mai fermata se nel 2018 The Walt Disney Company non avesse reclamato i diritti su tutti i supereori Marvel. Ma di cosa avrebbe parlato una ipotetica (ma pur sempre possibile) quarta stagione di Daredevil? La risposta è arrivata direttamente dall'attore Charlie Cox ovvero dal volto di Matt Murdock aka Daredevil in una intervista realizzata alla convention MCM Comic-Con di Londra, che si è svolta dal 22 al 24 ottobre 2021. Le parole dell'attore sono state riportate dal sito Comicbook.com:

Ci sono tante cose che potrebbero accadere [nella quarta stagione] e sarebbero elettrizzanti. Ma è passato tanto tempo e penso che potrebbero riproporre Daredevil come un reboot. Supponendo però che si scelga di utilizzare lo stesso cast ci sarebbero così tante storie da raccontare. Non si è mai entrati nel vivo della storia di Bullseye. C'è anche una storia incompiuta tra Karen e Matt, di cui se n'è parlato nella seconda stagione.

Cox ha parlato di possibile reboot poiché quando lo show venne chiuso, Netflix stesso disse in una dichiarazione ufficiale che il personaggio di Daredevil avrebbe continuato a vivere nei progetti futuri Marvel, ma ancora oggi non si hanno notizie. Inoltre pare chiaro che prima o poi Marvel Studios utilizzerà il personaggio amato dai fan. Nella serie di prossima uscita Hawkeye, per esempio, verrà introdotta Echo, che nei fumetti ha proprio debuttato nella testata di Daredevil.

Netflix, Marvel TelevisionDaredevil
Daredevil di Charlie Cox

La storyline tra Karen Page e Matt riguardava la loro storia d'amore, che nella seconda stagione sembrava possibile. Per quanto riguarda il villain Bullseye, la terza stagione ha introdotto le origini del personaggio chiamato Benjamin Poindexter. Questo si vede da bambino e poi da adulto come membro dell'FBI manipolato da Wilson Fisk. Il finale della terza stagione rappresenta solo l'inizio della trasformazione vera e propria di Poindexter in Bullseye.

Netflix/Marvel TelevisionL'attore Wilson Bethel
Benjamin Poindexter parla con Wilson Fisk

Nonostante siano passati tre anni, i fan non hanno dimenticato lo show e hanno infatti istituito una raccolta firme e diffuso l'hashtag #SaveDaredevil affinché Disney riporti in scena il supereroe urbano interpretato da Charlie Cox. Considerando che gli universi cinematografici si stanno unendo con il Multiverso - Spider-Man: No Way Home e Morbius potrebbero essere le chiavi - non sembra impossibile che il Daredevil di Netflix possa continuare a vivere nel piccolo o nel grande schermo.

Leggi anche

      Cerca