Love Hard: la colonna sonora della rom-com con Nina Dobrev

Love Hard è la nuova rom-com natalizia con protagonisti gli attori Nina Dobrev e Jimmy O. Yang. Scopriamo la colonna sonora completa della simpatica e leggera pellicola di Netflix.

Netflix Nina Dobrev nei panni di Natalie nella commedia romantica di Netflix intitolata Love Hard

Love Hard è stato solo il primo di una lunga serie di film originali Netflix della stagione invernale dedicati al Natale. La storia è quella di Natalie, scrittrice di una rubrica online in cui racconta ai lettori dei suoi disastrosi appuntamenti, che crede di aver finalmente trovato il suo lieto fine in Josh, un ragazzo conosciuto su Tinder col quale scatta immediatamente una particolare sintonia tra una chiacchierata e l'altra sui migliori film natalizi.

Quando Natalie decide di andare a trovarlo, si rende conto di essere stata vittima di catfish: Josh non è chi diceva di essere, e questo è solo la punta dell'iceberg di una serie di inganni, fraintendimenti e mezze verità.

La simpatica rom-com è accompagnata da una colonna sonora fatta di canti di Natale e qualche cover cantata dagli attori protagonisti, ma il brano più interessante che viene intonato in Love Hard è una versione riveduta e corretta di "Baby, It’s Cold Outside".

Andiamo alla scoperta di tutta la colonna sonora di Love Hard.

La tracklist con tutte le canzoni di Love Hard

  1. Little Saint Nick –  The Beach Boys
  2. Everyday –  Ada Pasternak 
  3. Roll On Babe –  Vetiver 
  4. Vagabond –  Wolfmother 
  5. Keep On –  Loose Tooth
  6. It’s the Most Wonderful Time of the Year –  Tency 
  7. I Just Died in Your Arms Tonight –  Cutting Crew
  8. Jingle Bell Rock –  Aijia Grammar
  9. I Would Do Anything for Love –  Nina Dobrev 
  10. Counting the Days  –  The Crystalairs
  11. Holly Jolly Christmas  –  The Lubin Brothers
  12. Macho Man  –  Village People
  13. O’ Christmas Tree  –  Stuart Roslyn e Matthew Foundling
  14. Don’t You (Forget About Me)  –  Simple Minds
  15. Hark! the Herald Angels Sing  –  Harry Shum Jr., Baraka May Williams, Kelci Hahn, Rene Ruiz e Brian Brigham 
  16. Maybe Just Go Outside  –  Nina Dobrev e Jimmy O. Yang
  17. Blood on My Hand  –  Style Beddoe
  18. Santa Knows Your Secrets  –  Nightheart 
  19. Read My Mind  –  Golda May
  20. Call It Dreaming  –  Iron & Wine
  21. Curls  –  Bibio 
  22. Very Merry Christmas –  Thomas Daniel

Le cover dei personaggi di Love Hard

Oltre alle canzoni che fanno da sottofondo alle scene del film, ce ne sono altre cantate proprio dagli attori protagonisti di Love Hard: Nina Dobrev, Jimmy O. Yang, Harry Shum Jr. e compagni si cimentano nelle cover di famosi successi a tema natalizio dimostrando di avere anche ottime doti canore (in realtà su Harry Shum Jr. non c'era alcun dubbio visto il suo ruolo in Glee!) oltre che essere dei bravi attori.

I Would Do Anything for Love

Dopo aver scoperto l'inganno di Josh, Natalie si ritrova nel bel mezzo di una serata karaoke in un pub nel quale riconosce Tag, il ragazzo di cui il protagonista aveva rubato le foto da inserire sul suo profilo Tinder. Natalie, a quel punto, cerca di attirare le sue attenzioni esibendosi in una cover di "I Would Do Anything for Love"... peccato che la reazione allergica data da un drink al kiwi renda il suo bel viso irriconoscibile.

Hark! the Herald Angels Sing

Owen guida i suoi familiari in un coro sulle note del celebre canto natalizio intitolato "Hark! the Herald Angels Sing". Gli attori Harry Shum Jr., Baraka May Williams, Kelci Hahn, Rene Ruiz e Brian Brigham ci deliziano con una performance allegra e scoppiettante sotto le stelle, perfetta per il periodo natalizio.

Maybe Just Go Outside

Non propriamente una cover, ma una versione riveduta e corretta di "Baby, It’s Cold Outside" cantata dai personaggi di Nina Dobrev e Jimmy O. Yang.

La versione originale della canzone si porta dietro una storia piuttosto controversa: composta da Frank Loesser nel 1994, era stata concepita inizialmente come un duetto tra marito e moglie durante la festa di inaugurazione della loro nuova casa. Qualche anno più tardi, nel 1948, il brano venne inciso per la prima volta per il musical La figlia di Nettuno.

Se inizialmente l'unico problema che veniva imputato alla canzone era quello di non avere un testo molto natalizio, le cose cambiarono radicalmente nel 2004, quando un articolo del National Post canadese (scritto da Rob McKenzie e Joe Bodolai) accusò il brano di essere un'ode allo stupro in quanto raccontava la storia di un uomo che fa ubriacare una ragazza per approfittarsi di lei.

Leggiamo il testo qui di seguito:

I really can't stay

Baby it's cold outside

I gotta go away

Baby it's cold outside

This evening has been

Been hoping that you'd dropped in

So very nice

I'll hold your hands they're just like ice

My mother will start to worry

Beautiful what's your hurry?

My father will be pacing the floor

Listen to the fireplace roar

So really I'd better scurry

Beautiful please don't hurry

Well maybe just a half a drink more

I'll put some records on while I pour

The neighbors might think

Baby it's bad out there

Say what's in this drink?

No cabs to be had out there

I wish I knew how

Your eyes are like starlight now

To break this spell

I'll take your hat, your hair looks swell

Why thank you

I ought to say no, no, no sir

Mind if move in closer?

At least I'm gonna say that I tried

What's the sense of hurting my pride?

I really can't stay

Baby don't hold out

Baby it's cold outside

Ah, you're very pushy you know?

I like to think of it as opportunistic

I simply must go

Baby it's cold outside

The answer is no

But baby it's cold outside

The welcome has been

How lucky that you dropped in

So nice and warm

Look out the window at that storm

My sister will be suspicious

Gosh your lips look delicious!

My brother will be there at the door

Waves upon a tropical shore

My maiden aunt's mind is vicious

Gosh your lips are delicious!

Well maybe just a cigarette more

Never such a blizzard before

And I don't even smoke

I've got to get home

Baby you'll freeze out there

Say lend me your comb

It's up to your knees out there!

You've really been grand,

I feel when I touch your hand

But don't you see?

How can you do this thing to me?

There's bound to be talk tomorrow

Think of my life long sorrow!

At least there will be plenty implied

If you caught pneumonia and died!

I really can't stay

Get over that old out

Baby it's cold

Baby it's cold outside

Okay fine, just another drink then

That took a lot of convincing!

Nonostante l'intento dell'articolo fosse ironico, le argomentazioni contenutevi ebbero grande rilevanza nel tempo. In particolare, nel 2007 esplose una vera e propria polemica quando arrivò un video parodia con un'inquietantissima scena in cui un uomo trascinava nella camera da letto una donna terrorizzata.

Da quel momento in poi sempre più articoli online, principalmente scritti da autrici femministe, analizzarono il testo della canzone trovando riscontro nelle parole dell'articolo del National Post canadese.

Quando in Love Hard Natalie si rifiuta di intonare le note di "Baby, It’s Cold Outside" proprio per via del testo controverso, lei e Josh cambiano le parole della canzone trasformandola nell'inedita "Maybe Just Go Outside":

I really can’t stay

No problem there’s the door

I’ve got to go away

I hear ya, say no more

This evening has been

Totally consensual

So very nice

I hope you get home safe tonight

My mother will start to worry

Here’s my phone give her a call

My father will be pacing the floor

Adios, say no more

So really I’d better scurry

I’ve been saying that for a while

Well, maybe just half a drink more

Slow down, that’s quite a pour

The neighbors might think

It’s just my old friend Troy

Say what’s in this drink

It’s just lemon LaCroix

I wish I knew how

To take a hint?

To break the spell

Do you know how to spell ‘farewell’?

I ought to say no, no, no

I’ll call you an Uber, they’re close

At least I’m gonna say that I tried

I feel like you’re not trying at all

I really can’t stay

Well, maybe just go out

Cause Baby, it’s cold outside

Maybe just go outside

Un testo decisamente meno problematico.

Leggi anche

      Cerca