Il geniale (e discusso) finale de I Soprano: cosa succede davvero a Tony?

Il finale de I Soprano è stato trasmesso nel 2007 ed è ancora oggi uno degli episodi più controversi e discussi, eppure, a modo suo, geniale: ripercorriamo gli ultimi eventi della serie HBO.

HBO Uno degli ultimi momenti del finale de I Soprano

Ci sono finali di serie che rimangono impressi nella memoria anche a distanza di anni.

Quello de I Soprano è un perfetto esempio di televisione, che ha generato più domande che risposte per come è stato messo in scena. Andato in onda nel lontano 10 giugno 2007 su HBO, il finale della serie, incentrata sulla famiglia mafiosa italo-americana (forse) più famosa di sempre, resta uno dei più discussi. Eppure, a modo suo, è geniale.

Analizziamo l'ultimo episodio de I Soprano e cerchiamo di capire meglio cos'ha significato per il celebre boss Tony, interpretato dal compianto James Gandolfini.

Cosa significa Made in America?

Cominciamo dal titolo dell'episodio, l'86° della serie. Made in America, ovvero "realizzato, fatto in America", titolo rimasto invariato anche nella traduzione italiana. Perché il finale è stato chiamato così?

Ci sono alcune ipotesi al riguardo: la serie TV stessa racconta l'America di quel periodo, tra la fine degli anni '90 e metà anni 2000, ed è una critica alla società e al sogno americano. Il titolo potrebbe riferirsi anche allo status di Tony Soprano, un uomo di origini italiane, che è diventato un boss (si è quindi "fatto, è cresciuto in America") inseguendo quel sogno.

Come finisce I Soprano?

Il finale di serie si chiude con l'emblematica "ultima cena". La famiglia Soprano si dà appuntamento in una tavola calda. Tony è il primo ad entrare: mentre aspetta gli altri, si siede e accende il juke-box sul tavolo dal quale partono le note di Don't Stop Believin' dei Journey. In quel momento entra la moglie Carmela che si accomoda davanti a lui.

Poco dopo arriva anche il figlio A.J., seguito da un losco personaggio che si siede al bancone. Diverse persone entrano e vengono inquadrate mentre mangiano. I tre componenti della famiglia parlano, mentre la figlia maggiore dei Soprano, Meadow, viene vista fuori dalla tavola calda, intenta a parcheggiare l'auto. Il personaggio misterioso a quel punto si alza per andare in bagno e incrocia il suo sguardo con quello di Tony; Meadow è ancora fuori, e alla fine parcheggia con fatica la macchina e corre verso il locale, attraversando la strada.

Il campanello della tavola calda suona, e Tony alza gli occhi davanti a sé, probabilmente per vedere chi è entrato. La scena sfuma in nero. Dopo 10 secondi di silenzio, partono i titoli di coda.

Cosa significa la canzone Don't Stop Believin'

HBOTony accende il juke-box nel finale di serie
Tony accende il juke-box nella scena finale de I Soprano

La canzone dei Journey fa da sfondo all'ultima scena del finale de I Soprano. Il brano parte nello stesso momento in cui Carmela entra nel locale e la ascoltiamo per quasi tutta la durata della scena (all'incirca sono 4 minuti).

La musica infatti si ferma nel momento in cui il campanello della tavola calda suona e Tony alza lo sguardo: in quegli istanti, la frase della canzone viene tagliata e sentiamo solo un: "Don't Stop".

Uno dei ritornelli chiave della canzone è "It goes on and on, and on, and on", che viene ripetuto più volte e risulta particolarmente adatta quando Tony parla della sua vita, dando dei consigli al figlio A.J.:

Tony: Sei appena all'inizio, non ti scoraggiare.

[...]

A.J.: Ricordati i momenti belli. Non è così che hai detto una volta?

Tony: Ho detto così? Beh, mica è sbagliato.

HBOLa scena finale de I Soprano con l'ultima cena

Fatto curioso è che, dopo aver pronunciato queste parole, Tony continua a guardare chi entra e chi esce dalla porta del locale quasi in maniera ossessiva. Ciò potrebbe significare che non importa se vive oppure muore. Tony dovrà guardarsi le spalle per sempre - e questa cosa "andrà avanti e avanti".

Il titolo della canzone può anche essere visto come un segnale ottimista: non smettere di crederci, perché quel sogno americano è ancora vivo, così come il personaggio di Tony.

Tony è davvero morto?

HBOTony guarda davanti a sé: così finisce I Soprano
Tony guarda davanti a sé prima che l'episodio sfumi in nero.

In podcast, riportato dall'Hollywood Reporter, lo storico creatore della serie David Chase ha parlato a proposito del destino di Tony Soprano. L'autore si è detto "infastidito" quando all'epoca molte persone volevano sapere se il protagonista fosse stato ucciso:

Ho pensato, cavolo, lo hanno visto per sette anni e sanno che è un criminale. Non si sono affezionati a lui, non sono dalla sua parte in qualche modo? E ora vogliono vederlo ucciso? Vogliono che sia fatta giustizia? Allora siete anche voi dei criminali per avere guardato questa serie per sette anni.

Dalle sue parole, Chase non sembra aver né confermato né smentito la morte di Tony. 

Il finale è quindi destinato a restare aperto, e così incredibilmente geniale.

  • Sono state realizzate 6 stagioni della serie.

  • In totale sono stati realizzati 86 episodi.

  • L'attore, interprete del protagonista Tony Soprano, è morto a Roma il 19 giugno 2013 in seguito a un attacco di cuore.

  • La storia ha luogo tra la fine degli anni Novanta fino a metà anni 2000 (dal 1999 al 2007).

Leggi anche

      Cerca