Dov'è stato girato Cowboy Bebop? Le location della serie live action di Netflix

La serie live action di Cowboy Bebop, basata sull'omonimo anime, è ambientata nello spazio in un futuro non molto distante da noi: scopriamo dove è stata girata e quali luoghi hanno fatto da sfondo alle vicende.

Cowboy Bebop è tornato sotto una nuova veste.

L'ambizioso live action di Netflix riporta in scena le gesta del cacciatore di taglie Spike Spiegel e della sua ciurma composta dall'ex agente di polizia dell'Inter Solar System Jet Black e dalla truffatrice Faye Valentine.

Frutto della mente di Hajime Yatate, l'anime originale è considerato tutt'oggi uno dei capolavori dell'animazione giapponese, perciò la serie Netflix ha un compito davvero arduo nel cercare di accontentare i fan di lunga data e, allo stesso tempo, entusiasmare il nuovo pubblico.

NetflixI protagonisti del live action di Cowboy Bebop

Ambientata nel 2071, dopo un disastro che ha reso la Terra un pianeta inabitabile, la storia segue quella di un gruppo di cacciatori di taglie che si guadagnano da vivere mettendosi sulle tracce dei più pericolosi criminali dello spazio. La serie Netflix ha un'ambientazione a metà western e metà steampunk: se siete curiosi di scoprire dove è stata girata, ecco qualche curiosità.

Le location di Cowboy Bebop

Le riprese della serie sono iniziate nel corso del 2019 in Nuova Zelanda, principalmente nella piccola ma popolosa Isola del Nord, scegliendo Auckland come location principale. Cowboy Bebop è ambientata nello spazio, quindi l'isola ha offerto alla produzione una maggiore libertà nel girare scene d'azione grazie alle moderne strutture e ai paesaggi unici che comprendono montagne, città e spiagge costiere.

La città si caratterizza per ospitare due dei suoi porti più significativi; è in queste zone che la troupe ha girato la maggior parte delle scene. Come location interna è stato selezionato anche un magazzino nel quartiere di East Tamaki, nella periferia meridionale di Auckland, la zona più industriale della città. 

Alcune scene esterne sono state girate a Pakiri, un quartiere costiero nella parte settentrionale del paese. Come afferma il sito neozelandese Scoop, lo show di Netflix ha girato anche nelle seguenti aree: Waitawa Regional Park, Monte Cecilia Park, Te Ōnewa Pā / Stokes Point Northcote Reserve, Onehunga Wharf, Auckland Museum, St Matthew- in-the-City e in un certo numero di strade del centro città - che sono state utilizzate probabilmente per le scene rocambolesche in auto e per le sparatorie.

Gli ostacoli durante le riprese

Cowboy Bebop è entrato ufficialmente in produzione nell'estate-autunno del 2019, ma le riprese hanno incontrato parecchi ostacoli. L'attore John Cho, che interpreta il protagonista Spike, si è infortunato al ginocchio ed è stato costretto a restare fermo per otto mesi.

Proprio quando la troupe era pronta a tornare sul set per continuare le riprese, c'è stato un nuovo stop, stavolta dovuto al lockdown per il Coronavirus. Il produttore esecutivo Jeff Pinkner ha rivelato ad Anime News Network che il lungo periodo di pausa ha permesso al team di sceneggiatori di perfezionare la sceneggiatura degli episodi.

In seguito, la produzione è ripresa il 30 settembre 2020, dopo che il governo della Nuova Zelanda ha dato il via libera per continuare le riprese a seguito della chiusura della nazione per via del Covid-19. Le riprese si sono ufficialmente concluse il 15 marzo 2021

Le accuse alla produzione

Nella mattinata dell'11 dicembre 2020 i residenti di Ōtara hanno sentito degli spari provenienti da un magazzino a East Tamaki e hanno temuto il peggio. La zona è infatti nota per la rivalità tra gang, che spesso sfociano in violenti scontri in strada.

NetflixSpike e Faye in una scena della serie di Cowboy Bebop

Come scrive il New Zealand Herald, si è scoperto poi che i rumori provenivano da uno dei set allestiti per la serie di Cowboy Bebop. I residenti hanno quindi tirato un sospiro di sollievo, ma il consigliere di Auckland, Manukau Ward Efeso Collins, ha ritenuto "offensivo" il fatto che Netflix non avesse avvertito in merito alle riprese:

È stato uno schiaffo in faccia a una comunità che ha lavorato così duramente per riportare la pace e la calma. Noi siamo al limite. È completamente offensivo e manca di rispetto. 

Nel solo mese di novembre, continua il website, ci sono state almeno cinque sparatorie tra gang rivali.

  • L'anime e la serie sono ambientate nel 2071.

  • La serie è uscita il 19 novembre.

  • L'anime originale è disponibile su Netflix.

Leggi anche

      Cerca