Hawkeye, la recensione in anteprima dei primi due episodi: l'MCU torna a far battere il suo cuore

Nuova storia, nuova eroina, nuovi nemici e lo stesso Clint Barton di sempre.

Marvel Studios Hawkeye e Kate Bishop

La nuova serie TV Marvel Studios Hawkeye esordisce il 24 novembre 2021 su Disney+ con i primi due episodi (su 6 totali). La trama è dedicata alle origini di Kate Bishop ovvero all'eroina che nei fumetti Marvel diventa l'erede di Occhio di Falco. Clint Barton, suo malgrado, dovrà collaborare con la giovane arciera e riuscire a raggiungere la propria famiglia entro il giorno di Natale.

I primi due episodi di Hawkeye, visti in anteprima grazie a Disney, sono utili per definire la personalità di Kate Bishop e il suo approccio (ambizioso e spavaldo) al mondo, mentre per quanto riguarda Clint Barton si scopre che l'ex Vendicatore sta vivendo lontano da nuove avventure come un bravo padre di famiglia e che tutto ciò che desidera è stare con i suoi cari per il giorno di Natale. L'incontro fortuito con Kate Bishop metterà in moto una serie di eventi che costringeranno Occhio di Falco a trattenersi ancora qualche giorno nella città di New York.
Da ciò che si intuisce dai vari trailer di Hawkeye, Kate e Clint combatteranno l'organizzazione criminale Tracksuit Mafia e la giovane arciera imparerà l'arte dall'esperto Occhio di Falco.

I primi due episodi di Hawkeye presentano anche diversi nuovi personaggi del Marvel Cinematic Universe (MCU) e sono già utili a introdurre quello che si pensa possa essere uno dei grossi misteri dello show (e per il quale probabilmente verranno elaborate diverse teorie dai fan). Ovviamente dal terzo episodio in poi ci si aspetta che la situazione si scaldi ancora di più e che vengano rivelate le vere intenzioni del villain.

Il personaggio di Kate Bishop è una vera sorpresa: fin da subito si intuisce quanto la ragazza sia sicura di sé, indipendente, intraprendente e anche sfacciata. L'interpretazione di Hailee Steinfeld è autentica: pare che Kate sia sempre stata nell'MCU!

Marvel StudiosKate Bishop con l'arco in mano
Kate Bishop

Jeremy Renner è ovviamente a suo agio nei panni di Clint Barton dopo aver interpretato l'arciere per 10 anni. Occhio di Falco è il più umano degli Avengers, non ha superpoteri e per essere felice gli basta passare del tempo con sua moglie e i suoi tre figli. Mancano solo 6 giorni a Natale e i suoi piani vengono sconvolti da una giovane ragazza che si mette nei guai e che lui sente il bisogno di aiutare. Il come e il perché Clint e Kate fanno coppia è molto ben spiegato in questi due primi episodi e non è del tutto casuale come si potrebbe pensare.

Marvel StudiosOcchio di Falco al telefono
Clint Barton

I primi due episodi di Hawkeye che, si ricorda, debuttano insieme il 24 novembre sono entrambi diretti dal regista e produttore esecutivo Rhys Thomas. Quest'ultimo ha fatto un ottimo lavoro per le non poche scene action, riportando tra le strade di New York la lotta tra eroi e villain, il ché ricorda molto le atmosfere dell'amatissima serie Marvel/Netflix Daredevil anche se il tono dello show di Occhio di Falco è molto più leggero. Ciò che sorprende di questo inizio di Hawkeye è la scrittura ben definita dei due personaggi e della loro divertente dinamica che, penso, possa solo migliorare con il proseguire della serie. Inoltre è da sottolineare il ritmo frizzante dello show che è perfettamente ritmato dai dialoghi, da un montaggio che sfrutta ogni secondo e dalle musiche composte da Christophe Beck.

Natale a New York

L'ambientazione natalizia della città di New York è sempre presente sia al chiuso che all'aperto: gli addobbi, le luci, gli alberi di Natale e la neve. Questo è un ulteriore livello di caratterizzazione della serie che permette allo spettatore di immedesimarsi nell'avventura di Kate e Clint che, non a caso, terminerà a ridosso del giorno di Natale ovvero il 22 dicembre 2021 con il sesto episodio.

Marvel StudiosClint e Kate con l'arco
L'atmosfera natalizia impreziosisce la serie Hawkeye

Prima di Hawkeye, nel MCU il Natale è stato utilizzato per l'ambientazione di Iron Man 3, mentre nella storia del cinema è un elemento fondamentale per molti film. Uno di quelli più associati a Hawkeye è Die Hard (del 1988) poiché il protagonista (interpretato da Bruce Willis) deve riuscire a tornare a casa per Natale così come Clint Barton. Il paragone con il lungometraggio di John McTiernan è quindi da ritenersi legato solo a un elemento della trama ma per quanto riguarda l'ambientazione, il regista Rhys Thomas ha citato il classico Mamma, ho perso l'aereo. In effetti il Natale pervade ogni scena del film di Chris Columbus e impreziosisce non solo l'aspetto scenografico ma anche il contenuto narrativo. In questo senso i primi due episodi di Hawkeye sono sulla buona strada: scopriremo però solo alla fine se il connubio tra lo spirito natalizio e la storia di Kate e Clint sarà vincente e convincente.

Marvel StudiosClint parla con Kate
Gli elementi natalizi sono sempre presenti in scena

Avendo guardato solo i primi due episodi è presto per affermare che Hawkeye sia una serie riuscita o meno. La sensazione a questo punto della storia è che più che l'aspetto supereroistico verrà esaltato quello umano. È per questo motivo che, credo, tutto sia tornato per le strade di New York ovvero in una delle città cinematograficamente più conosciute in tutto il mondo. Se a questo e all'atmosfera natalizia si aggiunge che tra gli Avengers il personaggio di Clint Barton è il più vicino ai fan da un punto di vista umano ne consegue che Hawkeye potrà piacere a un pubblico più vasto di quello del Marvel Cinematic Universe. La serie infatti può essere vista senza necessariamente conoscere tutti i precedenti film e serie TV del MCU, bastano solo pochi concetti, e questo per il servizio streaming Disney rappresenta - a mio avviso - un vantaggio enorme.

Voto 8/10

I primi due episodi di Hawkeye fanno pensare che lo show ha tutte le carte in regola per piacere anche a chi non è un fan del MCU, perché la storia punta tutto (e bene) sui due personaggi principali.

Giuseppe Benincasa

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca