Chi ha ucciso Beatrice? Il finale shock della prima stagione di Blanca

La prima stagione di Blanca si chiude con la risoluzione del mistero legato all'omicidio della sorella della protagonista: chi ha ucciso Beatrice? Il finale della fiction Rai, spiegato.

Rai Fiction Blanca al porto di Genova

Come molte altre serie investigative del presente di casa Rai (Imma Tataranni e Rocco Schiavone), anche Blanca si sviluppa su due piani narrativi: quello verticale del caso da risolvere nel corso di una singola puntata e quello orizzontale del mistero che tiene col fiato sospeso lo spettatore per tutta la durata della serie. A fare da colonna portante alla prima stagione della serie con protagonista Maria Chiara Giannetta nei panni di una stagista cieca in un commissariato di polizia di Genova è la misteriosa morte della sorella maggiore di Blanca, Beatrice. 

Puntata dopo puntata, scopriamo la dinamica di quanto accaduto e i successivi sviluppi processuali. Blanca ha sorpreso la sorella in compagnia di Sebastiano, il suo ragazzo dell'epoca, in atteggiamenti che suggerivano una possibile violenza da parte del giovane nei confronti di Beatrice. Dopo essersi allontanata dalla cabina in riva al mare dove si trovavano i due, Blanca torna indietro e rimane coinvolta nell'incendio in cui brucia il corpo ormai senza vita della sorella. È proprio in questa circostanza che la protagonista ancora adolescente perde la vista

Al successivo processo la testimonianza di Blanca sarà cruciale per condannare Sebastiano. L'adolescente Blanca testimonierà in aula che il ragazzo era violento nei confronti della sorella e di averlo visto litigare con Beatrice e afferrarle con forza il braccio subito prima che lei morisse. Sebastiano finisce in prigione e sconta quindici anni di galera, morendo successivamente in circostanze poco chiare. Il padre del ragazzo, da sempre convinto della sua innocenza, approccia da subito Blanca perché convinto che la ragazza si sia sbagliata. Episodio dopo episodio emergono dettagli importanti rispetto a quanto successo a Bea e ai rischi e Blanca sta correndo inconsapevolmente: qualcuno infatti la spia dentro casa attraverso delle telecamere nascoste. 

Nel finale di stagione viene fatta assoluta chiarezza su cosa sia successo a Beatrice: per scoprire la verità Blanca finirà per mettere in pericolo la sua stessa vita.

Nanni è il redivivo Sebastiano 

La sesta puntata della prima stagione vede al centro della narrazione la morte del padre di Sebastiano. Inscenata come un suicidio, la fine dell'uomo attira da subito l'attenzione della protagonista, convinta di aver ricevuto una telefonata in piena notte dal padre di Sebastiano, chiamata di cui però non è rimasta traccia. A cancellare ogni traccia della chiamata è stato Nanni per nascondere la sua vera identità: il cuoco in realtà è proprio Sebastiano

Sarà lui stesso in seguito a raccontare a Blanca come siano andate le cose. Uscito dal carcere dopo quindici anni, Sebastiano si è imbarcato su un peschereccio. Una notte il cuoco di bordo ha rubato il suo portafoglio per andare a bere sulla terra ferma, finendo per morire annegato con i suoi documenti addosso. Il cadavere reso irriconoscibile dall'acqua, è stato scambiato per quello di Sebastiano, che ha colto l'occasione dello scambio d'identità per cominciare una nuova vita nell'appartamento di Nanni, nascondendo i documenti del morto. A trovarli sarà Liguori nel corso di una perquisizione, dopo il rapimento di Blanca

Rai FictionNanni osserva il pc
Nanni in realtà è Sebastiano, l'ex ragazzo di Beatrice, finito in carcere grazie alla testimonianza di Blanca

Quando Blanca è vicina a scoprire la verità Nanni, che ormai da tempo la droga per confonderne i sensi, la rinchiude in uno scantinato foderato di cartoni di uova, in modo che sia insonorizzato. Nel teso confronto tra i due Blanca scopre quindi la verità sulla sua identità, ma il ragazzo nega con forza di aver ucciso Beatrice o suo padre. A causa della forte pioggia, lo scantinato di allaga. Blanca viene salvata da Liguori poco prima di annegare legata a una sedia, grazie a una segnalazione di Nanni, pentitosi dell'accaduto. 

Mentre comincia la caccia all'uomo per trovare il rapitore, Blanca capisce che il ragazzo è davvero innocente e non ha commesso i due omicidi. Riflettendo sulle prove raccolte dal padre ucciso, che Lucia le ha descritto durante una precedente perquisizione nello studio dell'uomo, arriva a intuire la terribile verità.

A uccidere Beatrice è stato lo zio di Blanca

A commettere il delitto di sua sorella Bea non è stato altri che lo zio di Blanca, attualmente procuratore e all'epoca già al lavoro in procura e quindi in grado d'insabbiare tutte le prove a discarico di Sebastiano. Lo zio di Blanca ha ucciso sua sorella maggiore perché ne era invaghito, abusava di lei ed era fortemente geloso del fidanzato Sebastiano. Di fronte alla minaccia della ragazza di riferire tutto al padre, lo zio di Blanca l'ha soffocata a mani nude, appiccando poi un incendio per coprire le sue tracce. 

Rai Fiction Liguori
Liguori salva la vita due volte a Blanca nel corso dell'ultimo episodio

Il procuratore si mette sulle tracce di Nanni per tentare di ucciderlo prima che la polizia possa trovarlo e scoprire la verità. Blanca lo raggiunge ed esprime tutto il disgusto che prova nei confronti dello zio. Quando l'uomo prova ad ucciderla, Liguori interviene e gli spara al petto, uccidendo il procuratore e salvando la vita a Blanca una seconda volta. Sebastiano viene arrestato. 

Blanca può quindi tornare alla sua vita, con due amare consapevolezze: Sebastiano di fatto è finito in carcere da innocente e suo zio è stato il vero fautore della morte della sorella. Lei però non sta perdendo l'udito come temeva: a provocarle svenimenti e fischi alle orecchie era il farmaco con cui la drogava Sebastiano. 

  • Blanca scopre chi ha ucciso sua sorella Beatrice: è stato lo zio procuratore, che ha fatto ricadere la colpa su Sebastiano, aiutato dalla testimonianza in tribunale della nipote. 

    Lo zio tenta di uccidere sia Sebastiano sia Blanca, ma viene fermato da Liguori, che gli spara in pieno petto. Sebastiano viene arrestato.

  • È stato lo zio procuratore di Blanca. L'uomo era invaghito di Beatrice e l'ha ucciso quando la ragazza ha minacciato di raccontare a suo padre della relazione con lui e delle violenze subite. 

    Lo zio procuratore ha poi fatto ricadere i sospetti su Sebastiano, insabbiando prove a suo favore. 

  • Perché in realtà Nanni è Sebastiano, l'ex fidanzato della sorella morta di Blanca finito in carcere ingiustamente per il suo omicidio. Il giovane medita di tenere prigioniera Blanca in uno scantinato per vendicarsi. 

    Installa telecamere nascoste nel suo appartamento per tenerla d'occhio e riuscire a insinuarsi più facilmente nella sua vita. Diventato il suo compagno, comincia anche a drogarla, per evitare che riesce a pensare chiaramente e possa sospettare di lui. 

  • Nanni, l'amico cuoco di Blanca. In realtà la sua vera identità è quella di Sebastiano, l'ex fidanzato della sorella Beatrice finito per 15 anni in carcere per l'omicidio della ragazza. 

  • La sua vera identità è quella di Sebastiano, l'ex fidanzato della sorella Beatrice finito per 15 anni in carcere per l'omicidio della ragazza. 

Leggi anche

      Cerca