Spider-Man: No Way Home e Loki, gli sceneggiatori spiegano la connessione (e non solo)

Nello scrivere No Way Home gli sceneggiatori hanno dovuto affrontare non pochi problemi ma il finale di Loki è stato d'aiuto!

Marvel Studios/Sony Pictures Strange, Parker e Loki

Quali sono i collegamenti tra i fatti della serie TV Loki e il finale del film Spider-Man: No Way Home? È una domanda alla quale l'avventura con Tom Holland non risponde direttamente ma, essendo un tema "caldo", il sito The Wrap lo ha chiesto agli sceneggiatori. Oltre a ciò Chris McKenna e Erik Sommers hanno spiegato che in fase di lavorazione hanno dovuto ri-lavorare alla storia di Doctor Strange a causa dell'uscita posticipata del film di Sam Raimi.

Attenzione: l'articolo contiene spoiler su Loki e Spider-Man: No Way Home!

Loki e Spider-Man: i collegamenti

Nell'intervista su The Wrap a Chris McKenna e Erik Sommers si può leggere che i due finali coincidono in termini di tempistiche ma che ciò non era stato pianificato in fase di scrittura per una serie di motivi. Sommers in particolare ha ammesso che quando stavano scrivendo il copione di Spider-Man: No Way Home hanno guardato il finale di Loki del quale non erano a conoscenza:

Eravamo già su questa strada quando è successo il finale di Loki.

Quindi gli eventi del finale di Loki - dove la Sacra Linea Temporale esplode in infinte diramazioni - non erano stati pianificati per coincidere con gli eventi di No Way Home ma è andata così comunque, come confermato dagli sceneggiatori:

Abbiamo tutti pensato: quello che sta succedendo [in Loki] è davvero d'aiuto. Questo è fantastico, perché mostra che ci sono problemi nel Multiverso.

Sulla coincidenza dei tempi, ovvero sul fatto che i due finali (quello della serie TV e quello del film) avvengano nello stesso momento, McKenna però non si è sbilanciato:

Se ciò che stava accadendo in Loki coincide con lo stesso preciso momento in cui Doctor Strange lancia l'incantesimo, non lo so. So per certo che in Marvel se n'è discusso.

Sony Pictures/Marvel StudiosLa Statua della Libertà in No Way Home
Il Multiverso si espande

No Way Home e la timeline di Doctor Strange 2

Una interessante curiosità legata all'intervista di The Wrap agli sceneggiatori di No Way Home che si intreccia con i già citati "problemi del Multiverso" è che Doctor Strange nel Multiverso della follia era programmato per uscire nelle sale ben prima di Spider-Man: No Way Home. Poi però, causa COVID-19, il film con lo Stregone Supremo è stato rimandato a maggio 2022. Così gli sceneggiatori del film di Jon Watts hanno dovuto modificare le scene di Strange:

Quando abbiamo iniziato a costruire la storia e scrivere la sceneggiatura, abbiamo seguito le vicende di Doctor Strange 2 nella linea temporale. Ma durante la pre-produzione le cose sono state cambiate: dovevamo iniziare le riprese a luglio del 2020 e invece ci siamo spinti fino a novembre del 2020, la nostra data di uscita è stata spostata da luglio 2021 a dicembre 2021. Ci sono state un sacco di cose che si sono ribaltate.

Inizialmente, infatti, il nuovo film con Doctor Strange era previsto nei cinema per maggio 2021, ovvero 2 mesi prima di Spider-Man: No Way Home, che doveva uscire nelle sale a luglio 2021. La pandemia ha modificato i piani degi studios e ha fatto spostare Spider-Man 3 a dicembre 2021 e Doctor Strange 2 a maggio 2022.

Spider-Man: No Way Home nella timeline del MCU

Seguendo l'ultima timeline ufficiale del Marvel Cinematic Universe, la collocazione di Spider-Man: No Way Home nella seconda metà del 2024 (insieme a Hawkeye) è coerente. Infatti la serie TV Loki, subito dopo Avengers: Endgame, ha scatenato gli eventi della serie animata What If...?, e Spider-Man: No Way Home pare si svolga proprio mentre il Multiverso esplode come un "prisma di infinite possibilità".

Leggi anche

      Cerca